Mercato dei mutui: a giugno 2018 aumentano le richieste

Mercato dei mutui: a giugno 2018 aumentano le richieste
5 (100%) 2 votes
di | 10-07-2018 | Mutui

Il mercato dei mutui, a giugno 2018, ha fatto registrare l’ennesimo mese di crescita dopo il picco negativo toccato a novembre 2017. Secondo i dati del Barometro Crif, le richieste di nuovi mutui e le surroghe sono aumentate del +3,6% rispetto allo stesso mese del 2017. Il primo dato positivo, dopo quindici mesi di volumi inferiori rispetto all’anno precedente.

Il risultato positivo si è avuto anche grazie al crollo dei volumi di richieste che si è registrato nello stesso periodo del 2017.

Se si raffronta il primo semestre 2018 con il primo semestre del 2018, il dato non è ancora positivo: anno su anno si è perso il 4,4% di volume d’interrogazioni. Si è, comunque, ancora ben lontani dai picchi di domanda di metà 2015.

Sommario

Nuovi mutui o surroghe?

I dati generali del Barometro Crif misurano le interrogazioni effettuate dagli istituti finanziari ai propri database informativi sulla solvibilità di coloro che chiedono l’accesso a un finanziamento per l’acquisto di un immobile. Il dato aggregato di richieste di nuovi mutui e le richieste di surroga non aiuta, però, a comprendere cosa sta realmente avvenendo sul mercato.

L’accensione di un nuovo mutuo è, infatti, cosa ben diversa dalla surroga e, seppure ci sia “movimento di clienti”, è bene analizzare il dato nel dettaglio per comprendere il reale stato di salute dei prestiti e del mercato immobiliare.

Il dato positivo di giugno 2018, in questo senso, assume ancora più valore se si sottolinea la contrazione delle richieste di surroga rispetto alle domande di nuovi mutui. Un indizio importante di effettiva ripresa delle compravendite immobiliari residenziali.

L’importo medio richiesto: +0,2% sull’anno precedente

Un altro dato con il segno più davanti: +0,2%. È l’aumento della somma media richiesta per i mutui a giugno 2018 rispetto allo stesso mese 2017. Il valore dell’importo medio si attesta sui 127.570 euro, contribuendo a innalzare il valore medio del primo semestre 2018 (126.094 euro, +0,9% sul primo semestre 2017).

Si compra casa tra i 35 e i 44 anni

Dai dati del Barometro Crif emerge un’altra statistica che non sorprende: chi accende un mutuo ha prevalentemente un’età compresa tra i 35 e i 44 anni. È il 34,6% dei casi. Molti meno sono i mutuatari con età compresa tra i 25-34 anni (25,2%) e gli over 44 che richiedono un prestito per l’acquisto di un immobile (24,2%).

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.