Se commetti questi 4 errori, l’assicurazione RC Auto non ti risarcisce

Se commetti questi 4 errori, l’assicurazione RC Auto non ti risarcisce
5 (100%) 3 votes
di | 20-05-2019 | Assicurazioni RC Auto, Leggi Norme Regole

Quando si resta coinvolti in un incidente stradale, non sempre l’assicurato ha diritto al risarcimento danni. Cosa dobbiamo fare quando l’assicurazione non paga? Quali sono i casi in cui l’RC Auto non copre i danni? Come abbiamo ripetuto molte volte, guidare un veicolo senza RC Auto è severamente vietato dalla legge. Come stabilito dall’art. 193 del Codice della Strada – dal titolo “Obbligo dell’assicurazione di responsabilità civile” – chi si mette alla guida di una vettura non assicurata rischia una multa che può arrivare fino a 3.396 €. Inoltre, a partire dal 2019, il conducente che viene sorpreso a guidare senza copertura assicurativa per ben due volte nell’arco di due anni, è obbligato al pagamento di una multa dall’importo raddoppiato, ossia di 6.792 €. Tuttavia, nonostante si sia stipulato un contratto di assicurazione, esistono dei casi in cui la la compagnia assicuratrice non è tenuta a risarcire il danno all’assicurato. Vediamo insieme, nella guida che segue, come comportarsi quando l’assicurazione non paga e quali sono i 4 errori da evitare per ottenere un risarcimento giusto e in tempi rapidi.

Sommario

Cosa copre l’assicurazione auto?

Prima di spiegarti come comportarti quando l’assicurazione non paga e, prima di passare in rassegna i 4 errori da evitare per ottenere, in caso di sinistro stradale, il giusto risarcimento in tempi rapidi, vediamo cosa copre l’assicurazione responsabilità civile autoveicoli obbligatoria. La polizza RCA risarcisce i danni fisici e materiali subiti da persone, animali o cose in seguito a un incidente stradale. Nello specifico, la compagnia assicuratrice del conducente responsabile del sinistro, risarcisce i seguenti danni: i danni fisici e materiali subiti dalle persone che non erano a bordo del veicolo assicurato; quelli subiti dalle persone che erano a bordo degli altri veicoli coinvolti nell’incidente; i danni fisici subiti dai passeggeri a bordo del veicolo assicurato; quelli materiali subiti dai passeggeri del veicolo assicurato a condizione che questi non siano legati da legami di parentela con il proprietario o con il conducente del veicolo; i danni provocati a oggetti esterni presenti sulla strada come ad esempio i cassonetti della spazzatura o altre strutture di natura pubblica.

Quando l’assicurazione non paga? I 4 errori da evitare

Dopo aver spiegato cosa copre l’assicurazione auto obbligatoria, passiamo ora in rassegna i 4 errori da evitare per ottenere, in caso di sinistro stradale, il giusto risarcimento in tempi brevi. Come abbiamo anticipato, esistono infatti dei casi in cui l’assicurazione auto non è tenuta a risarcire i danni all’assicurato. Ma quando l’assicurazione non paga?

Errore #1: copertura assicurativa scaduta

Il primo e più comune errore in cui incorrono gli automobilisti, è quello di dimenticarsi di pagare il premio assicurativo entro i termini previsti dal contratto. Se resti coinvolto in un incidente stradale e sei senza copertura assicurativa perché hai dimenticato di pagare la rata dell’assicurazione, la tua RC Auto risarcirà il danno soltanto se il sinistro si è verificato entro i 15 giorni dalla scadenza del contratto. Dal 16° giorno in poi, l’assicurato non avrà più nessun diritto al risarcimento dei danni.

Errore #2: mancata comunicazione del sinistro

Un altro errore molto comune, è la mancata comunicazione all’assicurazione del sinistro entro tre giorni dal verificarsi dell’incidente, come stabilito dall’art. 1913 del Codice Civile. In questi casi, se l’assicurato dimentica di avvisare la propria assicurazione entro i termini previsti dalla legge, l’assicurazione può decidere di risarcire il danno in modo parziale oppure di non risarcire affatto l’assicurato nel caso in cui l’obbligo è stato volontariamente disatteso.

Errore #3: guida irregolare

Il terzo errore più frequente riguarda il comportamento doloso da parte del conducente. Stiamo parlando della guida senza patente o con patente scaduta; della guida di veicoli soggetti a fermo amministrativo; di quella in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti; della guida senza cinture di sicurezza o mentre si utilizza il cellulare; la presenza all’interno del veicolo di passeggeri in soprannumero; dichiarazioni false nel contratto di assicurazione. Tutti questi casi possono indurre l’assicurazione a negare il risarcimento.

Errore #4: mancata consegna del verbale

Il quarto errore include, infine, la mancata consegna all’assicurazione del verbale dell’incidente. Quando si verifica un incidente stradale con feriti, i conducenti coinvolti nel sinistro sono obbligati a chiamare le Forze dell’Ordine. La Polizia o i Carabinieri rilasceranno quindi, entro 120 giorni, un verbale. Senza questo documento la compagnia assicuratrice potrebbe negare all’assicurato il risarcimento oppure potrebbe decidere di risarcire solo il 50% del danno.

Cosa fare quando l’assicurazione non paga?

Cosa fare quindi quando l’assicurazione non paga? Come bisogna comportarsi? Se ti trovi in una situazione di questo genere il nostro consiglio è quello di sentire il parere di un avvocato esperto. Da un punto di vista legale infatti, esiste la possibilità di opporsi alla decisione dell’assicurazione di negare il risarcimento. Tuttavia, occorre supportare la propria decisione di opporsi con motivazioni valide e, soprattutto, documentate. Il rischio è quello di ritrovarsi non solo a dover risarcire la persona che ha subito i danni causati dall’incidente stradale ma anche le spese legali. Un’altra soluzione valida per non correre il rischio di restare senza risarcimento in caso di sinistro stradale, è quello di aggiungere all’RC Auto di base una serie di garanzie accessorie. Le garanzie accessorie sono delle garanzie opzionali che coprono tutti quei danni o problemi che potrebbero verificarsi a scapito del conducente e che potrebbero tornare utili quando l’assicurazione auto non paga. Un esempio è l’Assicurazione Kasko, la garanzia che copre i  danni provocati al proprio veicolo durante la circolazione slegata dalla responsabilità o meno del conducente; l’Assicurazione Tutela Legale, la garanzia che copre le spese legali; l’Assicurazione Infortuni Conducente, la garanzia che copre i danni fisici provocati al conducente del veicolo.

Comparasemplice.it ti aiuta a scegliere l’assicurazione auto su misura per te. Confronta in pochi clic le offerte delle principali compagnie assicuratrici presenti sul nostro portale cliccando sul comparatore di tariffe qui in basso e individua la soluzione più conveniente per te: è sufficiente inserire i tuoi dati anagrafici e quelli del veicolo insieme alle tue preferenze sulle garanzie accessorie da includere nella polizza auto. In questo modo puoi scoprire una serie di offerte calcolate sulla base del tuo profilo e scegliere la più adatta a te e al tuo portafogli. Il servizio è imparziale e completamente gratuito. Che aspetti? Trova l’offerta polizza auto più giusta per te adesso.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.