Firstcarquote Assicurazione Auto: app Facebook per risparmiare

Firstcarquote Assicurazione Auto: app Facebook per risparmiare
Il post ti è stato utile?
di | 13-12-2016 | Assicurazioni, RC Auto

Grandi novità nel settore dell’ assicurazione auto, grazie a Admiral Insurance è infatti nata Firstcarquote, l’app che attraverso il monitoraggio del profilo facebook dei neopatentati offre sconti sostanziosi sull’assicurazione auto.

Assicurazione auto APP Facebook: come funziona?

Attraverso l’applicazione, Admiral Insurance riesce a dedurre i comportamenti alla guida dei clienti in base ai loro atteggiamenti sui profili facebook e in cambio offre sconti sull’assicurazione auto.

Il servizio di Admiral Insurance è così capace di offrire sconti rilevanti a tutti coloro che decidono di farsi analizzare il profilo Facebook per quella che a tutti gli effetti appare come una sofisticata ricerca di mercato, atta ad offrire servizi assicurativi il più possibile aderenti con lo stile di vita dei clienti che decidono di stipularli.
L’idea molto originale si basa sull’assunto che attraverso l’analisi del profilo social per eccellenza, quello di Facebook per l’appunto, sia possibile inquadrare la soggettività di un individuo grazie ai suoi comportamenti sui social. Una volta delineata,  la personalità del cliente sarebbe in grado di fornire dati significativi sul suo atteggiamento alla guida e, di conseguenza, la compagnia assicurativa potrebbe trarne informazioni molto preziose su cui basare un pacchetto assicurativo personalizzato.

Nonostante i buoni propositi di Admiral Insurance, attualmente Facebooknon ha dato il suo consenso all’operazione, dichiarando che: promettere sconti in cambio di dati sensibili non sembra una pratica tollerabile. Per questo motivo, il progetto Firstcarquote, che sarebbe dovuto partire in questi giorni analizzando i profili dei neopatentati inglesi non è partito. Oltre ai vertici di Facebook ad opporsi a Firstcarquote è stata anche l’associazione Open Rights Group, che si occupa di difendere i diritti digitali degli utenti in rete.

La stessa associazione ha dato conferma che Facebook ha disattivato l’applicazione Firstcarquote, il cui esordio è stato per ora rimandato. Nel blog di Open Rights Group si legge infatti quanto segue: «Pratiche così intrusive potrebbero portare a scelte contro alcuni gruppi sulla base di pregiudizi legati a razza, genere, religione o sessualità, o perché i loro post in qualche modo li contraddistinguono come non convenzionali. In definitiva questo potrebbe cambiare il modo in cui le persone usano i social media, incoraggiando l’auto-censura in previsione di future decisioni».

Un ragionamento con il quale si fatica a non essere d’accordo, in ogni caso Admiral Insurance ha dichiarato che in nessun modo avrebbe tenuto sotto osservazione le fotografie degli aderenti all’iniziativa al fine di controllarne e dedurne i comportamenti. La compagnia ha anche ricordato che ogni adesione sarebbe stata del tutto volontaria. Nonostante questo il progetto Firstcarquote è fermo al palo, anche se voci di corridoio sostengono che la sua applicazione avrebbe fatto risparmiare fino a 388 euro all’anno i neopatentati.

Se stai cercando l’assicurazione auto che fa al caso tuo, non perdere tempo e fai un preventivo adesso!

preventivo-rc-auto

 

 

0321.085995