Mobilità elettrica: nasce il progetto e-Moticon

Mobilità elettrica: nasce il progetto e-Moticon
Il post ti è stato utile?
di | 12-01-2017 | Energia, Energia Rinnovabile, News e Varie

È nato e-Moticon, il progetto europeo creato per diffondere la mobilità elettrica nella regione alpina situata a cavallo tra Italia, Austria, Francia, Germania e Slovenia. Si tratta di un piano innovativo finalizzato ad aiutare le Pubbliche Amministrazioni a sviluppare una comune strategia transnazionale per la pianificazione delle infrastrutture di ricarica attraverso un finanziamento di 2,2 milioni di euro in 30 mesi. Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e quali sarebbero i vantaggi.

MOBILITÀ ELETTRICA: ECCO IL PROGETTO

Il progetto e-Moticon è stato presentato da Rse (Ricerca sul sistema energetico) in Regione Lombardia durante un incontro con i rappresentanti delle istituzioni dei 15 partner coinvolti, tra i quali i rappresentanti dei ministeri dei trasporti italiano, tedesco e sloveno e alcune autorità dell’area alpina.

Il co-finanziamento, invece, arriva dal dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regione (Fesr) attraverso il Programma Spazio Alpino 2014-2020 che riguarda un’area di 450.000 chilometri quadrati e 70 milioni di persone circa, dove oggi si contano da 15 a 235 stazioni di ricarica elettrica ogni milione di abitanti e da 70 a 470 veicoli elettrici ogni milione di abitanti.

Numeri importanti che grazie ad e-Moticon possono essere incrementati in modo da garantire una maggiore diffusione del veicolo elettrico in questa regione.

I VANTAGGI DI E-MOTICON

Ma quali saranno i vantaggi del progetto europeo e-Moticon per la mobilità elettrica? Il primo obiettivo è quello di eliminare il problema della bassa interoperabilità delle stazioni di ricarica, causata soprattutto dall’assenza di strumenti di pianificazione integrata da parte delle Pubbliche Amministrazioni e dalla scarsa conoscenza delle tecnologie per pianificare l’infrastruttura di ricarica.

Grazie ad e-Moticon si cercherà di integrare in modo efficiente pianificazione territoriale, nuovi modelli di business, tecnologie, modelli di mobilità sostenibile e politiche di efficienza energetica. Inoltre verranno coinvolte non solo le pubbliche amministrazioni (grazie al finanziamento di 2,2 milioni di euro in 30 mesi) ma anche rappresentanti del settore industriale della e-mobility, centri di ricerca, agenzie del trasporto pubblico e utenti finali.

Vuoi scoprire altre news come questa? Vai su ComparaSemplice.it, il comparatore di tariffe online che ti permette di trovare l’offerta energia elettrica più adatta alle tue esigenze e che ti offre un blog sempre aggiornato con tutte le novità dal mondo del risparmio! Puoi richiedere l’assistenza di un nostro esperto tramite chat, mail o telefonando al numero 800.709993!

Confronta le tariffe per l'energia elettrica ora!

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV