AGCOM: banda ultralarga in crescita in Italia

AGCOM: banda ultralarga in crescita in Italia
Il post ti è stato utile?
di | 31-07-2016 | Internet ADSL e Fibra, News e Varie

Secondo l’AGCOM, l’autorità garante per le comunicazioni, la banda ultralarga è in forte crescita in Italia, mentre calano gli accessi totali da rete fissa. Interessanti anche i risultati dei singoli fornitori italiani, con Telecom che perde 680 mila accessi. Nell’ultimo l’offerta internet e telefono in Italia si è ampliata notevolmente con il lancio di piani tariffari innovativi volti a massimizzare il risparmio e rispecchiare al meglio il profilo di consumo degli utenti. Nello stesso periodo di tempo il mercato ha fatto registrare anche un calo degli accessi da rete fissa pari a 280 mila linee in meno. Questa flessione, tuttavia, non si è distribuita uniformemente tra i fornitori italiani.

banda ultralarga

I risultati degli operatori italiani secondo AGCOM

In generale, Telecom ha perso ben 680 mila accessi, mentre gli altri operatori ne hanno guadagnato circa 400 mila. Wind si conferma secondo operatore nazionale di rete fissa con il 13,6% di quota di mercato. Fastweb sale all’11,3%, con una crescita pari a +0,8%. Una crescita ancora maggiore è quella di Vodafone, che con un +0,9% raggiunge quota 10,9%.

Il rapporto di AGCOM

Questi sono alcuni dati che arrivano dal nuovo Osservatorio trimestrale AGCOM da cui emerge un interessante quadro della situazione della connettività italiana. Al di là dei singoli fornitori, uno dei dati che più saltano all’occhio è quello sulla banda larga, i cui accessi a marzo 2016 hanno raggiunto i 15,1 milioni di linee. Si tratta di un aumento su base annua di 580 mila unità, superiore alla crescita osservata nello stesso periodo dell’anno precedente.

Gli accessi broadband che utilizzano altre tecnologie sono aumentati di 930 mila unità. Il dato annuale rivela che gli accessi con velocità maggiore di 10 Mbps, con una crescita superiore a 1,5 milioni di unità, arrivano a circa 4,8 milioni, pari al 31,5% del totale delle linee broadband.

Il peso degli accessi con velocità maggiore di 30Mbps è pari all’’8,2%, contro il 4,3% del marzo 2015. In questo settore Telecom Italia è al 54,9%, in crescita di +6,8% su base annua.

Le linee broadband di nuova generazione (NGA) a marzo 2016 ammontano a 1,7 milioni di unità e la loro diffusione è in forte aumento: da inizio anno è stato pari a circa +280 mila linee da inizio anno, a fronte di un corrispondente valore di +125 mila registrato nel primo trimestre del 2015.

Infine, un accenno al mondo mobile. Nell’ultimo anno il numero delle SIM con accesso a Internet è cresciuto del 11,6%, raggiungendo i 51 milioni di unità. A marzo 2016 anche il traffico dati risulta aumentato, rispetto ai corrispondenti volumi osservati per il 2015, di oltre il 50%.

La banda ultralarga in crescita in Italia

Il rapporto evidenzia una crescita importante delle linee a banda ultralarga, che finalmente stanno trovando spazio anche grazie agli ingenti investimenti di aziende come Telecom, Fastweb e Vodafone. Da ricordare anche il progetto Enel Open Fiber, che punta a realizzare una rete fibra ottica su scala nazionale per portare agli utenti i vantaggi della connessione a banda ultralarga.

Se anche tu vuoi migliorare la velocità di connessione della tua rete Internet, consulta il nostro comparatore di tariffe per trovare quella che al meglio soddisfa le tue esigenze e effettua la verifica copertura sulla tua zona per capire se puoi attivare l’offerta nella tua abitazione.

 le migliori tariffe internet a confronto

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV