Come non pagare il canone RAI con il modello esenzione

Come non pagare il canone RAI con il modello esenzione
2.3 (45%) 4 votes
di | 19-08-2016 | Canone RAI, Come risparmiare, Energia, Leggi Norme Regole, News e Varie

È stato pubblicato dall’Agenzia delle Entrate il modulo di esenzione necessario per segnalare di non possedere un apparecchio televisivo o per indicare che la persona che paga la bolletta elettrica non è la stessa che deve pagare il canone televisivo. Di seguito tutte le informazioni per certificare di non dover pagare il canone Rai in bolletta.

Dal 2016 il pagamento del canone Rai è automatico e il suo costo, pari a 100€ annui, sarà addebitato nella bolletta elettrica. La prima rata, corrispondente a 70€, partirà dal mese di Luglio, mentre le rate restanti seguiranno le fatture mensili o bimestrali delle bollette dell’energia elettrica.

La buona notizia è che l’Agenzia delle Entrate ha reso disponibile, presso il suo sito ufficiale, il modello per auto-certificare di non dover pagare il canone Rai.

Tale modello può essere inviato:

  • da chi non possiede una televisione nella propria abitazione
  • da chi vuole segnalare che, nel nucleo familiare, l’intestatario del canone Rai è diverso da quello che paga la bolletta dell’energia elettrica
  • da chi ha un reddito familiare lordo annuo pari a 8.000€ e ha compiuto il 75° anno di età (per ulteriori informazioni è possibile contattare il numero gratuito 800938362);
  • da studenti o lavoratori fuori sede che hanno mantenuto la residenza presso i propri genitori
  • per le seconde case

Il modello di dichiarazione sostitutiva può essere inviato all’Agenzia delle Entrate, dal prossimo 4 Aprile, per via telematica, per posta oppure grazie all’aiuto di un CAF. In ogni caso, per certificare di non dover pagare il canone Rai, bisogna inviare tutta la documentazione per posta raccomandata entro e non oltre il 30 Aprile, mentre se intendete inviare il modello direttamente online avete tempo fino al 30 Maggio.

L’autocertificazione è valida per l’anno in cui è presentata (va presentata ogni anno) ed espone a responsabilità penale chi dichiara il falso.

Dati da comunicare per l’esenzione dal canone Rai

Affinché l’autocertificazione sia ritenuta valida ai fini dell’esenzione dal pagamento del canone Rai, all’interno del modulo bisogna indicare una delle seguenti condizioni:

  • nessun membro della famiglia è possessore di apparecchi televisivi in nessuna delle abitazioni in cui è l’intestatario dell’utenza domestica per l’energia elettrica;
  • nessun membro della famiglia è possessore, in nessuna delle abitazioni in cui è titolare dell’utenza dell’energia elettrica, di altri apparecchi televisivi oltre a quello per cui è stata presentata, entro il 31 dicembre 2015, la denuncia di cessazione dell’abbonamento Rai (denuncia di cessazione per suggellamento)
  • l’intestatario dell’utenza domestica dell’elettricità è diverso dall’intestatario dell’abbonamento del canone Rai

Il modello sostitutivo per auto-certificare di non dover pagare il canone Rai può essere presentato sia da un erede, sia da un delegato dell’intestatario della bolletta. Ricordiamo che, all’interno del modulo, la famiglia anagrafica corrisponde a un insieme di individui legati fra loro da vincoli di tipo matrimoniali, parentali, adottivi, coabitativi aventi dimora nello stesso comune.

Modalità di presentazione per l’esenzione dal canone Rai

Il modello per l’autocertificazione può essere presentato dal prossimo 4 Aprile in poi presso l’Agenzia delle Entrate, attraverso le seguenti modalità:

  • via telematica, direttamente online sul sito ufficiale dell’Agenzia impiegando le credenziali di Fisconline oppure Entratel
  • l’ausilio di un CAF
  • via raccomandata senza busta (raccomandata in foglio), accompagnata da un documento d’Identità valido all’indirizzo Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. –Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino

Date di scadenza per presentare il modello

L’autocertificazione sostitutiva è valida per il pagamento del canone Rai per l’intero anno 2016, se viene consegnata entro:

  • il 16 maggio 2016 sia che si invii per mezzo raccomandata, sia che si invii per mezzo telematico

L’invio della documentazione successivo alla scadenza temporale appena indicata comporta lo slittamento della validità dell’esenzione dal pagamento del canone Rai per:

  • il semestre Luglio-Dicembre 2016 se il modulo viene inviato dal 1° al 30 giugno 2016
  • l’intero anno 2017 se l’invio avviene tra il 1° luglio 2016 e il 31 gennaio 2017

Per ulteriori informazioni vi consigliamo di consultare direttamente le informazioni sui siti dell’Agenzia delle Entrate e della Rai.

Se sei tra coloro che non hanno diritto all’esenzione dal pagamento del canone Rai, ma vuoi risparmiare sulle utenze domestiche e allo stesso tempo usufruire dei servizi Pay-Tv streaming e on-demand, confronta ora le tariffe ADSL presenti sul mercato e  scegli la linea più veloce e al miglior prezzo!

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995