TIM Open Lab: scopriamo insieme questa iniziativa di TIM

TIM Open Lab: scopriamo insieme questa iniziativa di TIM
Il post ti è stato utile?
di | 28-11-2016 | News e Varie, TIM

Il cosiddetto Internet delle cose rappresenta il futuro della tecnologia, per questo motivo Telecom ha creato il Tim Open Lab, un laboratorio aperto ad aziende e sviluppatori, che ha l’obbiettivo di mettere a disposizione tutti gli strumenti di ultima generazione con il fine di migliorare prodotti, quali servizi e applicazioni, pensati per rendere la vita più smart.

TIM Open Lab: dove si trova e comer funziona?

Il Tim Open Lab ha aperto i battenti a Torino in via Reiss Romoli, nell’edificio che già ospita il Tim Lab, il maggiore centro di ricerca dell’operatore telefonico. Le fondamenta dell’Open Lab di TIM si basano sulla tecnologia Narrow band – IoT, il cosiddetto 4G delle cose che permette di collegare numerosi dispositivi elettronici con un basso spreco di energia.

Questa tecnologia rappresenta il futuro della rete mobile di quinta generazione che sarà fruibile ai consumatori tra qualche anno. La tecnologia Iot promette di far dialogare tra loro molti sistemi basati su sensori come i contatori di gas, luce e acqua ad esempio. Già oggi si calcola che siano circa cinque miliardi gli apparecchi connessi con questa innovativa tecnologia, e studi di settore hanno calcolato che saranno più di 20 miliardi entro il 2020.

Nell’Open Lab di Torino questa rivoluzione digitale è già una realtà fruibile, che si può sperimentare in prima persona, grazie alle partnership che TIM ha creato con comuni e società municipalizzate. In via Reiss Romoli, l’azienda può mettere in mostra tutta una serie di oggetti smart, dalla panchina al lampione, dalla fermata del bus all’area ecologica, dalla serra per l’agricoltura ai parcheggi, tutti oggetti che nel prossimo futuro saranno dotati di sensori e apparecchi digitali connessi alla rete.

Oltre a mostrare la tecnologia di domani, il Tim Open Lab, funge da luogo di incontro nel quale i clienti, i partner commerciali di Tim e le istituzioni cittadine possono accedere alle nuove tecnologie, contribuendo anche al loro sviluppo attraverso test e validazioni in ambiente controllato o per confrontarsi con gli esperti del settore su reti, piattaforme e device.
Il Tim Open Lab rappresenta quindi un ulteriore passo avanti nell’evoluzione di soluzioni innovative che saranno disponibili a cittadini, enti e imprese del futuro.

Un ruolo fondamentale nello sviluppo della cosiddetta tecnologia 4.0 lo svolgerà sicuramente il sistema Bluetooth, facile da utilizzare e con solide basi negli ambienti ingegneristici. Non stupisce infatti che questa tecnologia continuerà per molti anni ad essere impiegata in settori come quello radiomobile o automobilistico e in particolar modo nelle applicazioni audio e nei personal computer.

Il campo deli dispositivi bluetooth è in continua espansione, proprio come quello della tecnologia Iot, basti pensare che nel 2014 sono stati venduti tre miliardi di dispositivi bluetooth e si stima che entro il 2018 saranno ben 4,6 miliardi i dispositivi venduti.

 

 

0321.085995