Canone Rai inserito nella bolletta della luce: non si potrà più scappare

Canone Rai inserito nella bolletta della luce: non si potrà più scappare
Il post ti è stato utile?
di | 14-11-2014 | Energia, Leggi Norme Regole, News e Varie

canone rai nella bolletta della luceSe ne parla da diversi anni ormai, ma sono ancora una volta Renzi ed il suo Governo a rendersi protagonisti di un qualcosa di rivoluzionario, in positivo o in negativo giudicatelo voi.

Il canone Rai sarà inserito nella bolletta della luce e quindi diventerà impossibile per i tanti italiani che non lo pagano, perchè non ancora stati scoperti o perchè considerano tale tassa ridicola ed ingiusta, scappare. Oggi anche se ti arriva l’avviso di apertura nuova utenza, puoi sempre dichiarare di non possedere un televisore, radio, pc o qualsiasi altro apparecchio atto a ricevere programmi radiotelevisivi. Dall’anno fiscale 2015 invece la tassa arriverà in automatico ad ogni nucleo familiare nella bolletta della luce.

Il sottosegretario alla Comunicazione Giacomelli sta infatti chiedendo a gran voce di fare presto sulla modifica dei costi e delle modalità di pagamento per i cittadini del canone Rai, così che siano modificate dalla loro modalità standard quanto prima, entro comunque un mese.

Uno dei balzelli più indigesti per i contribuenti italiani, tanto che si stima un’evasione da 450 milioni di euro all’anno. Pagare tutti per pagare meno, visto che quando entrerà in vigore tale riforma, tutti saranno costretti a pagare, ma le tariffe saranno più basse: dalle 113 euro di oggi, si dovrebbe passare a circa 70 euro all’anno per ciascun intestatario di bolletta della luce.

A quel punto l’onere della prova sarà ribaltato, e non dovranno più essere i funzionari Rai a dover dimostrare il possesso di apparecchi radiotelevisivi da parte degli utenti, senza avere tra l’altro gli strumenti per farlo, visto che non sono un organo di polizia, ma dovremo noi dimostrare, per giustificare un’eventuale richiesta di modifica della bolletta, di non possedere televisioni, radio, pc, ma anche smartphone, tablet ed apparecchi del genere, assimilati tutti dal Governo nella stessa “famiglia” di apparecchi elettronici.

Il management dell’Autorità per l’Energia Elettrica però ha già parlato di uso improprio del mezzo e preferirebbe la scelta di un altro strumento per porre fine all’evasione del canone Tv. Ne sapremo comunque di più a breve, visto che il Governo Renzi ha fretta di chiudere la questione con una nuova regolamentazione entro la fine del 2014, per renderla applicabile già a partire dal 2015.

offerte luce

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV