Incidente in un parcheggio privato: chi paga?

di | 19-08-2019 | Assicurazioni RC Auto

Basta un attimo di distrazione dopo aver riposto le buste della spesa nel bagagliaio della vostra auto o all’imbocco del garage condominiale per incappare nel più banale degli incidenti: l’incidete in un parcheggio privato. Quello che può apparire come un semplice (seppur fastidioso) contrattempo, scatena però i dubbi dei più: chi paga in caso di incidente in area privata?

Il sinistro in fase di parcheggio è disciplinato in maniera chiara nel codice della strada e ha trovato ulteriore conferma in una recente sentenza emessa dalla Cassazione.

Mai come in casi simili è fondamentale avere in regola l’assicurazione auto, che ricordiamo essere obbligatoria per legge.

Auto danneggiata in parcheggio provato: i diversi casi 

Per ottenere il risarcimento dalla vostra compagnia non è necessario che l’incidente avvenga in una strada pubblica o di uso pubblico. È indispensabile però distinguere tra aree private, quali ad esempio il giardino di un’abitazione, e quelle in cui si verificano condizioni di traffico paragonabili a strade pubbliche.

Queste ultime sono soggette alle norme del Codice della Strada e all’articolo 2054 del Codice Civile, oltre all’assicurazione obbligatoria. È il caso, ad esempio, dei parcheggi delle zone antistanti i garage oppure di zone nelle quali si effettuano operazioni di carico e scarico merci. Pertanto in tutti gli spazi il cui accesso è aperto a un numero indistinto di persone, vengono applicate le norme sulla RC auto e sul risarcimento danni. Questo andrà corrisposto ogni volta in cui l’area privata sia di uso pubblico.

Incidente in area privata “senza” responsabile

Il discorso si complica se non si conoscono le generalità del responsabile del danno causato, dunque quando non è possibile far compilare il CID. In questo caso l’utente danneggiato dovrà recarsi alla Polizia e sporgere denuncia contro ignoti. Per ottenere un eventuale risarcimento sarà obbligatorio disporre del documento rilasciato dalle Forze dell’Ordine. Diversamente, ovvero qualora il responsabile abbia rilasciato i propri dati, si dovrà procedere con la compilazione del modulo CAI.

Cosa fare dopo un incidente in un parcheggio privato

Occorre ricordare che la domanda di risarcimento si può presentare alla propria assicurazione solo quando si conoscono gli estremi del responsabile e, in primis, la targa del veicolo. Il Fondo di garanzia vittime della strada rimborsa una franchigia a partire da 500 euro, il cui ottenimento è subordinato a due condizioni: la condotta dolosa o colposa del colpevole del sinistro e l’assenza di generalità del responsabile (che deve essere rimasto ignoto). Per non correre rischi, invece, ti consigliamo di aggiungere una semplice garanzia accessoria alla tua polizza auto: quella contro gli atti vandalici. Ti permetterà di ottenere in tempi rapidi il rimborso dovuto. Per scegliere l’assicurazione auto alla quale associarla, ti suggeriamo invece di consultare sul nostro sito le migliori attualmente presenti sul mercato.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.