AGCOM: termine “Fibra” solo nelle offerte FTTH o FTTB

AGCOM: termine “Fibra” solo nelle offerte FTTH o FTTB
5 (100%) 2 votes
di | 13-07-2018 | Fibra, Internet ADSL e Fibra, Leggi Norme Regole, News e Varie

Piena trasparenza nella presentazione delle infrastrutture fisiche sulle quali sono forniti i servizi di fibra ottica”: è un passo del comunicato stampa diramato oggi dall’AGCOM, dopo l’approvazione di un provvedimento che ha come obbiettivo quello di definire le modalità con cui gli operatori dovranno comunicare le caratteristiche dei servizi in fibra.

Sommario

Quando si potrà usare il termine “fibra”

Ed è proprio attorno a questo termine, fibra, che ruota il provvedimento: da oggi, infatti, le compagnie potranno utilizzarlo tale e quale (o affiancando accrescitivi e superlativi) quando la connessione offerta è completamente in fibra ottica, come ad esempio la FTTB (Fiber To The Building) o la FTTH (Fiber To The Home). Se, invece, il servizio in fibra viene offerto passando anche sul cavo in rame o stazione radio, come nel caso della FTTC (Fiber to the Cabinet), della FTTS (Fiber to the Street) o del FWA (Fixed Wireless Access), allora la dicitura “fibra” dovrà essere affiancata ad una descrizione più particolareggiata del servizio, ad esempio “su rete mista rame” o “su rete mista radio”, a seconda della tecnologia.

Attraverso i propri canali, inoltre, il provider dovrà approfondire meglio la descrizione dei servizi e delle tecnologie utilizate, oltre a dare la possiblità al cliente di verificare la velocità di navigazione Internet e la latenza della connessione, sia in download che in upload.

Bollini Agcom: i simboli colorati nelle pubblicità

Altro punto interessante riguarda i messaggi pubblicitari e tutte le modalità di sponsorizzazione delle offerte in fibra ottica: le compagnie potranno utilizzare dei simboli con sigle e colori differenti per chiarire il tipo di offerta proposta. Ecco le varie opzioni:

  • simbolo verde con lettera F: si tratta di fibra ottica “pura”, come FTTB o FTTH;
  • simbolo giallo con lettere FR: è la cosiddetta “fibra mista rame”, come la FTTS e la FTTC;
  • simbolo rosso con lettera R: servizio che non prevede alcuna fibra.

Questo tipo di comunicazione verrà utilizzato in via sperimentale fino alla fine di quest’anno. Per maggiori informazioni sulle varie tecnologie vi rimandiamo al nostro approfondimento dedicato proprio alle differenze tra fibra FTTH, FTTC e FTTS.

Il provvedimento dell’Autorità Garante delle Comunicazioni cerca, quindi, di spingere gli operatori ad una maggiore chiarezza e trasparenza, soprattutto nelle modalità con cui vengono sponsorizzate le offerte in fibra: spesso, infatti, viene posto l’accento sulla velocità e le prestazioni di una connessione senza però specificare che la banda ultralarga è possibile solo con alcune tipologie di fibra. Un punto, questo, che crea non poca confusione tra la clientela interessata a sottoscrivere un contratto per il proprio fisso.

Vi ricordiamo che su ComparaSemplice.it potrete confrontare le migliori offerte in fibra ottica di questo periodo attraverso un servizio gratuito e personalizzabile, in grado di farvi risparmiare oltre 400 euro all’anno a seconda della promozione. Se volete saperne di più o avere un supporto da parte di un consulente potrete farlo lasciandoci una mail all’indirizzo info@comparasemplice.it oppure aprendo una live chat direttamente sul nostro portale.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995