Pagamento bollo auto: dal 2017 non sarà più obbligatorio?

Pagamento bollo auto: dal 2017 non sarà più obbligatorio?
3.6 (71.43%) 7 votes
di | 19-04-2016 | Assicurazioni, RC Auto

Il pagamento bollo auto, una delle tasse in assoluto meno amate dagli italiani in quanto si tratta di una tassa annuale sulla mera proprietà, potrebbe sparire definitivamente a partire dal 2017.

Il pagamento bollo auto è la tassa che ogni proprietario di un’autovettura è tenuto a pagare, anche se l’automezzo non è circolante, a meno che il veicolo non sia radiato dal Pubblico Registro Automobilistico. La tassa di circolazione si prescrive nel periodo di tre anni e quattro mesi.

La (buona) notizia proviene direttamente dal presidente del Consiglio Matteo Renzi, che ha detto che con la prossima legge di Stabilità, che verrà presentata ufficialmente a dicembre del 2016, il bollo auto potrebbe dire addio agli italiani. Certo, non si sa ancora se si tratterà di un addio repentino, oppure se il bollo auto verrà cancellato, secondo il progetto, da alcune automobili per poi allargare il raggio anche a tutte le altre, o ancora se interesserà solamente i passaggi di proprietà.

Sommario

Pagamento bollo auto: i soggetti

In ogni caso, dell’eliminazione del bollo auto si parla già da qualche anno. In molti attendevano almeno una rivisitazione del costo per il 2016, ma per quest’anno sembra proprio che non cambierà nulla per quest’imposta. Anzi: il Governo aveva reintrodotto il bollo auto anche per le vetture storiche immatricolate fra i 20 ed i 29 anni prima. Bisogna inoltre ammettere che il bollo auto è una delle principali entrate finanziare delle regioni, dato che si tratta di una tassa senza alcuna necessità di spesa da parte degli enti dello Stato: ogni proprietario di un’autovettura è tenuto a pagarla, senza possibilità di remore. Quindi ci si chiede anche dove lo Stato troverà il modo di rifarsi da una “perdita” così succosa.

Agevolazioni

Oggi come oggi le agevolazioni in quanto a bollo auto sono davvero limitate: in Emilia Romagna, ad esempio, qualche norma che permette di ridurne l’entità esiste. La legge Regionale del 2015 infatti ha permesso agli automobilisti proprietari di una vettura con alimentazione ibrida benzina ed elettrica, o benzina ed idrogeno, di non pagare il bollo per un periodo fisso e poi anche per i due anni seguenti. Nella regione in questione, per l’anno a venire, sono stati poi acquistati 2.400 veicoli di questo tipo, il che significa che incentivare consumi responsabili per mezzo della riduzione delle tasse sia un buon passo. Una misura del genere è stata adottata anche dal Lazio, dal veneto, e anche in Basilicata ed in Puglia con un’esenzione di 60 mesi.

 

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV
0321.085995