Bolletta Gas: meno cara nel secondo trimestre del 2015

Bolletta Gas: meno cara nel secondo trimestre del 2015
Il post ti è stato utile?
di | 22-06-2015 | Come risparmiare, Energia, Gas, News e Varie

Dall’ AEEGSI arrivano buone notizie per i consumatori italiani: l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico, ha confermato che, dopo le diminuzioni registrate nel primo trimestre dell’anno, anche per il secondo trimestre 2015 è previsto un ribasso del costo del gas al metro cubo.

Le previsioni dell’ente amministrativo, attivo dal 1997 come soggetto regolatore dei mercati liberalizzati dell’energia elettrica e del gas naturale, indicano un ulteriore calo del 4% sulle bollette di una famiglia tipo (con consumi di 1.400 metri cubi di gas all’anno) relative al periodo aprile/giugno. Calcolando il trimestre in corso e i tre trimestri precedenti, la spesa annua stimata è di 1.135€: un calo complessivo del 5,7% rispetto all’anno scorso, con un risparmio previsto di circa 70€ a famiglia. Sono buone notizie queste che portano un po’ di sollievo ad un consumatore italiano sempre più strozzato dalla crisi e che cerca oggigiorno nuovi metodi di risparmio nel settore delle commodities.

Il prezzo di riferimento del gas per il cliente tipo domestico in regime di maggior tutela passa così a 78,46 centesimi al metro cubo, tasse incluse!
Ma non è tutto: oltre al costo del gas, secondo le stime dell’autorità, è in diminuzione anche quello dell’energia elettrica (-1,1% rispetto al trimestre precedente).

Certamente la riduzione del prezzo del gas è molto più significativa ed è dovuta alle aspettative sul calo dei prezzi all’ingrosso in Italia e in Europa. In conseguenza dei minori consumi previsti per la stagione estiva, infatti, le quotazioni di mercato della materia prima per il secondo trimestre sono in ribasso. E a seguito della “riforma gas” completata dall’AEEGSI nel 2014, che svincola i costi del gas da quelli del petrolio, utilizzando per il calcolo della materia prima proprio le quotazioni spot nei mercati all’ingrosso, il ribasso dei prezzi di mercato si traduce in una riduzione automatica del costo del gas in bolletta.

Stando alle indicazioni dell’Ente, senza alcun dubbio si sarebbe potuto verificare un risparmio ancora più consistente per il consumatore finale, ma l’aumento degli oneri utilizzati per finanziare gli incentivi a sostegno delle iniziative di efficienza energetica (componente RE, +0,3% sul cliente tipo) ha controbilanciato i conti.

Scopri le offerte di ComparaSemplice e soprattutto risparmia, il comparatore online che è sempre a fianco del consumatore: luce, gas, internet, adsl, telefonia e tanto altro ancora! Inoltre nelle pagine del sito, puoi esprimere la tua opinione sugli operatori presenti sul mercato, confrontarti con le opinioni di altri consumatori, dire le tua per migliorare il servizio!

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV