Rimborso fatture a 28 giorni: come richiederlo

Rimborso fatture a 28 giorni: come richiederlo
5 (100%) 2 votes
di | 10-10-2019 | Fastweb, Infostrada, Internet ADSL e Fibra, Telecom, Vodafone

Vi sarà tempo fino al 31 ottobre per poter richiedere le misure compensative per le famose fatture a 28 giorni. Ricordiamo, però, che l’accettazione delle misure compensative farà decadere il diritto di richiedere il riborso per i giorni erosi con la fatturazione a 28 giorni stabilito dall’AGCOM e dal Consiglio di Stato e che coinvolgono quattro dei principali provider di telefonia, TIM, Vodafone, Wind e Fastweb. In teoria la restituzione dovrebbe essere automatica, senza che l’utente debba effettuare delle richieste specifiche in merito. Nella realtà dei fatti, invece, le cose sono ben diverse. Gli operatori, infatti, invitano gli utenti a compilare dei form dedicati nell’area clienti, sul sito Web o a chiamare l’assistenza, consigliando l’attivazione di formule compensative che andrebbero a coprire il valore del rimborso.

La stessa procedura per la richiesta non sembra essere molto chiara a molti dei clienti coinvolti,  alla continua ricerca di informazioni sulle modalità di presentazione della domanda di rimborso. In questa piccola guida cercheremo di capire che cosa fare per i rimborsi a 28 giorni a seconda dell’operatore di provenienza, in modo tale da aiutare gli abbonati ad ottenere quanto dovuto prima della scadenza.

Sommario

Rimborsi fatture a 28 giorni TIM

L’operatore TIM non prevede un vero e proprio sistema di richiesta del rimborso: il contatto di riferimento, quindi, è il numero gratuito 187. Parlando con un operatore, quindi, dovrebbe essere possibile inoltrare la domanda. I clienti Telecom Italia potranno anche richiedere supporto attraverso il modulo di contatto Scrivici (sarà necessario il login all’area MyTIM) oppure recandosi personalmente presso un negozio dell’operatore.

Qualora non si riuscisse ad inoltrare la richiesta, è consigliabile aprire un procedimento di conciliazione attraverso la piattaforma ConciliaWeb: l’AGCOM ha pubblicato sul proprio sito una guida dettagliata su come effettuarla correttamente. Ovviamente tale procedimento potrà essere utilizzata anche per altri provider: i tempi necessari per il rimborso, però, saranno sicuramente più lunghi.

In alternativa al rimborso in denaro, i clienti TIM potranno scegliere un servizio compensativo tra le seguenti, utilizzabile per 6 mesi:

  • servizio TIMVISION (la piattaforma di streaming TV on demand);
  • servizio Chi è (per visualizzare il numero chiamante);
  • opzione Extra Voice (telefonate illimitate verso tutti i numeri internazionali);
  • opzione Voce Internazionale (telefonate senza limiti verso i fissi esteri di USA, Canada e Europa Occidentale);
  • opzione Max Speed (per avere la connessione dati alla velocità massima disponibile sulla propria linea).

Rimborsi fatture a 28 giorni Vodafone

L’operatore Vodafone Italia mette a disposizione sul proprio sito ufficiale una pagina per la richiesta del rimborso sulla fatturazione a 28 giorni: sarà sufficiente compilare il form e procedere attraverso il pulsante dedicato.

Per quanto riguarda le formule compensative, Vodafone propone le seguenti offerte:

  • 50 GB di Internet mobile (in caso di offerta convergente fisso-mobile o se si è in possesso di una sim dati associata alla rete fissa);
  • buono Nespresso del valore di 120 euro per l’acquisto di una macchina Lattissima, 100 capsule e un kit per la decalcificazione (che permetterà di acquistare il tutto a 179 euro);
  • sconto di 10 euro su una spesa di 50 euro su Saldi Privati;
  • sconto di 25 euro su una spesa da 80 euro sullo shop Philips;
  • sconto del 20% sullo store Nike;
  • 1 anno di abbonamento gratis alla rivista Traveller in formato digitale.

I clienti hanno già ricevuto comunicazione (via sms, mail o cartacea) nei mesi scorsi sulle modalità di attivazione delle offerte compensative.

Rimborsi fatture a 28 giorni con Wind

Come indicato su una comunicazione pubblicata qualche tempo fa sul sito ufficiale, i clienti Wind Tre potranno richiedere il rimborso sulle fatture a 28 giorni direttamente dall’Area Clienti. Sulla stessa area saranno presenti anche delle proposte compensative, come ad esempio sconti per l’acquisto di telefoni, GB gratuiti, etc… Se sulla propria Area Clienti non è possibile accedere alla richiesta, sarà necessario contattare l’assistenza clienti Wind attraverso i canali ufficiali messi a disposizione dal provider.

Rimborsi fatture a 28 giorni con Fastweb

All’interno dell’area Comunicazioni della MyFastPage (raggiungibile direttamente da questo link) ci si troverà il banner informativo attraverso cui richiedere il rimborso. Non è necessario compilare alcun modulo: il rimborso verrà accreditato alla prima fattura utile.

Non tutti, però, riescono a visualizzare l’infomativa: ad esempio, chi ha deciso di usufruire della promozione che prevedeva il servizio WOW Space gratis ai clienti del provider, non avranno più diritto al rimborso. Se, invece, ne avete ancora diritto ma il link non vi riporta alla pagina di richiesta, è consigliabile contattare l’assistenza Fastweb prima della fine di ottobre.

L’operatore, inoltre, offre alcuni servizi come compensazione al rimborso:

  • 6 mesi di Opzione International (1000 minuti al mese da utilizzare verso i fissi di oltre 60 destinazioni internazionali);
  • 6 mesi di Opzione Ultrabroadband, per usufruire della massima velocità di Internet in base alla tecnologia presente sulla propria linea;
  • 6 mesi di Opzione “Verso Mobile Sempre” (5000 minuti di telefonate verso tutti i cellulari nazionali).

Sono queste, quindi, le modalità di richiesta di rimborso sulle bollette a 28 giorni previste dagli operatori fissi. Se state valutando un cambio operatore, è possibile confrontare le tariffe ADSL e fibra del periodo attraverso il nostro servizio gratuito oppure ricevere un’assistenza da parte di un professionista – senza costi o impegni d’acquisto – scrivendo a info@comparasemplice.it oppure sulla live chat che trovate sul sito.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.