Come evitare telefonate indesiderate

Come evitare telefonate indesiderate
3.7 (73.33%) 3 votes
di | 20-05-2015 | Leggi Norme Regole, Telefonia

Come evitare le telefonate indesiderate da parte dei Call Center? Oggi per fortuna esistono rimedi concreti grazie ai provvedimenti presi dal Garante della Privacy, soluzioni alla portatata di tutti che sembrano poter contrastare il fastidioso squillo “indesiderato” del telefono, che spesso trilla proprio nei momenti meno opportuni: quando ci stiamo riposando in casa in silenzio, o magari quando siamo impegnati in cose altamente più importanti.

Chiunque negli ultimi anni avrà assistito ad un autentico bombardamento acustico da parte di venditori telefonici delle più disparate categorie di prodotti: vini, spumanti, abbonamenti di ogni genere, eccetera. Un vero e proprio assedio! Finalmente il Garante della Privacy ha iniziato un vero e proprio giro di vite contro quei call center che travalicano l’attività di vendita, scadendo quindi in un concreto disturbo della privacy.

Le chiamate indesiderate a fini promozionali sono una violazione della privacy
evidente, in taluni casi, ha spiegato il presidente dell’Autorità Garante Antonello Soro, assumono caratteristiche davvero insopportabili, contro le quali è doversoo intervenire. Il Garante ha così stabilito un vero e proprio vademecum per potersi opporre ai disturbi più fastidiosi. La prima mossa da fare se vi sentite bersagliati da questo genere di telefonate è quella di rivolgervi al vostro operatore e chiedere espressamente di essere cancellati dalle liste di numeri dalle quali attingono i call center più invasivi. Questo è uno dei rimedi più concreti, facile peraltro da ottenere.

Sommario

Come iscriversi all’elenco opposizioni

Questo è forse il rimedio più efficace in assoluto, basta andare sul sito del Garante della Privacy e seguire le indicazioni opportune, oppure mandare direttamente una mail o una raccomandata dichiarando il proprio intento di iscriversi all’elenco appena citato. Può iscriversi soltanto chi ha la propria utenza negli elenchi telefonici. L’opposizione diventa effettiva nei 15 giorni successivi all’iscrizione al registro. In questo modo, senza debellare il numero da alcun registro, non si ricevono più telefonate indesiderate.

Ogni anno migliaia di segnalazioni di questo genere arrivano al Garante della Privacy, solo lo scorso anno sono state circa 18000 le istanze che mettevano in luce l’abuso di un attività di vendita che scadeva nella molestia vera e propria.

Il Garante già lo scorso anno aveva imposto regole ferre ai call center soprattutto riguardo le cosidette chiamate mute: tenere traccia delle chiamate per due anni anche se mute, durata massima della chiamata muta non superiore ai tre secondi con l’obbligo di sottofondo musicale o brusio che faccia capire nell’immediato all’interlocutore di essere in contatto con un call center.
Inoltre, qualora un consumatore dovesse ricevere una telefonata muta non potrebbe per i restanti 5 giorni essere ricontattato, sullo scadere dei 5 giorni dovrà per forza di cose parlare con un operatore.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995