Rc Auto gratis: perdere i benefici della legge Bersani

Rc Auto gratis: perdere i benefici della legge Bersani
Il post ti è stato utile?
di | 10-02-2015 | Assicurazioni, Leggi Norme Regole, News e Varie

Assicurazione auto In queste ore sta venendo alla ribalta una controindicazione grandissima alle polizze Rc Auto gratis che le concessionarie e le case automobilistiche offrono, per periodi da 1 a 3 anni, quando comprate un’auto nuova, cioè vi pagano, di solito per 12 mesi, l’assicurazione come incentivo per farvi acquistare la macchina. Tutto splendido, se non che è uscita ora su molti giornali la notizia che chi usufruisce di queste promozioni, poi non può più utilizzare i vantaggi della legge Bersani, che permette di usare nell’assicurazione la classe di merito di un familiare residente al vostro stesso indirizzo (non si potrà più insomma utilizzare la classe di merito di un familiare più anziano e con una classe bassa, avente la vostra stessa residenza).

Quindi se accettate di farvi pagare per un anno l’assicurazione, terminati i 12 mesi pagherete molto di più del dovuto per tutta la durata della vostra automobile, perchè vostro figlio, figlia, parente, familiare non potrà sfruttare la classe di merito di un familiare residente nello stesso posto, ma dovrà partire dalle classe di merito più alta.

Ania (l’Associazione Nazionale Imprese Assicurative ) conferma in una nota quanto da noi detto: “Al termine dei dodici mesi di durata del contratto gratuito, il ragazzo, in base a quanto previsto dalla legge Bersani, a nostro avviso non potrebbe più ereditare la classe di merito del padre. Il ragazzo potrebbe beneficiare della classe di merito del padre soltanto al momento in cui acquista la macchina (nuova o usata) e stipula il primo contratto gratuito come proprietario di questa macchina, sempre che il contratto gratis preveda l’ assicurazione bonus malus. Al termine dell’anno di copertura gratuita, invece, non è più applicabile la legge Bersani appunto perché il ragazzo sta assicurando per la seconda volta una macchina già di sua proprietà”.

Dello stesso avviso l’Ivass (l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni), che però appare più cauta nei giudizi rilasciati all’Adnkronos: “Stiamo esaminando le caratteristiche e le modalità di presentazione ai consumatori di questo tipo di polizze Rc auto offerte in omaggio dai concessionari di auto, per verificare le conseguenze che possono derivare al consumatore dall’offerta di polizze di tale tipologia e se il consumatore sia adeguatamente informato, al momento dell’acquisto del veicolo, sulla copertura assicurativa che gli viene offerta. Il consiglio per i consumatori è comunque quello di leggere con attenzione le condizioni del contratto Rc auto che viene loro proposto”.

Per tutti questi motivi, in attesa che venga fatto chiarezza definitiva sulla vicenda, vi consigliamo di evitare promozioni del genere, e di farvi piuttosto fare uno sconto direttamente sul prezzo della macchina, mentre per quanto riguarda il mondo delle assicurazioni, potete scegliere quella più conveniente per auto, moto e scooter, utilizzando questo comparatore di tariffe e promozioni (cliccate sulla scritta), aggiornato quotidianamente.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995