Quante volte si può rinegoziare il mutuo

di | 06-12-2022 | Ultime News Mutui

Qualche anno fa hai chiesto un mutuo che ti è stato concesso. Ma ora, la tua situazione economica è cambiata e stai pensando di rinegoziare il mutuo e giustamente ti starai chiedendo quante volte si può rinegoziare il mutuo. Bene, in questo articolo cercheremo di risponderti.

Quante volte si può rinegoziare il mutuo

Viviamo in un periodo in cui il carovita e l’incertezza economica sono un problema per molte famiglie. Quindi pensando a come poter risparmiare ti sei chiesto “Quante volte si può rinegoziare il mutuo?”. Bene, scopriamolo insieme.

Sommario

Che cos’è la rinegoziazione del mutuo

Innanzitutto capiamo di cosa si tratta quando parliamo di rinegoziazione del mutuo. In sostanza rinegoziare il mutuo vuol dire applicare modifiche al contratto con la banca che l’ha emesso. La pratica non ha nessun costo ed è molto utile nel caso in cui si stiano affrontando delle difficoltà economiche. Inoltre, la rinegoziazione è utile anche alle banche per evitare di perdere il rimborso delle rate.

Le condizioni che si possono cambiare sono:

  • tasso d’interesse e spread. Il tasso di interesse può essere un valore come l’Euribor, l’indice dei mutui a tasso variabile, mentre, lo spread è un valore applicato dalla banca per il suo profitto.
  • durata del mutuo. Ad esempio si può richiedere di passare da un muto di vent’anni ad uno di trenta.
  • tipo di mutuo. Ovvero, il passaggio da mutuo a tasso fisso a variabile e viceversa

Come funziona

Rinegoziare il muto è semplice. Infatti, basta inviare una raccomandata A/R alla propria banca con le condizioni che si intende modificare. In caso positivo allora si procede alla modifica in caso negativo non cambia nulla. Come anticipato la pratica non ha nessun costo, quindi al cliente non si possono addebitare spese, come quelle notarili.
Infine ricordiamo che:

  • le garanzie valide per il primo contratto valgono anche in caso di rinegoziazione
  • non si perdono benefici fiscali se previsti nel primo contratto

Dopo quanto tempo si può rinegoziare il mutuo

Un altro punto di cui vogliamo parlare prima di rispondere alla domanda “Quante volte si può rinegoziare un mutuo” è il tempo che deve intercorrere tra l’inizio del rimborso e la richiesta.
Anche se la legge non ha posto limiti, molto dipende dall’istituto di credito. In genere questi chiedono che siano trascorsi almeno 2 o 3 anni.
Inoltre, la banca non è obbligata ad accettare la richiesta di rinegoziazione ma il cliente in questo caso può avvalersi della surrogazione. Ma allo stesso tempo, in un contesto molto competitivo, le banche valutano con attenzione se è più conveniente per loro abbassare il tasso di interesse o perdere il cliente. Infatti, come dicevamo, un cliente può ricorrere ad altre opzioni. Ad esempio può chiedere che il suo mutuo venga portato in un’altra banca, la surroga, oppure può chiedere la sostituzione. Quest’ultima prevede che venga data maggior liquidità con l’estinzione del primo mutuo e l’accensione di uno nuovo presso un’altra banca.

Quante volte si può rinegoziare il mutuo

Parliamo adesso di quante volte è possibile rinegoziare un mutuo. La legge non prevede un numero finito di volte ma può succedere che stabilisca limiti temporali o un periodo minimo di rimborso delle rate. Quindi in generale si può richiedere una seconda rinegoziazione, il tutto dipende dalle esigenze del mutuatario e dalle clausole contrattuali.
Pertanto la rinegoziazione è possibile effettuarla, o almeno richiederla, tutte le volte che si vuole, senza alcun costo o con la necessità di comparire davanti al notaio.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.