DISDETTA LINKEM con modulo precompilato

DISDETTA LINKEM con modulo precompilato
Il post ti è stato utile?
di | 26-03-2016 | Internet ADSL e Fibra, Leggi Norme Regole, Linkem

Se siete tra coloro che hanno stipulato con contratto con l’azienda italiana Linkem, con sede a Roma, per la fornitura di un servizio ADSL ma adesso avete cambiato idea e volete passare ad un altro fornitore, dovete prima effettuare una disdetta Linkem.

COME EFFETTUARE UNA DISDETTA LINKEM

Nelle righe che seguono vi spieghiamo quali procedure dovete seguire per effettuare una disdetta Linkem, quali moduli e documenti dovete inviare e a quale indirizzo. E per confrontarvi potete leggere le opinioni Linkem, lasciate nella nostra sezione VOTA FORNITORE oppure sui profili social del gestore.

La disdetta non è altro che una comunicazione che voi fate al vostro fornitore nella quale esprimete la vostra volontà di recedere dal contratto. L’azienda, secondo quanto stabilito dalla Legge n. 40/2007, conosciuta anche come Legge Bersani, non può addebitare nessun tipo di penale per il recesso anticipato.

Ma, invece, è lecito, in ottemperanza a quanto stabilito con l’Autorità Garante del Mercato e della Concorrenza, addebitare un costo relativo alle spese necessarie per chiudere il contratto.

Per effettuare una disdetta Linkem è sufficiente inviare il modulo di disdetta Linkem con una raccomandata con ricevuta di ritorno a:

Linkem S.p.A – Viale Città d’Europa, 681 – 00144 Roma

Il modulo disdetta Linkem è scaricabile da qui, è necessario compilarlo in tutti i suoi punti, ovvero:

se  cliente privato:

  • Nome
  • Cognome
  • Codice Fiscale
  • Codice Cliente
  • Codice Contratto

se  cliente aziendale ai dati di cui sopra ricordati anche di aggiungere:

  • Ragione Sociale
  • Numero Partita IV
  • Nome e Cognome del legale rappresentante
  • Codice Cliente
  • Codice Contratto

Sarà vostra cura compilare la sezione “Richiesta interruzione del contratto” con il proprio nome e cognome, specificare il nome dell’offerta che si era sottoscritta e che si vuole disdire. Inoltre bisogna specificare i motivi che hanno portato alla recessione del contratto, ovvero

  • Trasferimento in area non coperta da Linkem
  • Problemi economici
  • poco utilizzo del servizio
  • Passaggio verso altro operatore
  • Prestazioni internet poco soddisfacenti
  • Assistenza Clienti poco soddisfacente
  • Assistenza Tecnica poco soddisfacente

Al modulo “Richiesta interruzione del contratto” dovrà essere allegata anche una fotocopia del documento di identità del sottoscrittore e titolare del contratto con Linkem.

RESTITUZIONE DEL MODEM

L’ultimo punto da chiarire è se dobbiamo restituire modem: in alcuni casi è previsto che verrà un incaricato a ritirarlo, una volta ricevuta la disdetta, mentre in altri casi è previsto che sia il consumatore a spedirlo all’azienda.
Per scoprire a quale casistica appartenete date un’occhiata attenta al vostro contratto: per legge vi devono essere indicate queste informazioni, oltre all’indirizzo dove, eventualmente, spedire il modem che non volete più utilizzare. Altrimenti chiamate un operatore Linkem al numero dedicato dell’assistenza… vi spieghiamo come.

Confronta offerte ADSL e Fibra ottica: tutti i fornitori a confronto!

Adesso che siete liberi da Linkem, non vi resta che scegliere un’altro operatore. Date uno sguardo ai nostri comparatori di tariffe ADSL, nonché al nostro speed test. Sarete così sicuri di risparmiare,di scegliere il servizio che risponde alle vostre esigenze e non correrete il rischio di dover fare un’altra disdetta! Affidatevi a ComparaSemplice.it per risparmiare. 😉

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995