Uso Internet in UE: ecco perché navigano gli europei

Uso Internet in UE: ecco perché navigano gli europei
5 (100%) 3 votes
di | 25-01-2019 | Internet ADSL e Fibra

Nell’era della connessione Internet ininterrotta (always-on), quali sono i servizi che spingono gli europei a utilizzare Internet? La risposta arriva da uno studio Eurostat su dati 2018 che ci aiuta a capire quali sono le attività svolte dagli europei in rete. Iniziando dall’individuazione del pubblico di riferimento: chi sono i cittadini UE che si connettono abitualmente alla rete Internet?

Sommario

Uso di Internet in UE

Uso Internet in Europa

Dati Eurostat 2018

Nell’Unione Europea, l’utilizzo di Internet è diffuso nell’85% della popolazione (campione 16-75 anni). Un dato rilevante, anche se non eccellente, sul quale pesa l’estrema disomogeneità delle singole realtà che compongono l’Unione.

I danesi sono i campioni europei di navigazione online: il 98% della popolazione ha utilizzato la rete almeno negli ultimi tre mesi del 2018. I meno avvezzi all’accesso ai servizi offerti in modalità online sono i bulgari (65%). In questa classifica, come si comportano gli italiani?

Gli Italiani non sono un popolo di navigatori

Gli italiani sono un popolo di connessi? Lo studio Eurostat ci dice che in Italia, coloro che sfruttano Internet per accedere ai servizi offerti dalla rete rappresentano solo il 74% della popolazione (un valore inferiore alla media UE dell’85% di cui sopra). Una statistica che ci pone ben lontani dai Paesi economicamente trainanti dell’Unione (Germania: 92%; Regno Unito: 95%; Francia: 88%).

Cosa fanno gli europei quando sono in Internet

Quali sono le attività che spingono gli europei a connettersi alla rete? Osservando il comportamento degli italiani, si potrebbe desumere che l’attività principale sia la connessione ai Social Media. Eppure, le attività sono molto più articolate e gli italiani non risultano neanche i più interessati alla navigazione Internet per l’utilizzo di Facebook. Andiamo a vedere, nel dettaglio, quali sono i servizi più fruiti attraverso la connessione ADSL o fibra degli europei.

Invio e ricezione delle email: l’attività principale per i danesi

La posta elettronica non ha impiegato molto tempo a soppiantare la posta cartacea nelle comunicazioni a distanza. Il potere rivoluzionario dell’email è evidente: nessun ritardo o perdita, costo ammortizzato dagli altri utilizzi di Internet, capacità pressoché infinita di storage e praticità di gestione/archiviazione.

In Danimarca, sembra che anche la popolazione senior abbia capito il grande valore aggiunto di questo mezzo, tanto che quasi la totalità dei cittadini danesi, quando si connette a Internet, lo fa per inviare posta elettronica.

In Bulgaria, invece, buona parte (40%) della popolazione connessa non è avvezza all’utilizzo della posta elettronica.

In media, gli europei utilizzano la rete per inviare email nel 73% dei casi.

Gli olandesi si informano sui prodotti da acquistare

È un tipo di attività alla quale, oramai, non si riesce a fare a meno. Prima di acquistare un qualsiasi prodotto, ci si informa online: caratteristiche, opinioni, qualità, confronto prezzi… Gli olandesi sono i campioni d’Europa in questa attività: nell’89% dei casi, si connettono alla rete per raccogliere informazioni sui prodotti da acquistare.

In questo caso, la media europea risulta piuttosto alta: il 70% dei cittadini UE trovano utile l’accesso alla rete per trovare il prodotto migliore secondo i loro bisogni.

L’Italia chiude questa classifica con il 40% della popolazione abituata a fare confronti di prodotti e di tariffe online.

Ai rumeni non interessa Youtube

In Danimarca e in Olanda l’82% della popolazione ama guardare i video proposti dalle piattaforme di condivisione o a pagamento. Un’attività che interessa anche mediamente un europeo su due.

La connessione Internet non è senza dubbio lo strumento che i rumeni utilizzano per l’intrattenimento, la formazione o l’informazione in forma di video. Tra i connessi dalla Romania, solo il 10% fa click sul pulsante play dei video online.

In Danimarca regnano i Social Network

Italiani Social Network-dipendenti? I dati raccolti da Eurostat nel 2018 sembrano sfatare questa leggenda. O, almeno, la ridimensionano. Soprattutto se guardiamo quanti sono i danesi (79%) che, quando si connettono, lo fanno per accedere ai loro profili Social.

I Francesi si dimostrano i meno affezionati (42%) all’utilizzo delle piattaforme di networking sociale online.

In media, il 56% dei cittadini dell’Unione Europea trova utile la connessione alla rete per mantenere i rapporti con la propria cerchia di amici, parenti e conoscenti attraverso i Social Media.

L’Internet Banking non spaventa gli olandesi

Circa la metà della popolazione europea (54%) accede alla rete per usufruire di servizi bancari online. L’Internet Banking spacca a metà l’UE tra Nord e Sud, tranne rare eccezioni. Sono gli olandesi (89%) a essere i più smart, quando si parla di servizi bancari da remoto via Internet.

