In aumento del 30% la domanda di energia entro il 2040

In aumento del 30% la domanda di energia entro il 2040
Il post ti è stato utile?
di | 17-11-2015 | Energia, News e Varie

In crescita la domanda di energia, un aumento del 30% entro il 2040. Così si è pronunciato il World Energy Outlook dell’Agenzia Internazionale dell’Energia che ha previsto un sostanziale aumento della richiesta soprattutto di provenienza dalle aree meno sviluppate del pianeta.
L’aumento della domanda, secondo l’Agenzia Internazionale, riguarderà solo i Paesi non membri dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, e in controtendenza assisteremo ad una contrazione della domanda in ambito Europeo, un calo del 15% che andrà a fare compagnia ad altre due domande sempre più ristrette, Stati Uniti al 10% e Giappone al 3%.

Le pincipali zone dove si verificherà la spinta della domanda sono quelle dell’Africa Centrale e l’area del Sud Est Asiatico, l’aumento interesserà anche il Medio Oriente ed in particolare l’India e la Cina. Tra le fonti di energia in più rapida crescita ci sono eolico, solare e biocarburanti, con un aumento medio annuo del 6% circa da qui al 2040, queste fonti potranno rappresentare il 4% della domanda globale di energia.

Nel 2040 il totale delle energie rinnovabili costituirà il 15% del fabbisogno energetico. Sarà determinante l’aumento della domanda di energie rinnovabili per quanto riguarda le emissioni di gas serra. Tutto ciò sarà utile per riuscire a contenere l’aumento delle temperature al di sotto dei 2°C perché ai ritmi attuali non sarà possibile limitare il riscaldamento globale sotto i 2,7°C.

Un capitolo a parte lo merita l’energia nucleare, che è di fatto una di quelle fonti di energia che aumentano più velocemente in termini di domanda, il nucleare infatti dovrebbe quasi raddoppiare tra il 2010 e il 2040, con una crescita nell’area Asia-Pacifico, trainata in special modo dalla Cina.

Sarà la richiesta del carbone a calare nei prossimi 25 anni e per converso come accennato sempre più consistente l’apporto di quelle che sono le energie rinnovabili. Il carbone infatti avrà un calo di domanda che passerà dal 30% al 41% mentre resterà costante la richiesta di energie rinnovabili derivanti dall’acqua.

Gli esperti fanno anche notare che tra 40 anni anche il prezzo del petrolio subirà un forte calo, dando dunque più spazio a tutte le altre forme di energia che saranno proiettate verso nuove forme di sviluppo soprattutto grazie alla tecnologia che amplierà la gamma delle prestazioni.

Scegli ComparaSemplice e risparmia con le innumerevoli offerte del comparatore! Vota il tuo fornitore nell’apposita sezione e tienti sempre aggiornato con il magazine del portale! Siamo sempre accanto al consumatore, siamo il comparatore semplice, dove facilmente potrai trovare il piano tariffario più adatto alle tue esigenze!

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995