Risparmio Assicurazione Auto: gli italiani risparmiano 500 milioni

Risparmio Assicurazione Auto: gli italiani risparmiano 500 milioni
Il post ti è stato utile?
di | 13-12-2016 | Assicurazioni, News e Varie, RC Auto

Abbiamo più volte affrontato il tema dell’assicurazione Auto, una delle spese più odiate dagli italiani. Nel corso del tempo, grazie soprattutto alla liberalizzazione del settore e alla nascita di compagnie assicurative sempre più attente all’innovazione, gli italiani hanno imparato come risparmiare su questo odiato balzello. Tra le diverse modalità che ci permettono di risparmiare sull’assicurazione auto, una poco conosciuta è quella di utilizzare macchine d’epoca che sono esenti dal bollo auto.

Se questo non è possibile per diversi motivi (le auto d’epoca non sono né facili da trovare né da usare, oltre a dare poca affidabilità in termini di sicurezza) uno dei consigli principe che vi diamo è quello di rivolgervi a compagnie assicurative on-line, che vi permettono di risparmiare notevolmente sui costi della vostra assicurazione auto!

Risparmio Assicurazione Auto: il calo dei premi

In linea generale notiamo un calo dei premi assicurativi che consente un risparmio collettivo di 500 milioni di euro nel 2016. Sì, lo sappiamo che è una cifra da capogiro e che può non sembrare veritiera. Ma la notizia è fondatissima! A diffondere questo dato è Maria Bianca Farina, presidente dell’ANI, (associazione nazionale imprese assicuratrici) che è intervenuta al 18° congresso annuale delle Assicurazioni organizzato dal Sole 24, il principale quotidiano economico italiano facente capo a Confindustria.

Nel corso della convention Maria Bianca Farina ha presentato un intervento in cui focalizzava la sua attenzione principalmente sulle polizze vita e sui danni da catastrofe. In particolare la sua analisi e i dati raccolti dal suo gruppo di lavoro hanno dimostrato come nei primi tre trimestri del 2016 il mercato delle assicurazioni in Italia è entrato in una fase di decrescita. Trend che è stato confermato anche dall’analisi dell’andamento del mercato nel corso del mese di settembre.

In particolare, a fine estate si è registrato un calo di circa l’11% per quanto riguarda le polizze vita. Se hanno tenuto un andamento stabile i prodotti tradizionali, sono le unit-linked che hanno avuto una forte contrazione. Si sono registrati trend positivi nel settore danni e, in particolare nelle polizze danni che non si riferiscono ad automobili bensì a settori quali casa e infortuni. Tutto questo è andato in parte a compensare il trend negativo delle polizze auto.

Assicurazioni Auto: quali sono i trend del futuro?

Nel corso della convention organizzata dal Sole 24 ore, ampio spazio è stato dedicato all’analisi dei trend futuri del settore delle assicurazioni. In questo ambito, la relazione di Maria Bianca Farina si è concentrata sul futuro delle assicurazioni catastrofali, tema purtroppo molto attuale a causa dei recenti eventi sismici che hanno colpito il nostro Paese. Il presidente dell’ANIA ha dettato una nuova linea che vede l’integrazione del settore pubblico con quello privato: “È il momento di ragionare di integrazione pubblico‐privato e di pensare in maniera integrata tra stato e privati, come accade nelle altre nazioni più sviluppate”.

La tendenza futura, quindi, sarà quella di prendere spunto dall’estero e di attuare ad esempio campagne a favore dell’assicurazione per danni catastrofali: più persone saranno assicurate, più i premi assicurativi saranno maggiori e i risarcimenti arriveranno prima. Secondo Farina, infatti: “Dovremmo quindi anche noi incamminarci sulla strada di integrazione tra pubblico e privato e sensibilizzare le persone su questo tema. Noi compagnie assicuratrici siamo pronti a fare la nostra parte”.

preventivo-rc-auto

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995