RC Auto: quanto pesano le tasse sul premio della polizza

RC Auto: quanto pesano le tasse sul premio della polizza
7.5 (150%) 2 votes
di | 08-11-2019 | Assicurazioni RC Auto, News e Varie

La polizza RC Auto è troppo cara? Anche se negli ultimi anni il prezzo medio del premio annuo per la responsabilità civile degli autoveicoli è crollato (-25% dal 2013 al 2017), si tratta sempre di un esborso che grava sul bilancio della maggior parte delle famiglie. Soprattutto, come il più delle volte accade, quando i mezzi da assicurare sono più di uno. Dopo aver visto cosa influenza il costo di un’assicurazione auto, ci domandiamo quale sia il peso delle imposte nella definizione del prezzo di una polizza RCA.

Sommario

Quali tasse paghiamo sull’assicurazione auto

Tra gli elementi che concorrono alla formazione del premio di una polizza RC Auto, sono da annoverare due elementi di natura fiscale (o parafiscale). Nello specifico:

  • l’imposta sulle assicurazioni;
  • il contributo al Fondo di garanzia delle vittime della strada.

La prima componente è una tassa ad aliquota variabile su base provinciale. Il contributo, invece, rimane invariato su tutto il territorio nazionale.

Quante tasse si pagano sulla RC Auto

Le due voci di costo fiscali sono calcolate proporzionalmente sulla base del premio lordo della polizza. Una caratteristica che esaspera le differenze tariffarie che caratterizzano territorialmente il mercato assicurativo italiano.

Qual è il peso delle tasse su una polizza auto? Come si è visto, l’imposta sulle assicurazioni varia da provincia a provincia. Tuttavia, nella maggior parte del territorio nazionale, l’aliquota è stata fissata al 16%.

Il contributo per il Fondo di garanzia delle vittime della strada viene calcolato sulla base di un’aliquota costante su tutto il territorio nazionale (2,5%).

In totale, dunque,sulla base imponibile del premio, si dovrà aggiungere il 18,5% di tasse e imposte.

Conclusione: il 15,6% del premio pagato all’assicurazione per l’auto è rappresentato dai contributi fiscali.

Imposte sull’RC Auto: facciamo un esempio

Ipotizziamo di stipulare una polizza auto per una Fiat Panda acquistata 10 anni fa. L’assicurato è un uomo di 40 anni, residente a Napoli, risultante in prima classe di merito. Un’assicurazione per la sola responsabilità civile (la polizza obbligatoria per l’auto), costa in media 950,00 euro. Tasse escluse, il premio costerebbe all’assicurato circa 802,00 euro (imposte: circa 148,00 euro).

Qualora lo stesso assicurato vivesse a Milano, una polizza media costerebbe 376,00 euro. La sola polizza costerebbe 317,34 euro, le tasse sarebbero circa 58,66 euro.

Lo stesso assicurato finirebbe per pagare il 250% in più di tasse qualora trasferisse la propria residenza da Milano a Napoli.

L’ipotesi della defiscalizzazione dell’RC Auto

Tra le ipotesi al vaglio dell’IVASS, c’è la defiscalizzazione della polizza auto. Per recuperare il mancato gettito, l’ipotesi prevede uno spostamento delle tasse sul prezzo della benzina. Una strategia che porterebbe:

  • Alla riduzione del prezzo delle assicurazioni (soprattutto nelle aree ad alta sinistrosità) a fronte di un aumento stimato del prezzo del carburante del 4,5%.
  • Al recupero di quella parte di gettito derivante dagli evasori assicurativi.
  • Al recupero di quella parte di gettito derivante dai veicoli immatricolati e assicurati all’estero, ma stabilmente circolanti sul territorio italiano.

Come risparmiare sulla RC Auto

In attesa di sapere se quella della defiscalizzazione delle polizze possa essere la strada da intraprendere e sperando che le norme sugli sconti obbligatori sull’RCA trovino applicazione, soprattutto in alcune provincie italiane i premi assicurativi continuano a risultare tra i più cari d’Europa.

Molte compagnie assicurative offrono l’installazione della scatola nera (qui vi abbiamo spiegato quando conviene richiedere la black box) come soluzione in grado di abbattere i costi del premio RC Auto, tanto che nelle aree a maggiore sinistrosità raggiungono una diffusione del 50-60%.

Quanto si può risparmiare accettando l’installazione della scatola nera? Grazie alla possibilità di ricostruire la dinamica dell’incidente e a profilare lo stile di guida dell’assicurato, alcune compagnie assicurative propongono uno sconto che può arrivare anche al 25% del premio di listino.

La black box non è l’unico modo per abbassare il prezzo della RC Auto che, come abbiamo visto, è composto per il 18,5% da tasse e imposte. La comparazione online dei preventivi è una strategia che ogni assicurato dovrebbe prendere in considerazione quando, 30 giorni prima della scadenza annuale della polizza, la compagnia propone le condizioni economiche di rinnovo.

Cambiare offerta o compagnia assicurativa non ha costi ed è un’operazione che non comporta difficoltà amministrative. Per essere assistiti nel confronto dei preventivi e nella scelta della nuova assicurazione, utilizzate il preventivatore RC Auto di Comparasemplice Broker e fatevi consigliare dai nostri agenti.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.