BMW X4 2018: rinnovato lo Sport Activity Coupé tedesco

BMW X4 2018: rinnovato lo Sport Activity Coupé tedesco
5 (100%) 1 vote
di | 22-02-2018 | Auto, News e Varie

Ogni auto, ha un proprio segmento. Poi ci sono quelle che lo hanno inventato, che mantengono l’esclusiva e che quindi restano uniche nel genere e non solo. E’ il caso di BMW, che con la X4 ha inventato un genere che ha nominato SAC, acronimo di Sport Activity Coupé. Presentato appena quattro anni fa (era il 2014), il SUV della Casa dell’Elica, sfrutta la base di un altro Sport Utility Vehicle tedesco, il noto X3. In sostanza si tratta di una sorta di coupé rialzata a guardarlo bene. Ricordiamo che sarà disponibile a noleggio lungo termine e che soprattutto, da quando è stata immessa sul mercato può già contare la bellezza di 200.000 immatricolazioni. Non male per essere un mezzo… “diverso” ed un plauso a BMW che ha inventato qualcosa di nuovo e che continua ad osare!

BMW X4 2018: è sempre lei, ma è… diversa

La nuova BMW X4 2018 è riconoscibile così anche a decine di metri di distanza, ma attenzione, perché cambia e non di poco. Iniziamo con il darvi due misure prese dalla scheda tecnica. Ora l’auto è più lunga, visto che aumenta di 81 mm, per toccare un totale di 4,75 metri. Registriamo poi un aumento del passo di 54 mm, per un totale di 2,86 metri e della larghezza, che sale di 37 mm in più toccando quota 1,92 metri. E’ invece leggermente più a portata d’uomo l’alterzza della vettura, visto che scende di poco, ma comunque di 3 mm, passando dunque ad una altezza totale di 1,62 metri.

A livello di estetica la nuova BMW X4 vede un anteriore differente rispetto al precedente modello, e che riprende lo stile della sorella più piccina X3. Quello che cambia è il posteriore che sembra veramente tanto simile ad un’altra azienda tedesca. Vi dice nulla un marchio con una… Stella? I fanali sono infatti più schiacciati rispetto a prima e con una forma che si delinea in modo decisamente più orizzontale. Cambiano poi i cerchi, ad arco e con misure impressionanti, visto che si va dai più normali 18 pollici ai più mastodontici da ben 21 pollici di diametro. Infine, i designer tedeschi hanno rivisto la fiancata ed il tettuccio, mantenendo però soprattutto per le prima, il family look del precedente modello. Quanto alla capacità del bagagliaio, si parla di 525/1.430 litri.

Tre allestimenti: xLine, M Sport X e M Sport

Come era lecito aspettarsi, BMW ha pensato di aggiornare la nuova X4 con la maggior parte degli elementi tecnici in circolazione. Arriva lo schermo da ben 12 pollici con la strumentazione digitale black panel di derivazione X3 e optional, l’head-up display a colori. Tra le innumerevoli novità, citiamo un display da 10,5″ per il sistema di infotainment ed un volante rivisto nelle forme. Quanto agli ormai classici allestimenti a cui BMW ci ha abituati, sappiate che saranno tre: xLine, M Sport X e M Sport. Inutile dirvi che l’ultimo è il più sportivo dei tre.

A tutta tecnologia

Se andiamo a vedere la tecnologia in tema sicurezza… beh, preparatevi. Iniziamo con il Driving Assistant Plus. Disponibile con l’optional Steering and lane control assistant e Lane Keeping Assistant, la nuova BMW X4 sarà capace di mantenere la linea impostata da sola. Se a questo poi aggiungiamo anche la tecnologia Side Collision Protection, allora sappiate che l’auto sarà in grado di percepire il pericolo in caso di collisione laterale. Il SUV tedesco, infatti, si fermerà da solo in situazioni di eventuali impatti in presenza di angoli ciechi. Non manca poi un aggiormento al software della vettura, in grado di percepire il riconoscimento vocale, senza bisogno di ripetere alcune frasi preimpostate ex-fabbrica. A livello di tecnologia, aggiungiamo un optional, il controllo elettronico delle sospensioni, ma anche lo sterzo a demoltiplicazione variabile, ed il differenziale e i freni M Sport, così da potersi “cucire” l’auto a proprio piacimento.

Motorizzazioni e prestazioni

La nuova BMW X4 vanta chiaramente tutta una serie di motorizzazioni. Iniziamo dalla xDrive20d dotata del 2.0 turbodiesel, un quattro in linea che sviluppa una potenza massima di 190 CV e 400 Nm di coppia. I dati dichiarati parlano di uno 0-100 km/h in 8 secondi e 213 km/h di velocità di punta. I consumi medi (NEDC), ancora da omologare, parlano di circa 18,5 km/l. Salendo in tema di prestazioni, troviamo la xDrive25d. Il propulsore è ancora il 2.0 turbodiesel, ma la potenza sale a 231 CV e la coppia a 500 Nm. A braccetto, incrementano anche le prestazioni in tema di velocità, di 230 km/h e nello 0-100 km/h, stimato in appena 6,8 secondi (scendono i consumi a 17,9 km/l).

Con lo stesso schema del motore, abbiamo la xDrive20i a benzina, dotata di un 2.0 turbo benzina da 184 CV e 290 Nm di coppia. La velocità di punta è di 215 km/h e lo 0-100 km/h è coperto in 8,3 secondi. Salendo, abbiamo la xDrive30i con il medesimo motore, ma con 252 CV. Chiudiamo con le motorizzazioni a 6 cilindri in linea. Al lancio ci sarà il 3.0 (lo stesso della M40i) con 360 CV e 500 Nm di coppia. Lo 0-100 km/h è “chiuso” in appena 4,8 secondi. Quanto ai turbodiesel, sempre a 6 cilindri, c’è la xDrive30d, dotata di 265 CV. Quanto alla M40d si parla di 326 CV.

In ogni caso, per ora, la concorrenza sta solo (ed ancora) a guardare. Di SUV ce ne sono ormai una quantità industriale, ma nessuno ha ancora osato minare il campo di BMW con qualcosa di concorrenziale. Qui potete trovarne alcuni SUV a noleggio a lungo termine ad esempio, ma nulla di simile. Vedremo se qualche Casa saprà sorprenderci, anche perché il Salone di Ginevra è vicinissimo. Si terrà infatti dall’8 al 18 marzo e sono tantissime le novità attese. Chiaramente, la nuova BMW X4 2018 sarà una delle “modelle” in pedana per lo stand tedesco. Sicuramente ne vedremo delle belle, non resta che attendere ancora poche settimane.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995