Rimborso AGICOM per roaming dati anomalo di 3, Wind e TIM

Rimborso AGICOM per roaming dati anomalo di 3, Wind e TIM
Il post ti è stato utile?
di | 27-08-2016 | News e Varie, Telefonia, TIM, TRE, Wind

roaming datiL’ AGCOM ha da poco avviato un procedimento sanzionatorio nei confronti dei tre operatori telefonici TIM, Tre Italia e Wind che, a quanto pare, sembra abbiano gestito in modo del tutto anomalo le tariffe di roaming dati. Per questo motivo, saranno rimborsati tutti gli utenti che dal 30 aprile 2016 hanno usufruito delle nuove tariffe di roaming dati stabilite da TIM, Tre e Wind.

AGCOM: LE TARIFFE ANOMALE DI TIM, TRE e WIND

Il Garante delle Comunicazioni ha appena avviato un procedimento sanzionatorio nei confronti di TIM, Tre Italia e Wind che porterà al rimborso di molti consumatori. A quanto pare, i tre operatori telefonici non hanno rispettato le norme europee, non applicando correttamente il sovrapprezzo per il traffico estero concesso dalla Commissione UE.

Infatti, la Commissione dell’Unione Europea aveva stabilito il sovrapprezzo di 5 cent al minuto per le chiamate in uscita, 1 cent per quelle in entrata, 2 cent per SMS e 5 cent per MB per quanto riguarda il traffico estero. Invece, i tre operatori italiani hanno creato dei pacchetti appositi vantaggiosi soltanto per i clienti che generano un adeguato traffico (da 10 fino a 100 minuti), nonostante l’AGCOM avesse già tentato nei mesi scorsi di farli conformare alle tariffe con sovrapprezzo.

Come ha dichiarato l’AGCOM: “L’eventuale risparmio concesso non toglie che gli operatori non hanno rispettato la norma europea. Inoltre la Tariffa UE resta conveniente per chi decide di fare pochissimo traffico in roaming dati, magari per comunicazioni essenziali con amici e parenti”. “L’utente ha diritto a pagare secondo quanto richiesto dalla Commissione”, ha aggiunto in conclusione.

ROAMING DATI ANOMALO: RIMBORSO AGLI UTENTI

Data la violazione delle norme europee da parte degli operatori, è possibile che venga effettuato un rimborso nei confronti dei consumatori che dal 30 aprile 2016 hanno usufruito delle nuove tariffe di roaming dati stabilite da TIM, Tre e Wind.

Al momento non è ancora possibile effettuare la domanda di rimborso perché conferme e modalità verranno comunicate prossimamente dallo stesso Garante. Quel che è certo è che il procedimento sanzionatorio aperto dall’AGCOM nei confronti di TIM, Tre Italia e Wind comporta “l’obbligo di dimostrare la cessazione della condotta contestata e l’avvio delle procedure di rimborso agli utenti danneggiati”.

Prossimamente l’AGCOM comunicherà lo stato del procedimento e le eventuali modalità per la richiesta del rimborso da parte dei consumatori. Seguite il blog di ComparaSemplice.it per restare aggiornati! Potete utilizzare anche il nostro comparatore di tariffe online per cercare l’offerta Mobile più conveniente per il vostro smartphone, votare i fornitori o verificare la velocità della vostra connessione internet con lo SpeedTest!

Confronto tariffe cellulari e offerte speciali mobile

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV