Velocità effettiva ADSL: velocità reale, nominale e minima garantita

di | 02-07-2019 | Internet ADSL e Fibra
Velocità effettiva ADSL: velocità reale, nominale e minima garantita

A quanti di noi non è capitato almeno una volta di provare a testare la velocità della connessione ADSL, magari sfruttando gli speedtest gratuiti presenti online, perché la navigazione è lenta e le prestazioni sono spesso ben diverse da quelle sponsorizzate dal provider con cui si ha sottoscritto un contratto Internet casa: in realtà, la velocità effettiva di un’ADSL non coincide con quella pubblicizzata e, nei casi più problematici, potrebbe addirittura essere inferiore rispetto alla velocità minima garantita da contratto dalla compagnia.

Sommario

Altri argomenti sulla velocità Internet che potrebbero interessarti

Velocità effettiva ADSL vs velocità teorica: differenze

Partiamo da una prima e sostanziale differenza: la velocità effettiva e la velocità teorica. Quando sentiamo parlare di ADSL 20 Mega, ad esempio, significa che la tecnologia utilizzata per fornire il servizio Internet può arrivare ad una velocità massima teorica di 20 Mega. Tuttavia, la connessione Internet reale non può mantenere questa velocità costantemente e quasi sempre risulta inferiore. Il motivo? Una rete dati è soggetta a fonti di rumore o disturbo, alla saturazione della banda (a causa di troppe linee e/o troppi dispositivi connessi alla stessa rete), alle intemperie, al deterioramento delle infrastrutture, alla presenza o meno dell’operatore con reti proprie, etc… È chiaro, quindi, che una connessione a 20 Mega teorica non corrisponderà necessariamente ad una velocità di 20 Mega nella realtà. Lo stesso discorso vale anche per altri tipi di connessione, dall’ADSL alla fibra misto rame, fino ad arrivare alla fibra ottica.

Cos’è la velocità minima garantita

Più che la velocità teorica, quindi, è importante conoscere la velocità minima garantita (o banda minima garantita, utilizzata ormai comunemente come sinonimo): si tratta della velocità che la compagnia deve garantire in ogni caso al proprio cliente. È un dato previsto da una direttiva dell’AGCOM, che deve essere indicato sul sito Internet ufficiale del provider, sul contratto e sulle informazioni relative al piano scelto.

Sul portale dell’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, inoltre, è presente una pagina dedicata al confronto della banda minima garantita dai principali operatori attivi in Italia, sia per quanto riguarda l’ADSL che la fibra. Come si può notare, la velocità ADSL garantita in download è di gran lunga inferiore rispetto alla banda massima, in molti casi anche di diversi Mbps.

È importante, però, che l’operatore rispetti quanto dichiarato sulla documentazione ufficiale in termini di velocità ADSL: in caso contrario il cliente può agire attraverso dei reclami e, se la situazione non viene risolta, è possibile chiedere dei risarcimenti per il mancato rispetto del contratto da parte della compagnia.

Verificare la velocità effettiva dell’ADSL: come fare

Per poter capire se la velocità effettiva ADSL è in linea con la banda minima garantita dal provider, è necessario effettuare dei test di velocità per un certo periodo di tempo, in modo tale da avere dei dati attendibili e utili circa il funzionamento della connessione di casa. Online è possibile trovare tantissimi misuratori della velocità: anche su ComparaSemplice è possibile sfruttare uno speedtest Internet affidabile, in grado di fornirvi dei numeri abbastanza precisi su download, upload e ping della connessione.

Purtroppo, però, nessuno di questi servizi ha valore legale: l’unico test di velocità in grado di valutare la qualità dell’accesso Internet di casa e di produrre una documentazione con valore probatorio è Nemesys, un software gratuito messo a disposizione dall’AGCOM. Il programma è compatibile con tutte le piattaforme desktop più diffuse (Windows, MacOS, Linux) ed è facile da installare. La certificazione viene rilasciata dopo aver effettuato 96 misurazioni, una ogni 15 minuti, per un totale di 24 ore.

Durante questo periodo di tempo è importante mantenere collegato un solo computer al modem attravero un cavo ethernet, spegnere il collegamento Wifi e tutti i programmi sul PC che consumano una grande quantità di dati (ad esempio piattaforme di streaming o tools per lo scaricamento dati). Nel caso in cui non venissero rispettate le indicazioni previste, il programma prolungherà i test di velocità per ulteriori 48 ore.

Per scaricare il programma e per tutte le istruzioni di utilizzo è sufficiente accedere alla pagina di Nemesys presente sul sito dell’AGCOM.

La velocità effettiva ADSL, quindi, non è la banda che viene indicata negli spot dell’operatore e potrebbe differire molto da essa. È importante, invece, conoscere la banda minima garantita del vostro provider e verificare che la connessione effettiva sia quantomeno vicina o pari al valore indicato sul contratto che avete firmato. In caso contrario, potreste utilizzare il software Nemesys per certificare le reali prestazioni della rete e ottenere un rimborso (oppure disdire il servizio senza alcun costo richiesto da parte del provider).

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.