ComparaSemplice.it con Daniele Nardi per la sfida al Nanga Parbat

ComparaSemplice.it con Daniele Nardi per la sfida al Nanga Parbat
5 (100%) 11 votes
di | 02-01-2019 | News e Varie

C’è un italiano che sta compiendo un’impresa eccezionale. Chi è? Si chiama Daniele Nardi ed è da poco arrivato al campo base sulle pendici del Nanga Parbat (8.126 mslm), Pakistan. L’alpinista originario di Sezze ha un obiettivo: aprire una via passando attraverso lo sperone Mummery. E lo vuole fare puntando tutto sulle sue forze e la forza del suo team, nel puro stile alpino che lo caratterizza.

ComparaSemplice.it ha scelto di camminare al fianco di Daniele Nardi e di supportarlo in questa avventura, perché ci piacciono le sfide e chi combatte contro le condizioni avverse per raggiungere i propri obiettivi. Parlando con Daniele negli ultimi giorni prima della partenza per il Pakistan, abbiamo scoperto di avere tante cose in comune e la sua energia ci ha fatto appassionare alla spedizione.

Ogni giorno, noi di ComparaSemplice.it, aiutiamo centinaia di famiglie a risparmiare sulle bollette grazie al servizio di comparazione e consulenza sulle tariffe di luce, gas, telefonia, assicurazioni, pay tv e noleggio a lungo termine. Un risparmio che, ci piace pensare, chi si affida a noi saprà investire nelle proprie passioni. Nella spedizione di Daniele, il risparmio non sarà solo necessario, ma anche vitale. Le condizioni estreme e la scarsità di risorse hanno portato e porteranno tutto il team a effettuare delle oculate scelte in fase di pianificazione e nel quotidiano che, lassù, sulle pendici della “Montagna mangia-uomini”, si riveleranno cruciali.

Scopriamo di più su chi è Daniele Nardi e cosa dovrà affrontare in questa sua scalata ai limiti del possibile.

Sommario

Sfida al Nanga Parbat: Daniele Nardi e la spedizione 2018/2019

Non sono i primi 8.000, per Daniele Nardi: l’alpinista 42enne ha già scalato l’Everest (8.848 m), il K2 (8.611 m), il Broad Peak (8.051 m), la Middle dello Shisha Pangma (8.013 m). Per lui non è la prima volta neanche sul Nanga Parbat. Ciò che rende speciale questa spedizione è la determinazione di aprire una via attraverso lo sperone Mummery per un’ascesa tra i 5.700 e i 7.000 m fino agli 8125m della vetta del Nanga in pieno inverno; una via spettacolare e pericolosa sul versante Diamir. Un’ascesa che richiede preparazione tecnica, fisica, determinazione e coraggio.

In questa spedizione, Daniele Nardi non sarà solo. Ci saranno anche Tom Ballard, Rahmat Ullah Baig e Karim Haiat. Per tutti loro, il risparmio di energie e di rifornimenti per affrontare i momenti più duri della spedizione sarà una strategia vitale.

I consigli di Daniele Nardi per il risparmio in alta quota

Nelle prossime settimane seguiremo la spedizione nelle sue tappe fondamentali e Daniele ci aiuterà a capire cosa significa risparmiare in condizioni estreme, quando ad essere a rischio non è solo il bilancio familiare, ma la vita stessa.

Scopriremo che vivere nelle condizioni atmosferiche estreme delle vette più alte del mondo, significa ripensare l’utilizzo di molte delle risorse del quotidiano, ideare stratagemmi per migliorare (anche se di poco) il comfort delle notti a -50°C e dei giorni che non superano gli 0°C, con venti che soffiano da tutte le direzioni.

Se volete accompagnarci in questa entusiasmante avventura con Daniele Nardi sulle pendici del Nanga Parbat, non dovrete far altro che seguire la nostra pagina Facebook i post caratterizzati dall’hashtag #Save4YourPassions.

Chi è Daniele Nardi

Daniele Nardi è un alpinista nato a Sezze il 24 giugno 1976. Ha scalato l’Everest, il K2 e molte delle cime più alte del mondo in Asia e in Sud America.

Nel 2011, in collaborazione con il Comitato EvK2 del CNR, ha partecipato alla spedizione Share Everest con l’obiettivo di posizionare la stazione di monitoraggio del clima più alta al mondo utilizzata dalla Comunità Scientifica Internazionale.

Nello stesso anno, Daniele viene premiato dal CAI (Club Alpino Italiano) e dal CAAI (Club Alpino Accademico Italiano) per la scalata del Bhagirathi in India in stile alpino su una nuova via. Un’impresa nella quale è stato accompagnato da Roberto Delle Monache.

Con la nomination al “Piolet D’or”, Daniele Nardi conquista un apprezzamento di livello internazionale grazie a due progetti esplorativi in Pakistan, con l’apertura della Telegraph Road, e in Italia, con l’apertura di una nuova via sul Monte Rosa.

Grazie al suo impegno sportivo, Daniele veicola anche importanti messaggi nel mondo, in qualità di ambasciatore per i Diritti Umani e sostenendo progetti di solidarietà in Nepal e Pakistan.

Potete seguire le sue imprese visitando il sito internet danielenardi.org o la sua pagina Facebook facebook.com/danielenardialpinista.

Nanga Parbat: la montagna assassina

Il Nanga Parbat si trova in Pakistan. Con i suoi 8.126 mslm è la nona vetta più alta della Terra. I locali la chiamano “Montagna mangia-uomini” o “Montagna del diavolo“: un appellativo derivatogli dall’indice di mortalità che caratterizza i tentativi di scalata delle sue vette.

La prima ascensione di successo avvenne nel 1953, con la spedizione austro-tedesca guidata da Karl Maria Herrligkoffer. L’alpinista Hermann Buhl, parte di quella spedizione, riuscì ad arrivare in vetta da solo.

Reinhold Messner e suo fratello Günther furono i primi italiani a conquistare la vetta del Nanga Parbat nel 1970. Fu proprio discendendo dal versante ovest (quello della spedizione di Daniele Nardi) che Günther trovò la morte in una valanga.

La prima ascensione invernale fu quella del 2016, dopo aver raggiunto i 6750m del campo3 un incidente costringe Daniele a rientrare a casa lasciando sulla montagna tende e corde per il tentativo dei suoi compagni di squadra, Alex Txikon e Ali Sadpara. Si accompagnano al tentativo Simone Moro e Tamara Lunger (Tamara Lunger si è fermata a 70 metri dalla vetta).

Scopri le curiosità sulla sfida di Daniele Nardi allo sperone Mummery (Nanga Parbat, inverno 2018/2019)

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.