Vacanze a rate. Ecco come finanziare il viaggio dei tuoi sogni

Vacanze a rate. Ecco come finanziare il viaggio dei tuoi sogni
5 (100%) 1 vote
di | 07-04-2017 | Prestiti

Stai pianificando il tuo prossimo viaggio ma non hai abbastanza soldi? Un prestito per finanziare le tue prossime vacanze a rate allora potrebbe essere la soluzione che fa al caso tuo. Ti ritrovi a fantasticare di splendide avventure in terre lontane? Ti immagini sdraiato su una bianca spiaggia deserta cullato dalle onde del mare? I tuoi sogni ad occhi aperti potrebbero rivelarsi più concreti di quanto credi grazie ai prestiti viaggi e vacanze. Vediamo di cosa si tratta.

Vacanze a rate: cosa sono

Da qualche anno anche in Italia esiste la possibilità di pagare le proprie vacanze a rate, mentre prima, come molti ricorderanno, era prevista una sola opzione: il pagamento della somma per intero in un’unica soluzione.

Adesso invece, soprattutto in seguito alla crisi economica che ha colpito il settore turistico e ridotto il portafogli della maggioranza degli Italiani, viene offerta la possibilità di rateizzare il pagamento delle vacanze diluendone i costi in un arco temporale di più mesi, allo stesso modo di un prestito per l’acquisto di un’automobile o dei mobili per arredare la casa.

In questo modo i costi di una vacanza – dovuti all’acquisto dei biglietti aerei, alla prenotazione dell’alloggio e delle escursioni, al noleggio dell’auto – risultano decisamente più gestibili, rispetto al pagamento in una o due tranche dell’intero importo.

Vacanze a rate: come funzionano

Pagare le proprie vacanze a rate è possibile grazie ai prestiti viaggi e vacanze. I prestiti viaggi e vacanze possono prendere la forma sia di un prestito finalizzato nel caso in cui il finanziamento venga richiesto tramite agenzia di viaggi sia quella di un prestito personale quando il finanziamento viene erogato direttamente da una banca o da un istituto di credito senza passare per aziende terze. I finanziamenti per viaggi e vacanze si basano, quindi, sullo stesso sistema del prestito finalizzato o del prestito personale:

  • hanno una durata che va dai 12 ai 60 mesi;
  • prevedono un rimborso a tasso fisso e a rate costanti;
  • l’importo di un prestito viaggi e vacanze è generalmente inferiore ai 10mila euro, ma può arrivare anche a 30mila euro;
  • l’accesso ai prestiti vacanze è riservato a chi dispone di entrate sicure e con cadenza fissa documentabili mediante busta paga o, nel caso di lavoratori autonomi, con la dichiarazione dei redditi.

Trattandosi solitamente di cifre contenute, le banche propongono spesso offerte molto vantaggiose, come ad esempio vacanze a rate a tasso zero oppure offerte con spese di istruttoria e di incasso rata gratuite.

Anche le fasi di istruttoria e di erogazione del prestito sono molto veloci dal momento che per accedere a questo tipo di finanziamento occorrono soltanto la dimostrazione di un reddito fisso e una buona affidabilità creditizia.

Vacanze a rate: pro e contro

I pro e in contro del pagamento delle vacanze a rate sono legati soprattutto all’applicazione degli interessi. Se il pagamento a rate ha i suoi vantaggi, dall’altra parte può però – se teniamo conto di tutte le spese accessorie e degli interessi – può far alzare il costo totale della somma erogata.

Diventa perciò fondamentale confrontare le diverse offerte proposte dalle varie agenzie di viaggio o banche e fare molta attenzione, nel momento della stipula del contratto di finanziamento, al TAN (il tasso di interesse annuo, spesso prossimo allo zero) e, soprattutto, al TAEG (il tasso annuo effettivo globale).

In conclusione pagare le proprie vacanze a rate conviene se non si dispone di grande liquidità di denaro, ma si percepisce uno stipendio che permette di sostenere il pagamento costante, ma minimo, delle rate mensili.

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV