Bollette luce: Arera proroga il mercato tutelato per microimprese e condomini

di | 18-11-2022 | News e Varie, News Gas e Luce

L’Autorità ha posticipato al 1° aprile il termine del mercato tutelato per le microimprese e per le altre utenze non domestiche. Il termine era previsto per il 31 dicembre 2022.

Bollette luce: Arera proroga il mercato tutelato per microimprese e condomini
Confronta

L’Arera ha prorogato al 1° aprile 2023 la data di attivazione del Servizio a tutele graduali per tutte quelle utenze che, come previsto dal Ddl concorrenza, non potranno più essere fornite dal mercato di maggior tutela. Le utenze interessate sono microimprese e tutte le utenze non domestiche (come, ad esempio, i condomini): inizialmente, la fine del mercato tutelato per le utenze in questione era previsto per il 31 dicembre 2022.
Tutte le utenze non domestiche che ancora non hanno scelto un fornitore nel mercato libero, quindi, continueranno a fornire del servizio di maggior tutela alle stesse condizioni attuali.
Arera precisa che questa decisione “si è resa necessaria per il differimento di oltre due mesi delle date di svolgimento delle procedure concorsuali che avrebbero dovuto assegnare il servizio a inizio ottobre 2022”.

Sommario

Differenze tra il mercato tutelato e il mercato libero

Le differenze tra il mercato tutelato e il mercato libero sono ormai note, ma è bene riepilogarle soprattutto in un periodo così particolare per il settore dell’energia:

  • Mercato tutelato: il costo di luce e gas è regolato dall’Arera (l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente)
  • Mercato libero: il costo di luce e gas, e tutte le condizioni del contratto, sono definite e regolate dai singoli gestori in regime di libera concorrenza e i consumatori, di conseguenza, possono scegliere la tariffa più conveniente confrontando le diverse offerte

Cosa devono fare le utenze non domestiche che hanno già scelto il mercato libero?

Tutte le utenze non domestiche che hanno già effettuato un passaggio nel mercato libero non devono effettuare alcuna variazione del proprio contratto né inoltrare alcuna comunicazione. La norma, infatti, riguarda solo le utenze non domestiche che si trovano attualmente nel mercato di maggior tutela.
I clienti non domestici che si trovano già con una fornitura luce nel mercato libero non potranno chiedere il rientro nel servizio di maggior tutela, nonostante la proroga di quest’ultimo al 1° aprile 2023.

Cosa succede se non si passa al mercato libero?

Le utenze non domestiche che, entro il 1° aprile, non avranno ancora scelto un nuovo fornitore all’interno del mercato libero dell’energia non resteranno senza fornitore né tantomeno subiranno una sospensione dell’utenza. Tutti i clienti in questione, quindi, passeranno al Servizio a Tutele Graduali: si tratta di servizio ad hoc, predisposto da ARERA, che accompagna i consumatori verso la liberalizzazione del mercato. Il cliente finale può, in qualsiasi momento, recedere dal contratto e cambiare fornitore di energia elettrica secondo le modalità e le tempistiche previste nel contratto stesso.
Tutte le comunicazioni sulla fine del mercato tutelato e sull’attivazione del Servizio a Tutele Graduali dovranno essere comunicate tempestivamente dal fornitore a ciascun cliente non domestico attualmente nel mercato tutelato.
I consumatori che vorranno anticipare il passaggio possono decidere in qualsiasi momento di confrontare le offerte luce e gas del libero mercato.

Il Servizio a Tutele Graduali non riguarda al momento i clienti domestici, per i quali la fine del mercato tutelato è stata da poco posticipata al 10 gennaio 2024.

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.