Trovare il tasso più basso per un prestito personale: scoprite come fare con questi 4 consigli

Trovare il tasso più basso per un prestito personale: scoprite come fare con questi 4 consigli
Il post ti è stato utile?
di | 09-02-2017 | Prestiti

Prima di richiedere un prestito personale, è fondamentale comparare le offerte presenti sul mercato del credito al consumo, al fine di riuscire a ottenere le migliori condizioni in termini di tasso d’interesse (e non solo).

Spesso, la difficoltà di reperire tutte le informazioni necessarie per valutare il prestito, può spingere ad accontentarsi dei primi preventivi. Tuttavia, seguendo i consigli di ComparaSemplice, potrete risparmiare tempo e trovare il credito al consumo alle condizioni più competitive e che meglio risponde alle vostre esigenze.

Conosciamo il prestito personale: definizione

Al di là delle differenze sul tasso d’interesse (che può essere più o meno conveniente), cosa caratterizza questo prestito rispetto alle altre tipologie di credito al consumo? Partiamo con la definizione di prestito personale:

Il prestito personale è una tipologia di finanziamento non finalizzato all’acquisto di un bene di consumo o di un servizio specifico, né all’acquisto di un immobile. La somma ottenuta dal debitore può essere utilizzata a sua discrezione, anche solo per aumentare la sua liquidità per le spese quotidiane.

Caratteristiche del prestito personale

Una volta inquadrato il prestito personale con una definizione, passiamo alle caratteristiche di questa forma di credito:

  • È un credito al consumo non finalizzato – Il richiedente non deve dichiarare l’impiego che farà della somma ottenuta.
  • Non necessita di garanzie reali – Per garantire la solvibilità non è richiesta la presentazione di beni pignorabili. Tuttavia può essere richiesta la presenza di un garante, qualora il debitore non presenti un profilo solido in termini di entrate regolari a seguito dell’istruttoria della banca o della finanziaria concedente.
  • Rimborsabile tramite rate fisse – Le rate vengono definite in fase di piano d’ammortamento.
  • Importo minimo, importo massimo – Le somme che è possibile richiedere con un prestito personale vanno da un minimo di 200 euro a un massimo di 75.000 euro.
  • Durata minima e massima del piano di ammortamento – Si può rimborsare il prestito con un piano d’ammortamento che va dai 6 mesi e i 120 mesi.

Come trovare il prestito personale al tasso più basso (e più conveniente)

Ora che conosciamo tutte le caratteristiche del prestito personale, come facciamo a trovare l’offerta di credito alle migliori condizioni? Cosa dobbiamo valutare, oltre il tasso d’interesse? I seguenti consigli di ComparaSemplice vi aiuteranno a fare la scelta giusta.

  1. Preventivo e comparazione online – Trovare e valutare tutte le offerte di prestito personale può diventare un lavoro a tempo pieno. A meno che non ci si affidi a siti che offrono preventivi online e comparazioni di prestiti online. Fate attenzione a scegliere solo comparatori attendibili, che offrano le necessarie garanzie d’imparzialità e correttezza.
  2. Non guardate solo al tasso d’interesse più basso – Nella scelta del prestito personale, così come per ogni tipologia di prestito o mutuo, il tasso d’interesse non è il solo indicatore da tenere in conto per valutare la convenienza dell’offerta. Per aiutare il consumatore nell’identificazione della proposta migliore, per legge, ogni offerta deve essere chiaramente corredata di TAN e TAEG: due indicatori fondamentali che ci aiutano a confrontare a colpo d’occhio la validità di più offerte, oltre ogni offerta. Il TAEG aiuta a tenere conto non solo dei tassi d’interesse, ma anche delle spese accessorie per l’amministrazione del finanziamento.
  3. Il tempo di rimborso – Un periodo di rimborso più breve e a tasso più elevato, potrebbe convenire rispetto a un periodo più lungo e a tasso d’interesse più basso. Ancora una volta, fate affidamento sul TAEG.
  4. L’assicurazione sul prestito personale è facoltativa– A differenza di quanto avviene in altri prestiti al consumo (come nella cessione del quinto), il prestito personale non prevede la sottoscrizione obbligatoria di un’assicurazione a copertura del credito. Il più delle volte viene proposta dall’istituto bancario o dalla finanziaria. Rifiutare di sottoscriverla, non abbassa il tasso d’interesse del prestito, ma sicuramente rende più economico il finanziamento.

Seguendo questi consigli per la scelta del prestito personale, potrete individuare l’offerta di credito più conveniente e con i tassi d’interesse più bassi, per finanziare i vostri progetti o per soddisfare le vostre necessità di liquidità.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV