Limiti di velocità in Europa

di | 27-06-2020 | Assicurazioni RC Auto

Viaggiare, è la cosa più bella che un essere umano possa fare. Vedere posti nuovi, incontrare culture diverse dalla nostra, conoscere, imparare, apprendere. Si ascoltano i suoni nuovi, si sentono i profumi differenti, si gustano cibi… Insomma c’è tanto, ma proprio tanto da aggiungere al nostro bagaglio culturale ogni volta che si viaggia. Se poi immaginiamo di viaggiare a bordo della nostra auto, magari cabrio o una coupé dotata dei giusti cavalli, tutto cambia e si fa magico. Ancora, viaggiando in moto, la magia diventa poesia, con in aggiunta il sapore di libertà.

Covid-19 permettendo, l’Europa è nella nostra portata. Bisogna però conoscere i limiti di velocità, perché rovinarsi la vacanza è un attimo. Dopo aver verificato attentamente le regole sulla riapertura dei confini dei singoli Paesi dell’UE, possiamo passare a guardare quali sono i limiti di velocità imposti dagli Stati.

Sommario

Tutti i limiti di velocità in Europa

Fare un ripasso dunque, non ci fa certo male, anzi. Suddividiamo le strade in tre tipologie principali: urbane, extra-urbane (tangenziali e superstrade) e autostrade. Vi ricordiamo in ogni caso, che al confine ci sono sempre i cartelli stradali che riportano con dei simboli molto intuitivi i limiti di velocità (in copertina possiamo vedere quello italiano per capire). Sulle prime il rischio di sbagliarsi viene meno poiché esattamente come da noi, il limite è fissato in 50 km/h in tutto il Vecchio Continente. Solo in Polonia cambiano leggermente le cose, e di notte: il limite, infatti, si alza di 10 km/h, portando così la velocità massima a 60 km/h.

Strade extra-urbane: limiti di velocità

Cambiano leggermente le cose quando si parla di extra-urbane. Si possono percorrere a 100 km/h in Austria, Germania, Svizzera, Romania e Spagna. Nella penisola iberica il range va però dai 70 ai 100 km/h, in base alle strade. Si scende a 90 km/h, invece, in Belgio, Croazia, Francia, Grecia, Lussemburgo, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia e Russia. In Ungheria cala ancora, poiché si scende fino ai 70 km/h. C’è poi anche una via di mezzo: 80 km/h. Parliamo del Nord Europa, quindi Svezia, Danimarca ed Olanda. Tra gli strani, segnaliamo il curioso barrage di 96 km/h del Regno Unito, ma del resto, se guidano “in senso opposto”… non c’è da stupirsi!

Autostrade: limiti di velocità

“Alzando la velocità”, troviamo le autostrade, dove si registra uno strano divario. Malta, così come la Finlandia, prevedono un limite di velocità molto restrittivo: non si possono infatti superare gli 80 km/h. Bulgaria e Cipro, vedono il limite fissato a 100 km/h, mentre in Svezia e Russia il limite di velocità passa a 110 km/h. Come in Italia, ovvero con limiti che sono compresi tra i 90 km/h ed i 130 km/h a seconda delle condizioni di tratto ed asfalto, troviamo le seguenti nazioni: Spagna, Polonia, Repubblica Ceca, Portogallo, Olanda, Grecia e Francia. Ci sono poi le eccezioni. La prima, è la Germania, dove il limite di velocità è consigliato in 130 km/h, ma varia. Ove consentito, in base a traffico e condizioni meteo, non v’è limite di velocità. Questo significa che se la vostra auto fa i 260 km/h, potete farlo. Il tutto è regolato da cartelli luminosi che indicano o meno, il limite di velocità del momento. Ancora una volta, la “stranezza”, la registriamo nel Regno Unito, dove non si possono sfiorare i 112 km/h (sempre perché il limite, è arrotondato alle miglia).

Assicurazione: RC auto in Europa

C’è sicuramente altro da sapere prima di partire per un viaggio in Europa. Cosa? L’assicurazione! Fate molta attenzione, poiché circolare privi di assicurazione in un Paese estero, può essere estremamente rischioso. L’efficacia del contratto RCA è territoriale e, quindi, va a coprire l’intera area dell’Unione Europea. La regola è semplicissima: sarà sufficiente portare con sé il certificato di assicurazione per circolare senza nessun problema nelle seguenti nazioni: Andorra, Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Galles, Germania, Grecia, Inghilterra, Irlanda, Irlanda del Nord, Islanda, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Norvegia, Olanda, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Scozia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera e Ungheria.

La nostra assicurazione, invece, non ha validità alcuna al di fuori dell’UE. Bisogna dunque essere in possesso della Carta Verde per circolare nei seguenti Paesi: Albania, Azerbaijan, Bielorussia, Bosnia Erzegovina, Iran, Israele, Macedonia, Moldavia, Montenegro, Russia, Tunisia, Turchia ed Ucraina. La circolazione negli Stati esclusi da questo elenco e dal precedente è invece soggetta all’emissione di una polizza alla frontiera. In ogni caso dunque, prima di partire, controllate di essere a posto con tutta la documentazione. Avete bisogno di un preventivo? Ora può essere il momento giusto per aggiornare la tua assicurazione auto. Qui, su ComparaSemplice.it avrai la possibilità di confrontare le migliori offerte presenti sul mercato, richiedendo un preventivo per l’assicurazione auto e moto gratuito e senza impegno, che avrà validità di 60 giorni.

Le moto in Europa

Per le moto, le cose cambiano. Sì perché se in Italia di obbligatorio c’è solo il casco, negli altri Paesi possiamo trovare regole più severe, o che comunque vanno ad aggiungersi al casco, obbligatorio in ogni caso in tutta Europa. Avere a bordo un kit di pronto soccorso con contenuto a norma DIN 13167, è previsto in diversi luoghi, come: Austria, Croazia, Germania, Grecia, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Spagna, Svizzera, Ungheria, Slovenia e Svizzera. Più aspre le normative in Francia, dove non solo bisogna avere il kit alcool test a bordo, ma dal 20 novembre 2016 bisogna indossare i guanti omologati. Ci sono poi ulteriori regole, ma magari avremo modo di parlarne in maniera più approfondita in un secondo momento.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.