Come richiedere la sospensione delle rate del mutuo per difficoltà economiche, 2019

Come richiedere la sospensione delle rate del mutuo per difficoltà economiche, 2019
Il post ti è stato utile?
di | 12-08-2019 | Mutui

Quando si sta pagando un mutuo ipotecario, un periodo di difficoltà economiche può diventare un serio problema. Le rate diventano difficili da rimborsare e, anche nel caso di prima casa, la prospettiva del pignoramento dell’immobile è un rischio reale. Fortunatamente, in soccorso delle famiglie in difficoltà viene la normativa che prevede la possibilità di sospensione delle rate del mutuo. Qui scopriremo chi può richiedere di sospendere il rimborso del finanziamento e come farlo nel 2019.

Sommario

Sospensione del mutuo ABI: come funziona nel 2019

La possibilità di sospendere il pagamento delle rate del mutuo sulla prima casa per situazioni di temporanea difficoltà economica è un’opzione che è stata introdotta con il Fondo di Solidarietà per i mutui (legge 24 dicembre 2007 n. 244), istituito presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Grazie alla copertura del Fondo di Solidarietà, in casi di straordinaria necessità, è possibile rimandare il pagamento delle rate del muto per due volte e per una durata complessiva di 18 mesi.

Quando un mutuatario ottiene il beneficio della sospensione del mutuo, il Fondo di Solidarietà corrisponde alla banca mutuante, per il periodo della sospensione, il corrispettivo della quota d’interesse delle rate (spread escluso).Rimane, dunque, a carico del mutuatario la corresponsione della differenza tra gli interessi del piano di ammortamento e quelli rimborsati dal Fondo.

Al termine del periodo di sospensione, piano di ammortamento viene allungato dei mesi necessari per il rimborso della quota capitale delle rate sospese.

Requisiti la sospensione delle rate del mutuo

Per poter presentare la domanda di sospensione del pagamento del mutuo, è necessario essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • Prima casa, non di lusso: il mutuo deve essere stato acceso per l’acquisto della prima casa (destinato ad abitazione principale) e non deve essere un’abitazione di lusso (non rientra nelle categorie catastali categorie catastali A/1, A/8 e A/9).
  • Importo del mutuo non superiore ai 250.000 euro.
  • Già rimborsate almeno 12 rate.
  • ISEE non superiore ai 30.000 euro.

Sospensione del mutuo: quando si può fare domanda

Oltre il possesso dei requisiti sopra elencati, l’accettazione della domanda di sospensione del pagamento delle rate del mutuo è subordinata al verificarsi di almeno uno dei seguenti casi nell’arco dei tre anni precedenti la richiesta di accesso al beneficio:

  • perdita del lavoro subordinato;
  • perdita del lavoro parasubordinato;
  • morte del mutuatario;
  • handicap grave (invalidità min 80%).

Per quanto riguarda la perdita del posto di lavoro, deve essere avvenuta in assenza di risoluzione consensuale, di licenziamento per giusta causa e di dimissioni volontarie del lavoratori, nonché con esclusione della risoluzione del rapporto per sopraggiunti limiti d’età (pensionamento).

Domanda di sospensione delle rate del mutuo: modulo e come presentarla

I requisiti sopra elencati devono essere autocertificati dal mutuatario che fa domanda di sospensione del mutuo (e dagli eventuali ulteriori intestatari del mutuo) attraverso il modulo detto di “Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà”, allegando tutti i documenti richiesti.

Il modulo può essere reperito sul sito di Consap e inoltrata, attraverso la banca, allo stessa società che gestisce Fondo di Solidarietà.

Sospensione della quota capitale del mutuo nel 2019

Grazie a un accordo del 2015 tra Abi, Ministero dello Sviluppo Economico, Ministero dell’Economia e delle Finanze e le Associazioni dei Consumatori, per tutto il 2019 e fino al 2020 è possibile accedere alla sospensione di parte della rata del mutuo in alcuni casi aggiuntivi.

A questo beneficio specifico si può accedere in caso di:

  • perdita del lavoro;
  • importante riduzione dell’orario lavorativo;
  • gravi problemi di salute.

Questa sospensione riguarda la quota capitale delle rate del mutuo per una durata massima di 12 mesi. In questo periodo, il mutuatario dovrà assicurare il versamento della sola quota interessi. Il piano di ammortamento verrà prolungato per il rimborso delle quote capitale sospese.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.