AEEGSI: cosa è e cosa fa in 5 punti

AEEGSI: cosa è e cosa fa in 5 punti
5 (100%) 6 votes
di | 22-08-2017 | Energia, Leggi Norme Regole

L’AEEGSI – l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico – è stata istituita ai sensi dell’ art. 2 della legge n° 481 del 14 novembre 1995 nell’ambito delle norme per la concorrenza e la regolazione dei servizi di pubblica utilità. Ma cosa è l’AEEGSI? Il suo principale compito è quello di sostenere lo sviluppo del libero mercato e della concorrenza nel settore dei servizi di fornitura luce, gas e acqua attraverso la regolamentazione delle tariffe, la diffusione dell’accesso a tali servizi da parte di tutti e su tutto il territorio nazionale, il controllo sul funzionamento del libero mercato e la tutela dei consumatori. L’AEEGSI è un organo indipendente e autonomo ma, al tempo stesso, svolge una funzione consultiva nei confronti del Parlamento e del Governo ai quali presenta una relazione annuale sullo stato dell’arte del mercato dell’energia, fornendo anche indicazioni e proposte per il suo miglioramento e sviluppo.

Cosa è l’AEEGSI? Le sue principali funzioni

Il compito principale dell’AEEGSI è quindi quello di garantire che le regole generali della libera concorrenza all’interno del mercato dell’energia vengano rispettate impedendo che si formino situazioni di monopolio, sostenendo la riduzione dei prezzi, favorendo il miglioramento della qualità dei servizi di fornitura energetica, garantendo a tutti gli operatori economici le stesse opportunità di accesso al mercato, incoraggiando politiche e iniziative volte all’efficienza energetica.

L’art. 1.1 dal titolo “Finalità”, infatti, recita: “Le disposizioni della presente legge hanno la finalita’ di garantire la promozione della concorrenza e dell’efficienza nel settore dei servizi di pubblica utilita’ […] nonché adeguati livelli di qualita’ nei servizi medesimi in condizioni di economicita’ e redditivita’, assicurandone la fruibilita’ e la diffusione in modo omogeneo sull’intero territorio nazionale, definendo un sistema tariffario certo, trasparente e basato su criteri predefiniti, promuovendo la tutela degli interessi di utenti e consumatori, tenuto conto della normativa comunitaria in materia e degli indirizzi di politica generale formulati dal Governo. Il sistema tariffario deve altresì armonizzare gli obiettivi economico-finanziari dei soggetti esercenti il servizio con gli obiettivi generali di carattere sociale, di tutela ambientale e di uso efficiente delle risorse”.

Per raggiungere tali obiettivi, l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico, svolge le seguenti funzioni:

  • definisce trimestralmente le tariffe per la fornitura dei servizi energetici in regime di maggior tutela;

  • vigila sulla pubblicità e la trasparenza delle condizioni contrattuali dei servizi di fornitura energetica;

  • sostiene e incentiva iniziative dedicate alla diffusione di pratiche volte allo sviluppo dell’efficienza energetica;

  • verifica che le regole della concorrenza e del libero mercato vengano rispettate;

  • raccoglie reclami e segnalazioni da parte dei consumatori e risolve controversie tra utenti e fornitori;

  • fornisce proposte da trasmettere al Governo e al Parlamento.

Cosa è l’AEEGSI: nomina dei componenti

L’AEEGSI è un organo collegiale composto da un Presidente e da quattro Componenti nominati con decreto dal Presidente della Repubblica. La procedura di nomina prevede il parere vincolante di almeno 2/3 delle Commissioni Parlamentari competenti sui nomi proposti dal Ministro dello Sviluppo Economico e approvati dal Consiglio dei Ministri. Procedura, questa, che garantisce di fatto un largo consenso sia da parte della maggiornaza di governo che dall’opposizione. Il Presidente e i Componenti durano in carica sette anni, non sono rinnovabili e, sia durante il mandato che nei due anni successivi, non possono svolgere nessuna attività di consulenza o di collaborazione con le aziende che operano nel settore del mercato energetico.

Finanziamento dell’AEEGSI

Come si finanzia l’AEEGSI? L’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico è finanziata con un contributo versato dalle imprese e dagli operatori regolati. Tale contributo è pari allo 0,28 per mille nei settori dell’energia elettrica e del gas e allo 0,25 per mille nel settore del servizio idrico. L’AEEGSI non utilizza dunque nessuna risorsa proveniente dallo Stato, caratterisica che ne garantisce quindi la totale autonomia e indipendenza.

I vantaggi dell’AEEGSI: lo sportello del consumatore e il servizio di conciliazione

A partire dall’anno della sua costituzione, l’AEEGSI ha svolto un ruolo molto importante nella diffusione della cultura della trasparenza sulle tariffe dei servizi di fornitura di energia e nel rendere il meno traumatico possibile il passaggio dal mercato di monopolio al mercato libero dell’energia. Possiamo sicuramente dire che, grazie all’AEEGSI, i consumatori, oggi, sono molto più informati e consapevoli di un tempo nelle loro scelte della migliore offerta di fornitura energetica.

Tra i vantaggi dell’Autorità segnaliamo, in particolare, la nascita di due importanti istituzioni che prima non c’erano: lo sportello del consumatore e il servizio di conciliazione. Vediamo insieme cosa sono e a cosa servono questi due importanti servizi messi a disposizione dei consumatori.

Lo sportello del consumatore è un servizio gratuito dedicato a tutti i clienti finali di luce e gas – consumatori, fornitori, produttori, associazioni dei consumatori – ai quali fornisce supporto su una vasta gamma di problematiche. Chiunque può rivolgersi allo sportello chiedendo assistenza su bollette e modalità di fatturazione, contratti, contatori, distacco fornitura, risarcimenti, bonus elettrico e gas, impianti di fornitura e/o di produzione, offerte luce e/ o gas, reclami, morosità, indennizzi, disservizi. Lo sportello è raggiungibile al numero verde 800 166 654 dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 18.

Il servizio di conciliazione è, invece, un servizio gratuito nato per offrire assistenza legale nelle controversie tra consumatori e fornitori. Il servizio di conciliazione prevede, in sostanza, l’intervento di un esperto che aiuta le parti a trovare un accordo senza ricorrere alle vie giudiziarie. Le materie di competenza sono i contratti, la fatturazione, morosità e sospensione dei servizi di fornitura luce e/o gas, le modalità di misurazione della fornitura energetica, la qualità degli impianti, i disservizi. Per poter accedere al servizio di conciliazione occorre aver presentato un reclamo scritto al fornitore da non oltre 1 anno. Se non si è soddisfatti della risposta ricevuta dal fornitore oppure sono trascorsi 50 giorni senza aver ricevuto alcuna risposta, allora solo in tal caso è possibile inviare una richiesta di conciliazione accedendo al portale online nella sezione “Gestisci online la tua richiesta di conciliazione”. Da qui potete iniziare la registrazione cliccando su “Nuova Registrazione” e inserendo i vostri dati anagrafici e quelli dell’azienda con cui avete il contenzioso.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995