Acquisto auto usata da privato e assicurazione: come fare, i passaggi da seguire

Acquisto auto usata da privato e assicurazione: come fare, i passaggi da seguire
Il post ti è stato utile?
di | 11-03-2020 | Assicurazioni RC Auto

State per acquistare un’auto usata da un privato? Come fare con l’assicurazione? Quali sono i passaggi da seguire per non incappare in errori e multe? Cerchiamo di capire dunque qual è la procedura corretta da seguire, così da non avere sorprese. Questo perché, acquistare un’auto, deve essere sempre e comunque un piacere…

Sommario

L’attivazione dell’assicurazione

Quando si acquista un’automobile usata, la prima cosa a cui pensare è il processo di attivazione dell’assicurazione. Una procedura leggermente differente da quando si compra un veicolo nuovo. Le strade da seguire sono due. La prima, è l’attivazione di una nuova polizza RC Auto, la seconda è quella di trasferire la polizza auto dal nostro precedente mezzo. Quest’ultima operazione è consentita solo quando la precedente automobile è stata venduta o rottamata.

Gli importanti passaggi preliminari

Ricordiamoci che prima di “smuovere” il discorso polizza auto, va analizzata la documentazione dell’auto che desideriamo acquistare. Va dunque controllato il libretto di circolazione, così come il C.d.P., ma anche il libretto dei tagliandi, per verificare che l’auto sia stata curata presso una officina qualificata. Solo così si potranno evitare spiacevoli rischi. Se il prezzo dell’auto è corretto e rientra nel vostro budget, i documenti sono ok e l’auto corrisponde ai vostri canoni, incluse le condizioni del mezzo ovviamente, potrete muovervi per il passaggio di proprietà.

L’assicurazione

Chiaramente, quando avete individuato l’auto, vi sarete prima informati con la vostra assicurazione per avere un preventivo sul costo dell’RC, e sulle eventuali polizze accessorie come furto incendio, eventi speciali e quant’altro. Appena completato il passaggio di proprietà dell’auto, dovrete trasferire la vostra vecchia polizza con una voltura.

Trasferimento dell’assicurazione: come funziona?

Se avete già venduto la precedente auto, o l’avete rottamata, la vostra polizza sarà in attesa di essere ridiretta sul nuovo mezzo. Sia chiaro, senza l’atto di vendita o il certificato di rottamazione, l’assicurazione non può mettere in atto la voltura. La vostra assicurazione vi richiederà dunque tutta la documentazione necessaria che certifichi l’avvenuto passaggio di proprietà relativo alla nuova automobile.

Chiedete informazioni alla vostra assicurazione, poiché ogni compagnia assicurativa presenta delle regole specifiche. Se avete già raccolto tutte le informazioni sulla nuova auto, sarete già in vantaggio. Vediamo insieme quali sono i documenti richiesti per attivare la procedura.

  • Atto di vendita o atto di rottamazione del precedente veicolo;
  • carta verde;
  • certificato o contrassegno assicurativo della vecchia auto;
  • libretto di circolazione del mezzo appena acquistato.

Comunicati tutti questi dati, l’assicurazione provvederà ad attivare la polizza. Se vogliono prima il passaggio di proprietà effettuato, la tecnologia aiuta. Grazie ad internet, potrete inviare tutte le “scartoffie” del mondo richieste, così da fare tutto quasi all’istante.

Auto usata? Polizza nuova!

Se non avete una precedente vettura rottamata o venduta, oppure state prendendo una seconda auto, ricadete nell’opzione della nuova polizza auto. Dovrete dunque stipulare un nuovo contratto assicurativo. La nuova polizza partirà dall’ultima classe CU di merito maturata (grazie all’attestato di rischio, ma oggi le compagnie lo vedono online), a patto che la precedente polizza non sia ferma da oltre cinque anni. Grazie alla Legge Bersani, si può in caso sfruttare la classe CU di un genitore o di un convivente, a patto che sia incluso nello Stato di Famiglia. Una regola valida solo per i privati.

Se non avete una vecchia polizza da “riattivare/volturare”, o nessun convivente, allora dovrete stipulare una polizza ex novo, partendo dalla classe CU più bassa, ovvero la 14esima. Il costo sarà ovviamente altissimo, ma non potrete fare diversamente.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.