Giugno 2018, rapporto Terna: cala la richiesta di energia -3,3%

Giugno 2018, rapporto Terna: cala la richiesta di energia -3,3%
5 (100%) 1 vote
di | 24-07-2018 | Energia, News e Varie

Dal Rapporto mensile sul Sistema Elettrico di Terna relativo a giugno 2018, emerge un dato interessante: nel mese preso in considerazione, la domanda di energia è calata del 3,3% rispetto all’anno precedente. Un dato in controtendenza rispetto ai primi sei mesi del 2018 che, invece, hanno visto un incremento del fabbisogno energetico (+0,8%).

Per capire il perché di questo andamento e come il sistema energetico italiano abbia assorbito la domanda, vediamo il dettaglio dell’analisi effettuata da Terna.

Giugno un po’ più fresco e la domanda di energia cala

Secondo il rapporto, la minore richiesta di energia elettrica in Italia durante giugno 2018 se confrontata con l’anno precedente può essere imputata alle condizioni climatiche. Il mese, infatti, ha fatto registrare una temperatura media inferiore di 1,2°C rispetto a quella del 2017.

Il minor utilizzo di climatizzatori ha, dunque, contribuito ad abbattere del 3,3% il fabbisogno energetico del nostro Paese. Tuttavia la variazione di domanda è positiva poiché giugno 2017 è stato un mese record per il caldo negli ultimi 10 anni.

A giugno 2018 la richiesta interna di energia è stata di 27,0 miliardi di kWh: come ha assorbito tale fabbisogno il sistema produttivo italiano?

L’energia prodotta e l’energia importata: il bilancio di giugno 2018

A fronte di un fabbisogno di 27,0 miliardi di kWh, l’Italia ha prodotto 23.810 GWh. La produzione nazionale è stata impiegata per coprire l’87,6% della richiesta. Per la parte rimanente è stata utilizzata energia importata. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, giugno 2018 ha visto un segno positivo anche nel saldo estero (+18,1%).

La produzione nazionale è stata alimentata per il 51% da fonti energetiche green. Il rimanente 49% è stato prodotto da fonte termica. Facendo sempre un confronto con l’anno precedente, il sistema energetico ha visto un incremento generale del ricorso alle rinnovabili (+54,2% eolico, +29,4% idroelettrico), con l’unica eccezione della fonte fotovoltaica (-2,2%).

L’importazione di energia determinante per la copertura del fabbisogno energetico italiano

Il report di Terna ci aggiorna anche sulla valutazione del nostro sistema energetico effettuata dall’associazione europea dei Gestori di Rete di Trasmissione (Entso-E). L’analisi è pubblicata nel Seasonal Outlook con lo scopo di individuare eventuali debolezze sistemiche in caso di crisi energetica (domanda che eccede la produzione).

Secondo l’ultimo Seasonal Outlook, l’Europa può sostenere un’eventuale estate con temperature superiori alla media grazie a un approvvigionamento e uno stoccaggio di risorse adeguati anche in caso di criticità nel sistema produttivo . In questo contesto, come se la cava l’Italia? Il report stagionale dell’Entso-E vede l’Italia riuscire a soddisfare un fabbisogno superiore alla media durante una stagione estiva particolarmente torrida. Anche nel caso di scarsità di produzione da fonti rinnovabili. Tuttavia viene sottolineato che il sistema può reggersi per il quadrimestre giugno – settembre solo grazie agli apporti dei Paesi confinanti. L’import di energia elettrica rimane, dunque, un asset irrinunciabile per il nostro sistema energetico.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.