Rc Auto: Assicurazioni contro le tasse sui fondi pensione

Rc Auto: Assicurazioni contro le tasse sui fondi pensione
Il post ti è stato utile?
di | 05-11-2014 | Assicurazioni, News e Varie

 La premessa è d’obbligo, il mercato delle assicurazioni italiane tiene: a differenza di molti settori, continuamo ad assistere ad un aumento del fatturato delle compagnie di assicurazione in Italia, con l’utile che passa nel secondo semestre del 2014 a 3,8 miliardi di euro, contro i 3,1 miliardi dei primi 6 mesi, e tutto ciò conferma in maniera ancora più evidente che il bilancio del 2014 per le assicurazioni italiane sarà migliore rispetto a quello dell’anno passato.

A breve arriveranno gli stress test europei (come quelli avvenuti per le banche) a cura di Eiopa (Autorità europea delle assicurazioni e delle pensioni aziendali e professionali), ma i risultati dovrebbero essere positivi, perché la solidità delle nostre compagnie assicurative è indiscussa, anche di quelle attualmente in passivo di bilancio.

Il mercato tiene dicevamo, perché nonostante le nuove norme garantiscano una positiva maggiore concorrenza nel settore con l’entrata di sempre nuove società sul mercato e conseguente abbassamento dei prezzi (scopri come ottenere il preventivo rc auto più basso), specie nei settori Rc Auto (i rinnovi annuali erano prima sottoscritti dai consumatori nella stessa compagnia nel 90% dei casi, mentre ora tale percentuale si è notevolmente abbassata con la diversificazione dell’offerta) e casa, perchè allo stesso tempo nuovi settori da aggredire a livello commerciale si sono affacciati sul mercato: la responsabilità civile non auto, l’ambito dei rischi informatici, senza dimenticare la possibilità di diversificare, migliorare e completare, per le assicurazioni, le offerte nel settore del risparmio gestito.

Intanto Aldo Minucci, presidente dell’Ania (Associazione Nazionale fra le Imprese Assicuratrici), è stato invitato dalla V Commissione della Camera dei Deputati e dalla V Commissione del Senato (le commissioni di Economia e Bilancio del nostro Parlamento) come rappresentante del mondo delle assicurazioni, insieme a quelli degli altri settori principali dell’economia italiana, per esprimere la sua opinione sulle nuove normative previste dalla Legge di Stabilità. Pur ricordando gli aspetti positivi della Finanziaria, Minucci ha espresso forte imbarazzo e delusione per l’aumento della tassazione sui fondi pensione (le pensioni complementari create dai cittadini), quasi raddoppiata (che passerà dall’11,5% al 20% dal 1 Gennaio 2015), e l’introduzione dell’imponibilità Irpef dei capitali corrisposti nell’ambito di polizze sulla vita.

Si tratterebbe di un ulteriore schiaffo alle possibilità di risparmio alternative dei cittadini, che col passare degli anni usufruiranno di pensioni Inps sempre più leggere.

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995