Andamento mercato telefonia e Internet: dicembre 2017

Andamento mercato telefonia e Internet: dicembre 2017
4.5 (90%) 6 votes
di | 15-01-2018 | Fastweb, Fibra, Internet ADSL e Fibra, News e Varie, Telefonia, TIM, Vodafone, Wind

Il mese di dicembre 2017 ha chiuso un anno particolarmente movimentato per il mercato della telefonia fissa e Internet per la casa. Tante sono state le nuove offerte lanciate, le novità tra i provider. L’accelerazione nei lavori di posa della fibra ottica ha portato l’Internet veloce a casa di molti italiani. In controtendenza rispetto agli anni precedenti, durante il mese natalizio, l’interesse nei confronti delle offerte per l’ADSL, la fibra e la telefonia non è scemato, anzi. Rispetto al mese di novembre, i consumatori hanno aumentato del 15,20% il loro interesse per la proposta del mercato.

Nel mese scorso abbiamo assistito a una nuova puntata della serie “AgCom contro gli operatori” per la questione della fatturazione a 28 giorni, con la multa irrogata dall’Authority a TIM, Vodafone, Wind Tre e Fastweb e la richiesta di rimborso per i clienti a carico dei provider.

A novembre, TIM era in cima al podio dei provider preferiti dai consumatori, con il 31,5% delle preferenze. Fastweb seguiva con il 29%. Continuando a leggere, scopriamo quali sono stati gli andamenti del mercato per il mese conclusivo del 2017.

Telefonia fissa e Internet: gli operatori preferiti a dicembre 2017

Ancora una volta, nel mese di dicembre, TIM ha dominato il mercato guadagnando la fiducia del 31,4% dei consumatori che volevano cambiare operatore. Appena 0,1 punti percentuali in meno rispetto al mese precedente. Il secondo posto è stato conquistato da Vodafone, a spese di Fastweb. L’operatore dalla virgola rossa ha portato a casa il 29,8% dei consumatori in vena di cambio operatore (-1,6 punti percentuali sul mese precedente).

Fastweb passa al terzo posto con il 27,9%, cedendo 1,1 punti percentuali in favore di Vodafone. Quello tra Fastweb e Vodafone sembra essere un testa a testa a colpi di clienti acquisiti.

Dicembre 2017 andamento mercato telefonia internet grafico classifica

L’analisi

Il dicembre di TIM per la casa (fisso più telefono) si è aperto con la promozione sull’offerta Smart Casa. Un abbattimento dei costi di 139,00€ per l’azzeramento delle spese di attivazione. La promozione, che si è chiusa il giorno 3 del mese scorso, prevedeva anche un costo a ogni rinnovo (4 settimane) di 24,90€, contro i 39,90€ previsti dal listino. TIM Smart Casa offre chiamate e Internet illimitati. Dopo la metà del mese, TIM ha rilanciato con le offerte Smart Super Promo, rimaste attive fino a metà gennaio. Ancora una volta, l’elemento d’attrazione della promozione è senz’altro l’annullamento del costo d’attivazione (90€), mentre il contributo di 49€ sarebbe stato annullato dalla scelta della domiciliazione bancaria della bolletta. Con 24,90€ (39,90€ da listino), prezzo bloccato per un anno, e con la leva dell’attivazione gratuita di TIM Smart Casa e, in aggiunta, la diffusione della copertura di TIM Smart Fibra+, si è giocata tutta la competizione tra TIM e Fastweb. Al canone proposto da TIM, c’è poi d’aggiungere i 3,90€ per 48 rate per la vendita abbinata dello Smart Modem WiFi: spesa che molti consumatori potrebbero essersi trovati a valutare solo in fase di chiusura del contratto.

Vodafone ha conquistato quote di mercato perseverando nell’offerta dell’IperFibra a 20,00€ ogni 4 settimane. Il contributo d’attivazione (4,00€ ogni 4 settimane per 48 rinnovi), porta la spesa ad avvicinarsi agli standard di mercato. Il consumatore deve valutare anche il costo delle chiamate verso i cellulari da fisso (19 centesimi di scatto alla risposta, più 19 centesimi al minuto): elemento che potrebbe non essere evidente in fase di comparazione della tariffa Internet e telefono fisso per casa.

Il terzo provider nella classifica mensile, a dicembre, ha lanciato sul mercato la promozione Fastweb Internet + Telefono a 29,95€ (per sempre) ogni 4 settimane, modem e attivazione (93,60€ da listino) compresi. Nonostante la convenienza economica rispetto a TIM al termine del periodo vincolante (con Fastweb si sarebbero risparmiati circa 185,00€), Fastweb ha perso 1,1 punti percentuali nella competizione per il secondo posto. Il sentiment generale suggerirebbe una recente carenza nelle tempistiche d’attivazione e nell’assistenza clienti (elemento riscontrato in quasi tutti i provider) che potrebbe aver guidato i consumatori verso altri operatori del mercato Internet e telefono per la casa.

Wind continua a proporre, con WindHome, tariffe ADSL e Fibra dal prezzo molto competitivo (tariffa base per connessione e telefonate 17,90€ ogni 4 settimane), ma il mercato sembra essere rimasto scottato dai cambi unilaterali di tariffa a contratto avviato, diffidando della dicitura “prezzo bloccato”.

In attesa di vedere come si concluderà la questione del ritorno alla tariffazione al mese solare imposta da AgCom e legislatore e il previsto impatto sulle tariffe, il mercato premia la copertura delle reti per l’Internet veloce. La crescita della domanda di un servizio clienti di qualità e risolutivo sembra andare in controtendenza rispetto all’investimento degli operatori: un aspetto che potrebbe far guadagnare in concorrenza, assieme a un impegno sulle tariffe trasparenti.

Andamento mercato consumer telefonia e Internet: il grafico del trend

Il trend del mercato telefonia e Internet, aggiornato a dicembre 2017. Si può notare la sfida per la seconda posizione, combattuta da Fastweb e Vodafone nel corso degli ultimi mesi.

Grafico andamento mercato telefonia internet dicembre 2017

0321.085995