I più diffidenti nell’uso della rete per la movimentazione di fondi sembrano essere i bulgari e i rumeni: in questi due Paesi, solo il 7% della popolazione connessa utilizza servizi di Internet Banking.

Olandesi online a caccia d’informazioni sulla salute

È corretto informarsi online su questioni che riguardano la salute? Probabilmente è un’attività rischiosa. Le fonti che si trovano in Internet non sono sempre accurate o qualificate: sempre meglio rivolgersi a un esperto (magari, quello sì, prenotando un appuntamento online). La ricerca di informazioni sulla salute online è un’attività che interessa, in media, un europeo su due. In Olanda, però, la caccia a questo tipo d’informazione è “sport nazionale”: il 72% degli utenti connessi ha affidato la propria conoscenza nel settore salute al web.

Per i finlandesi, Internet significa musica

Quando sono connessi, i finlandesi ascoltano musica nel 71% dei casi. La fruizione dei brani musicali attraverso radio online e piattaforme di streaming ha, senza dubbio, ampliato la possibilità di scoprire nuovi brani e nuovi artisti: un potenziale apprezzato dal 48% degli europei. Anche il popolo belga, che risulta l’ultimo in questa specifica classifica, ha una buona rappresentanza (31%).

Video call e telefonate via Internet: gli specialisti sono ancora danesi

Se l’invio e la ricezione della posta elettronica è un’attività piuttosto diffusa, non altrettanto si può dire per l’accesso ai servizi di video call o telefonia via Internet (VoIP). In media, il 42% dei cittadini connessi, lo fa per svolgere queste attività. Sono ancora una volta i danesi (nel 67% dei casi) il popolo più smart dell’Unione Europea.

I francesi (nel 31% dei casi), al contrario, non sentono il bisogno di utilizzare la connessione Internet per le chiamate video o le telefonate.

Tv streaming: in Finlandia è un must

La Tv come la conoscevamo sta per tramontare. Ma la soluzione dell’online streaming sta sondando le sue potenzialità solo da qualche anno. L’ufficio statistico ha indagato quanti sono gli europei che utilizzano Internet per accedere a servizi di Tv streaming. L’indagine vede i finlandesi in cima alla classifica, con il 70% dei cittadini connessi proprio per fruire della programmazione online dei broadcaster.

In Bulgaria si gioca poco online

Gli europei più giovani potranno senz’altro contare, tra le attività preferite da svolgere online, qualche partita ai diffusissimi giochi multiplayer online o il download di qualche gioco classico in locale. Nella popolazione presa in considerazione da Eurostat per questo studio (età 16 – 75 anni), i giocatori connessi rappresentano il 29% del campione.

Anche in questo ambito, primeggiano gli olandesi (44%), mentre i bulgari sembrano poco interessati all’aspetto ludico della rete (14%).

Vendita beni e servizi online: l’UE è ancora indietro

Chi utilizza Internet ogni giorno, potrebbe trovare questo dato sconcertante: in media, appena il 19% degli europei si connette alla rete per la vendita di beni e servizi.

Gli olandesi (35%) sono, ancora una volta, la popolazione più orientata all’uso della rete per svolgere attività di e-commerce. Anche se si sta parlando di una fetta ristretta di popolazione.

A Cipro, la vendita online di beni e servizi sembra un’attività di una nicchia molto ristretta (2%).

Se prendi appuntamenti con professionisti via Internet, probabilmente sei finlandese

Cosa c’è di più comodo di fissare un appuntamento con un professionista (avvocato, dentista, medico, consulente…) via Internet? Non c’è da farlo sapere ai finlandesi per i quali si tratta di una pratica diffusa nel 44% dei casi. I ciprioti, d’altra parte, non amano il web per rapportarsi con i professionisti: lo fa solo l’1% della popolazione connessa.

Per cosa si utilizza Internet in Italia

Dopo aver visto l’utilizzo di Internet in giro per l’Europa, torniamo in Italia per capire quali sono i servizi online preferiti dai nostri concittadini. Tra la popolazione connessa, le attività che vanno per la maggiore, secondo i dati raccolti da Eurostat nel 2018, sono l’invio e la ricezione di email e la visione di video su piattaforme commerciali o di condivisione (es Youtube). Andiamo a vedere, più nel dettaglio, la classifica dei servizi utilizzati dagli italiani attraverso Internet.

Attività% di italiani connessi
Invio e ricezione di email57%
Fruizione di contenuti video su piattaforme commerciali o di sharing52%
Utilizzo di Social Network46%
Ricerca informazioni su prodotti o servizi40%
Ascolto musica (web radio, streaming)40%
Telefonate o video call35%
Ricerca informazioni sulla salute35%
Internet Banking34%
Streaming Tv21%
Gaming online o download di videogiochi20%
Video on demand da servizi a pagamento17%
Prenotazione appuntamenti con professionisti9%
Vendita beni o servizi8%

 

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.