Incentivi auto elettriche 2023

di | 02-01-2023 | News e Varie, News Noleggio

Se state pensando di acquistare una automobile elettrica, questo è il momento adatto. Ecco cosa c'è da sapere sugli incentivi auto

Incentivi auto elettriche 2023
Confronta

State pensando di cambiare auto? Magari… elettrica? Beh, allora non potete non considerare il fatto che il Governo, consapevole del momento di crisi, abbia rifinanziato l’Ecobonus. All’interno del cosiddetto decreto Bollette, tornerà disponibile a gennaio 2023. Naturalmente le auto elettriche sono quelle più interessate dalla cosa, con un aiuto importante per chi desidera acquistarne una nuova. Vediamo dunque cosa c’è da sapere in merito alla cosa.

Sommario

Approfondimenti:

Si ricomincia nel 2023

Con il nuovo anno, naturalmente il 2023, si riparte con il bonus, rifinanziato (valido fino al 2024 compreso). L’importo messo in gioco dal Governo, è di 615 milioni di euro l’anno, fondo destinato praticamente quasi tutto alle auto elettriche o ibride. E’ suddiviso, per essere precisi, in 230 milioni di euro per il 2023 e 245 milioni euro per il 2024.

Incentivi auto elettriche 2023: cosa c’è da sapere ed i limiti

Come ogni bonus, abbiamo dei limiti. Per accedere agli incentivi, pensiamo ad esempio alla rottamazione di un altro veicolo, facoltativa per l’acquisto di una auto elettrica o ibrida plug-in (obbligatorio per le termiche). Va da sé, che la prossima auto, dovrà essere rigorosamente nuova (non si parla infatti di usato). Altro limite stabilito dal Governo, è che l’immatricolazione dovrà avvenire entro 270 giorni dalla chiusura (firma) del contratto. Interessante notare l’allungamento dei giorni rispetto ai precedenti incentivi, che vedevano 180 giorni. Ricordiamo poi che, per spingere il mercato dell’elettriche, le auto che rientrano in fascia 0-20 e 21-60 g/km di CO2), vedono un contributo superiore per tutti i cittadini che hanno un reddito sotto i 30.000 euro.

Auto elettriche: quando partono gli incentivi 2023?

Da quando potrete accedere agli incentivi auto elettriche 2023? Partono ufficialmente il 1° gennaio 2023, quindi non aspettate e recatevi presso la concessionaria di fiducia. In questi giorni, mentre leggete, il Governo dovrebbe aver approvato l’effettiva erogazione grazie al decreto attuativo del MISE.

Come funzionano gli incentivi auto 2023-2024?

Le auto elettriche, che rientrano nella fascia 0-20 g/km di CO2, vedono un importo stimato in ben 5.000 euro di aiuto, a patto di rottamare un’auto inquinante. Importo che cala a 3.000 euro, se non presentate un altra automobile da rottamare. Come accennato sopra, se avete un reddito inferiore ad euro 30.000 le cifre aumentano. L’importo sale infatti da 3.000 a 4.500 euro senza rottamazione e da 5.000 a 7.500 euro per chi rottama un’auto pre Euro 5 (più inquinante).

Tetto massimo di spesa

Chiaramente è stato previsto un limite massimo di spesa per l’acquisto della vostra nuova auto elettrica. Si fa riferimento al prezzo di listino, accessori inclusi naturalmente. L’importo massimo stabilito dal Governo, senza IVA, IPT e messa su strada, è di 35.000 euro nelle fasce 0-20 g/km e 61-135 g/km di CO2. Per semplificare le cose, con l’IVA compresa, l’importo è di 42.700 euro (45.000 euro nella fascia 21-60 g/km di CO2 e con l’IVA, 54.900 euro).

Incentivi auto: quanto durano?

Vi ricordiamo che avete tempo fino al 31 dicembre 2024 per accedere agli incentivi auto. Sia chiaro, qualora i fondi esauriscano, i contributi statali si andranno ad interrompere automaticamente. Infine, in caso di rottamazione di un’auto, il Governo ha stabilito che il veicolo immatricolato da “rendere”, debba avere almeno dieci anni e dovrà essere intestato da almeno 12 mesi all’acquirente del nuovo (od ad un suo familiare convivente – farà fede lo stato di famiglia).

Compila il modulo!

Sarai contattato gratuitamente da un nostro operatore per una consulenza sulle migliori offerte

  • Servizio Gratuito Nessuna commissione
  • Nessun obbligo Nessun impegno
  • Le migliori offerte Prezzi bassi

Richiedi Proseguendo si accettano i Termini e le Condizioni del servizio

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.