Guida in stato di ebbrezza e diritto di rivalsa

Guida in stato di ebbrezza e diritto di rivalsa
Il post ti è stato utile?
di | 19-08-2019 | Assicurazioni RC Auto

In Europa sono oltre 10.000 ogni anno le vittime di incidenti provocati dalla guida in stato di ebbrezza. In Italia, soltanto nell’ultimo anno, quasi il 6% degli automobilisti controllati è risultato avere un tasso alcolemico superiore alla soglia massima di 0,5 g/l. Un “tetto” che non vale per i neopatentati, ai quali, per i primi tre anni dal conseguimento della patente, è fatto divieto assoluto di mettersi al volante dopo aver bevuto. Nonostante le numerosi campagne di prevenzione, insomma, resta preoccupante lo sprezzo degli articoli 186 e 186 bis del Codice della Strada nei quali si disciplina il limite del tasso alcolico. In caso di sinistro da ubriachi, oltre alle conseguenze penali, quali saranno le ripercussioni sulla assicurazione auto?

Guida in stato di ebbrezza: il diritto di rivalsa

Come visto la recente istituzione dell’art. 589 bis del codice stradale, che prevede e punisce l’omicidio stradale, non ha contribuito sensibilmente a ridurre la portata del fenomeno.

Un incidente grave ogni tre, infatti, è correlato alla guida in stato di ebbrezza. In questi casi la vostra assicurazione, se previsto dalle condizioni contrattuali, potrà decidere di avvalersi del diritto di rivalsa. Questa può essere totale, ovvero relativa a tutti i danni causati, oppure parziale.

Rivalsa: cos’è, come funziona e come incide sulla polizza RCA

L’iter è questo: la compagnia assicurativa risarcisce tutti i danni alla vittima del sinistro e in un secondo momento si rivale sul conducente del veicolo. Come? Pretendendo il risarcimento dei danni causati. La rivalsa (valida anche per la guida sotto effetto di sostanze stupefacenti) non è legata al conducente, ma al veicolo. Ciò significa che riguarda chiunque sia alla guida della vostra auto: a pagare sarà sempre il contraente della assicurazione.

Di solito la compagnia rinuncia alla rivalsa solo se l’incidente non ha avuto anche una condanna penale (come lesioni o omicidio colposo) per il soggetto assicurato. Nel momento in cui la sentenza diventa definitiva, la compagnia può chiedere la rivalsa e quindi la restituzione della somma pagata alla persona danneggiata o ai suoi familiari.

Rivalsa assicurativa: è possibile eliminarla?

La risposta è positiva. Il contraente, a fronte di una maggiorazione del premio, può eliminare la clausola della rivalsa assicurativa. La soluzione è utile per evitare quei salassi, quasi certi, ai quali si andrebbe incontro in situazioni simili. Inoltre esistono clausole di rivalsa più economiche, come quelle che non impediscono completamente alla compagnia di ricorrervi ma fissano un tetto massimo.

Sono tutte considerazioni da fare in due modi: restando sobri e cercando l’offerta più adatta alle vostre esigenze. Sul nostro sito sono presenti tutte quelle migliori sul mercato. Valutatele con attenzione confrontando i preventivi RCA gratuiti che varranno per 60 giorni.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
02 20011111

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.