Chi ha un mutuo può fare da garante?

di | 11-12-2022 | Ultime News Mutui

Stai provando a chiedere un mutuo ma la banca ti ha chiesto un garante ma le persone che conosci hanno già un mutuo, quindi ti sei chiesto se chi ha un mutuo può fare da garante. Scopriamolo insieme.

Chi ha un mutuo può fare da garante?

Richiedere un mutuo è una scelta spesso obbligata se si vuole acquistare la prima casa. La banca, inoltre, chiede molte garanzie alla persona che lo richiede perché deve avere una certa sicurezza che il credito concesso gli venga rimborsato. Tra queste spesso troviamo la figura del garante.
Ma chi ha un mutuo può fare da garante?
Scopriamo insieme cosa succede se un garante ha un mutuo a sua volta.

Sommario

Guide Mutui

Chi è il garante

Prima di entrare nel vivo dell’articolo e rispondere alla domanda: “Chi ha un mutuo può fare da garante?” vediamo chi è questa figura.

In generale possiamo dire che il garante è la persona che si sostituisce al mutuatario principale nel caso in cui quest’ultimo non riesca a pagare le rate del mutuo, o prestito. Spesso come figure garanti troviamo i genitori che aiutano i figli nell’acquisto della casa.
Per far si che la banca lo accetti, il garante deve fornire delle garanzie che principalmente sono di due tipi:

  • reali
  • personali

Essere garante per il mutuo comporta anche dei rischi, per questo consigliamo di valutare bene tutte le condizioni prima di accettare.

Garanzie reali

Le garanzie reali sono quelle che gravano su beni mobili o immobili. Tra queste l’ipoteca è di sicuro la più conosciuta e più usata, soprattutto nel caso di finanziamenti dalle somme elevate.
L’ipoteca è in sostanza una garanzia su un bene immobile, come una casa. Il lato positivo dell’ipoteca è che il proprietario può continuare ad usufruire del bene. Infatti, la banca, o istituto finanziario, può “aggredire” il bene solo nel caso di mancato pagamento.
Infine ricordiamo che l’ipoteca deve essere iscritta in un pubblico registro alla presenza di un notaio.

Altra garanzia reale è il pegno. Al contrario dell’ipoteca il bene che può fungere da pegno è mobile e deve essere consegnato al creditore. In questo caso i beni possono essere crediti, titoli o anche somme di denaro. Infine, il pegno non deve essere iscritto in nessun registro.

Il privilegio è diverso sia dall’ipoteca che dal pegno, infatti è stabilito dalla legge a tutela di alcune categorie di crediti.

Garanzie personali

Queste garanzie si distinguono dalle precedenti in quanto gravano su un soggetto terzo. Queste sono la fideiussione e l’avallo.
La fideiussione ad oggi è la garanzia personale più frequente. Questa consiste in un soggetto, fideiussore, che garantisce per l’obbligazione di un’altra persona, come nel caso di un mutuo. Ne consegue che il fideiussore è obbligato a subentrare al pagamento se il il debitore principale non può più pagare.
L’avallo è in disuso e sempre più raro. Questa garanzia consiste in una cambiale che rappresenta il debito e che viene firmata anche dal terzo garante.

Chi ha un mutuo può fare da garante

La risposta  è si, ma con alcune condizioni.
Infatti, il patrimonio del garante deve soddisfare la banca. Questo vuol dire che il suo patrimonio, che ha già un mutuo, deve essere superiore alla somma di entrambi i mutui o prestiti.
Ecco un esempio. Una persona che ha un patrimonio totale, quindi beni immobili e mobili, di € 200.000, un mutuo per il valore di € 100.000 e gli viene chiesto di fare da garante per un mutuo di € 50.000. Quindi, la somma totale dei mutui di cui si fa carico equivale a € 150.000. In questo caso la banca non dovrebbe avere problemi nel concedere il mutuo poiché il patrimonio complessivo supera il valore dei mutui.
Se, invece, il patrimonio complessivo del futuro garante è pari alla somma dei due mutui la banca potrebbe rifiutarsi di concedere il mutuo. Questo perché esistono altre spese da valutare sul finanziamento.

Conclusioni

In conclusione, chi ha un mutuo può fare da garante purché il suo patrimonio e reddito siano sufficienti a coprire il mutuo, o prestito, del quale è garante e di quello di cui è mutuatario.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.