Da 1 Gennaio grossi aumenti sulla bolletta della luce

Da 1 Gennaio grossi aumenti sulla bolletta della luce
Il post ti è stato utile?
di | 26-12-2015 | Energia, Leggi Norme Regole, News e Varie

Un’altra clamorosa ed evidentissima ingiustizia sarà introdotta nei confronti dei consumatori italiani che pagano la bolletta della luce. Secondo il nuovo principio tariffario che diventerà effettivo dal prossimo 1 Gennaio 2016 (quindi tra pochissimi giorni), chi più consumerà, meno spenderà. Questo significa che per la maggior parte degli utenti, circa i tre quarti, si andrà incontro ad un aumento dei costi, perché dal prossimo mese non saranno più premiati i consumi più bassi.

In poche parole sia prima che in futuro ovviamente a consumi più alti corrisponderanno bollette più alte, ma in proporzione mentre dagli anni ’70 (nel tentativo di limitare le spese per l’acquisto di materia prima per produrre energia) ad oggi il costo per chilowatt aumentava via via in base al crescere dei consumi, adesso succederà esattamente il contrario, il costo dei primi kw costerà molto di più ai consumatori di oggi, mentre scenderà il prezzo di quelli superati una certa soglia. Una stortura clamorosa che, tra l’altro, incentiva la gente a consumare di più, e chi se ne frega dei costi anche per l’ambiente.

Per ambientalisti e associazioni dei consumatori si tratta quindi di un favore clamorosamente sfacciato rivolto ai grandi produttori di energia, in crisi per il calo dei consumi e che hanno le centrali (a gas e a carbone) che funzionano poche ore al giorno, a causa del calo dei consumi e dell’effetto rinnovabili, le quali coprono quasi il 40% del fabbisogno dei cittadini e delle famiglie italiane, che ora nel 75% dei casi andranno in contro ad aumenti sulla bolletta della luce.

Insomma viva l’inquinamento, viva chi consuma di più ed a chi consuma poco lo penalizziamo anche aumentandogli considerevolmente le bollette (fino all’80% in più). L’unico aspetto positivo è che le famiglie numerose, con questo nuovo sistema, inizieranno a risparmiare qualcosa.

Per rendere innocua tale riforma incredibile, vi consigiamo di affrettarvi a passare al mercato libero, visto che la riforma riguarderà solo il regime a maggior tutela e di modo da poter scegliere almeno la compagnia che, a seconda della vostra tipologia di consumo, vi garantisca sempre la tariffa più bassa. Per effettuare un confronto tra tutte le compagnie fornitrici di energia elettrica presenti sul mercato italiano, vi basta un click sul tasto verde qui sotto: il servizio è totalmente gratuito e non fa alcuna pubblicità specifica verso una o più compagnie, ma confronta semplicemente le offerte, le promozioni e le tariffe di tutte.

 

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV