Assicurazione gancio traino: cos’è e come funziona

di | 12-10-2021 | Assicurazioni RC Auto

Assicurazione gancio da traino: cos’è, cosa copre e come funziona? Guida completa alla polizza per il gancio da traino.

Assicurazione gancio traino: cos’è e come funziona

C’è chi, per le spostarsi, predilige automobili grandi come station wagon, SUV, fuoristrada. Non tutti però possono permettersi di acquistare un veicolo di questo tipo. Cosa fare, allora, nel caso in cui ci sia bisogno di trasportare una grande quantità di bagagli? Si compra un gancio da traino che, una volta unito alla vettura, consente di risolvere molto problemi legati al trasporto di carichi pesanti. Al gancio traino, infatti, possono essere collegati sia una roulotte che un carrello e, in questo modo, trasportare qualsiasi tipo di carico si voglia. Rispettando, ovviamente, le relative regole come ad esempio quella di stipulare un’assicurazione. Il gancio traino, infatti, necessita di un’apposita polizza. Vediamo insieme, nella guida che segue, cos’è, cosa copre e come funziona un’assicurazione per il gancio da traino.

Sommario

Assicurazione gancio da traino: cosa dice la legge?

Per fare chiarezza sulla necessità o meno di assicurare il gancio da traino occorre, prima di tutto, capire cosa dice la legge a questo proposito. La normativa di riferimento, in questo caso, è il Codice della Strada, in particolare l’art. 78 dal titolo “Modifiche delle caratteristiche costruttive dei veicoli in circolazione e aggiornamento della carta di circolazione”. Il comma 3 di questo articolo, infatti, stabilisce che:

“Chiunque circola con un veicolo al quale siano state apportate modifiche alle caratteristiche indicate nel certificato di omologazione o di approvazione e nella carta di circolazione, oppure con il telaio modificato e che non risulti abbia sostenuto, con esito favorevole, le prescritte visita e prova, ovvero circola con un veicolo al quale sia stato sostituito il telaio in tutto o in parte e che non risulti abbia sostenuto con esito favorevole le prescritte visita e prova, e’ soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da €422 a €1.697”

Cosa significa questo? Significa che, nel caso in cui – al momento della stipula del contratto di assicurazione – il veicolo era già dotato di un gancio da traino, questo sarà già incluso nella copertura della polizza. Il problema sorge quando l’assicurato deve installare il gancio da traino su una vettura già assicurata.

Cos’è e come funziona la polizza per il gancio da traino

Dal momento che l’installazione di un gancio da traino costituisce una modifica del veicolo, questa modifica non solo deve essere comunicata alla Motorizzazione Civile per l’aggiornamento della Carta di Circolazione ma anche alla compagnia di assicurazione per l’adeguamento della polizza. In caso contrario si rischia, appunto, una sanzione amministrativa che va dalle €422 a €1.697. Per capire cos’è e come funziona l’assicurazione sul gancio da traino va fatta una distinzione tra il rischio dinamico e quello statico:

  • il rischio dinamico si riferisce agli eventuali danni causati durante la circolazione del rimorchio e in genere questi danni sono coperti dalla RCA di base;
  • il rischio statico, invece, include tutti quei danni che possono verificarsi quando il gancio è staccato dalla vettura motrice o durante le manovre effettuate “a mano”. L’assicurazione per il gancio da traino in tal caso diventa obbligatoria solo nel caso in cui il veicolo venga parcheggiato in qualsiasi area pubblica o comunque dove vi è passaggio di altri mezzi o persone.

Cosa copre l’assicurazione per il gancio da traino

Cosa copre, dunque, l’assicurazione per il gancio da traino? E, soprattutto, è obbligatoria? Come abbiamo visto, per rispondere a questa domanda, occorre distinguere tra rischio statico e rischio dinamico. L’unica polizza obbligatoria per legge è quella che copre il rischio statico. Questo tipo di assicurazione tutela e risarcisce eventuali danni causati a terzi dal gancio mentre è fermo oppure nel caso in cui questo dovesse staccarsi dalla vettura motrice durante le fasi di aggancio o di sosta. La polizza che copre dal rischio dinamico, invece, è del tutto opzionale e copre solo i danni che possono essere causati a terzi durante la circolazione del mezzo.

Gancio da traino: come funziona l’omologazione

Fino all’anno scorso, l’omologazione del gancio da traino era soggetto ad una lunga e noiosa procedura. A partire dal settembre del 2020, grazie al Decreto Semplificazioni, l’obbligo del collaudo del gancio da traino da parte della Motorizzazione Civile è stato eliminato. Oggi, per poter omologare il gancio da traino, è sufficiente inviare la dichiarazione scritta dell’officina che ha eseguito i lavori alla Motorizzazione per l’aggiornamento del libretto di circolazione. Successivamente, l’installazione del gancio da traino e il nuovo libretto di circolazione dovranno essere comunicati alla propria compagnia di assicurazione, per l’adeguamento della copertura assicurativa della RCA.

Quanto costa l’assicurazione per il gancio da traino?

Come abbiamo già visto, la copertura del rischio dinamico del gancio da traino è, nella maggior parte dei casi, inclusa nella RC Auto di base. Il nostro consiglio, tuttavia, è quello di verificare sempre, nelle condizioni contrattuali della polizza, la presenza o meno di questa copertura. Nel caso, invece, del rischio statico, questo è obbligatorio solo nel caso in cui il veicolo venga parcheggiato in un’area pubblica o comunque dove vi è passaggio di altri mezzi o persone. In questi casi i costi possono variare a seconda della compagnia di assicurazione scelta.

Vuoi saperne di più sul costo della polizza per il gancio da traino? Vuoi conoscere le migliori offerte del momento nel mondo delle assicurazioni? O magari sei semplicemente scontento della tua polizza e ne stai cercando una nuova più conveniente nel prezzo e più completa nella copertura assicurativa? Chiedi un preventivo online su Comparasemplice.it. Inserisci i tuoi dati qui sotto e in soli 10 minuti avrai la possibilità di mettere a confronto decine di preventivi. Scegli in tutta tranquillità l’offerta migliore per le tue esigenze e soprattutto per il tuo portafogli. Che stai aspettando? Chiedi un preventivo ora.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.