Reddito energetico: cos’è e come funziona

Reddito energetico: cos’è e come funziona
Il post ti è stato utile?
di | 04-03-2019 | Energia Rinnovabile, News e Varie

In Italia si sta facendo largo l’idea del Reddito energetico: un intervento “dall’alto” che potrebbe risolvere più di un problema della nostra filiera dell’energia e della situazione economico-sociale del nostro Paese. Il modello è partito da Porto Torres (Sardegna), è arrivato in Puglia e se n’è parlato nel Lazio; si tratta, com’è stato sottolineato a livello nazionale, di un paradigma esportabile in ogni Regione e che potrebbe essere in grado di creare un circolo virtuoso importante per la modernizzazione dell’Italia e per la sostenibilità del nostro stile di vita.

Per capire cos’è il Reddito energetico e come funziona, vi invitiamo a leggere questo approfondimento offerto da ComparaSemplice.it.

Sommario

Reddito energetico: il tema del momento

La produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, in Italia, è in stallo al 34% da un paio d’anni. La quota produttiva non è un dato negativo in sé, poiché supera di misura quel 18,3% fissato dagli obiettivi Europa 2020. Tuttavia, come sottolinea la Commissione europea nel Country Report diffuso pochi giorni fa, si tratta di uno stop che sottende un blocco degli investimenti nel settore. Tema di queste ultime settimane è anche la povertà energetica: secondo lo studio di Open Exp, gli italiani sono tra i cittadini europei più esposti al rischio d’insolvenza sulle bollette. Un dato allarmante che, per quanto riguarda il nostro Paese, deriva dell’inadeguatezza degli interventi statali a supporto dell’efficientamento energetico degli edifici e delle politiche a sostegno delle fasce più deboli.

L’ultimo dato che ci aiuta a comprendere l’importanza del Reddito energetico arriva da Eurostat: in Italia, nel 2017, appena il 20,1% dell’energia impiegata per il riscaldamento e il raffrescamento (voci di consumo più ingenti, quando si parla di energia elettrica) proviene da fonti rinnovabili.

Il Reddito energetico potrebbe inquadrarsi alla perfezione in questo contesto in cui servono una spinta decisa alla produzione da FER e un supporto incisivo alle famiglie in difficoltà economica. Inoltre, si tratta di un modello scalabile che, nel futuro, potrebbe estendersi alle altre fette della popolazione.

Cos’è il Reddito energetico

A Porto Torres è già realtà, in Puglia lo è appena diventato: il fotovoltaico sociale è un progetto in grado di far risparmiare, alle famiglie in difficoltà economica, circa 150-200€ l’anno, grazie all’installazione di un impianto fotovoltaico gratuito. L’iniziativa, sostenuta dal GSE, ha anche lo scopo di immettere nella rete il surplus di energia green, andando a creare, con il tempo, un impianto di generazione diffuso.

Reddito energetico: come funziona

Sulla base di bandi pubblici, vengono selezionate le famiglie più bisognose alle quali viene offerta l’installazione di un impianto fotovoltaico in comodato d’uso. I surplus o, comunque, l’energia elettrica inutilizzata viene immessa nella rete, garantendo un credito con il GSE, attraverso lo scambio sul posto, che viene ceduto al fondo del progetto in tutto o in parte. Il fondo, dunque, si autoalimenta, permettendo, nel tempo, di ampliare il bacino d’utenza del progetto acquistando nuovi pannelli.

Il modello del Reddito energetico mira, dunque, a due obiettivi: combattere la povertà energetica, produrre più energia da FER attraverso un impianto diffuso.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.