Polizza auto intestata a persona deceduta: l’iter da seguire

Polizza auto intestata a persona deceduta: l’iter da seguire
5 (100%) 3 votes
di | 15-04-2019 | RC Auto

Come ci si comporta nel caso in cui si eredita una polizza auto intestata a persona deceduta? Cosa succede al veicolo intestato al defunto? Può circolare liberamente da subito o ci sono delle restrizioni? Queste restrizioni valgono anche nel caso in cui il defunto abbia predisposto un testamento? Si può decidere di rinunciare all’eredità sia del veicolo che della polizza auto? Quando l’intestatario di una RC auto viene a mancare, purtroppo si apre, per la persona o le persone che erediteranno il veicolo, una noiosa spirale burocratica appesantita da leggi, atti e decreti vari tra i quali è molto difficile orientarsi. Per questo motivo abbiamo preparato per voi una guida che vi aiuterà passo passo a sbrigare nel modo più corretto possibile tutte le varie pratiche che devono essere eseguite quando si eredita una polizza auto intestata a persona deceduta.

Sommario

Polizza auto intestata a persona deceduta: l’accettazione dell’eredità

Il primo passo da compiere quando si eredita la polizza auto di un’auto intestata a una persona deceduta, è l’accettazione dell’eredità entro 6 mesi dal decesso dell’intestatario dell’assicurazione. Questo primo passaggio va fatto sia nel caso in cui la persona defunta abbia predisposto un testamento sia nel caso in cui l’eredità avvenga in modo automatico. L’accettazione dell’eredità può avvenire sia attraverso un atto pubblico, di fronte a un notaio o al cancelliere del Tribunale competente, oppure tramite scrittura privata autenticata. La cosa importante è che l’accettazione dell’eredità venga messa per iscritto su un documento che contenga i dati dell’erede, quelli del defunto e la firma dell’erede. L’accettazione dell’eredità non può essere revocata, di conseguenza, al momento di prendere questa decisione verificate che non ci siano eventuali debiti da saldare perché, in tal caso, dovrete farvi carico anche di questi con il vostro patrimonio personale. Un’alternativa è l’accettazione dell’eredità con beneficio d’inventario, un’opzione che non vi obbliga a pagare debiti il cui valore supera quello del patrimonio ricevuto.

Polizza auto intestata a persona deceduta: la registrazione al PRA

Passiamo quindi al secondo passaggio da compiere quando si eredita una polizza auto intestata a persona deceduta. Dopo aver presentato l’istanza di accettazione dell’eredità occorre recarsi, entro 60 giorni dall’atto, presso uno sportello ACI (Automobile Club d’Italia) e presentare al PRA (Pubblico Registro Automobili) tutta la documentazione necessaria all’aggiornamento della carta di circolazione e del certificato di proprietà del veicolo ereditato.

Polizza auto intestata a persona deceduta: il cambio intestazione

Passiamo quindi alla terza e ultima fase, quella dell’aggiornamento dell’intestatario della polizza auto. Quando l’intestatario di una RC auto muore e l’erede accetta il passaggio di proprietà del veicolo, dopo aver sbrigato tutte le pratiche relative all’aggiornamento dei dati contenuti nella carta di circolazione e sul certificato di proprietà, questi dovrà procedere anche alla sostituzione dei dati dell’intestatario dell’assicurazione auto. Anche nel caso in cui l’erede non voglia utilizzare il veicolo, questo non può essere lasciato parcheggiato su una via pubblica senza assicurazione. La polizza auto serve a coprire eventuali danni provocati dal mezzo anche se questo è fermo e anche se il suo proprietario è deceduto. La compagnia assicuratrice dovrà quindi essere informata subito del decesso dell’intestatario oltre che della volontà o meno da parte dell’erede di subentrare alla persona defunta nell’intestazione del contratto di assicurazione. Tuttavia, se si decide di ereditare anche la polizza auto, si potrà ottenere l’immatricolamento nella stessa classe di merito del defunto e usufruire della Legge Bersani soltanto se la persona che eredita il mezzo fa parte dello stesso nucleo familiare. In caso contrario, se l’erede è un parente lontano o un amico, la classe di merito della nuova polizza auto dipenderà dallo storico del nuovo intestatario secondo la logica del bonus malus.

Polizza auto intestata a persona deceduta: la rinuncia dell’eredità

Come comportarsi invece quando non si vuole accettare l’eredità del veicolo e quindi neanche della polizza auto? In tal caso occorre rinunciare all’eredità tramite atto pubblico di fronte a un notaio o al cancelliere del Tribunale competente, oppure tramite scrittura privata autenticata. Successivamente bisogna recarsi al PRA e compilare il modulo che attesta la perdita di possesso del veicolo per sottrarsi, in questo modo, al pagamento del bollo auto. I documenti di cui avete bisogno per procedere, includono l’atto del notaio che attesti la rinuncia all’eredità e una dichiarazione da cui risulti il mancato possesso del veicolo oppure l’avvenuta rinuncia all’eredità con gli estremi dell’atto di rinuncia depositato in Cancelleria del Tribunale. Solo in questo modo cesserà l’obbligo di pagare il bollo auto nel periodo di imposta successivo alla data di apertura della successione. Per quanto riguarda l’assicurazione, anche in tal caso dovrete avvisare tempestivamente la compagnia dell’avvenuto decesso e chiedere l’estinzione della polizza. La parte di premio non goduta verrà quindi restituita oppure trasferita al nuovo intestatario della polizza.

Polizza auto intestata a persona deceduta: cosa non fare

Ricapitolando, quando si eredita la polizza auto di una persona deceduta, il rischio più grande che si corre se non si seguono le procedure che vi abbiamo elencato è quello di circolare con un veicolo non in regola dal punto di vista assicurativo. Oltre a una multa salata e all’eventuale sequestro dell’auto, si rischia anche di dover risarcire di tasca propria, in caso di incidente stradale, i danni causati dall’uso improprio del mezzo. Per questo motivo, vi sconsigliamo vivamente di usare subito l’automobile. Quello che dovrete fare è aspettare la regolarizzazione di tutta la documentazione relativa alla circolazione del mezzo inclusa la polizza auto. In caso di circolazione del veicolo oltre i 30 giorni dal decesso, se non si è fatta una intestazione temporanea, si rischia una sanzione pari a € 705 oltre al ritiro del libretto di circolazione. Se non si rispetta il termine dei 60 giorni dall’accettazione dell’eredità per la pratica al PRA il rischio è il pagamento di una multa pari al 30% in più dell’imposta provinciale di trascrizione. La multa per la presentazione tardiva della dichiarazione di successione è pari invece al 30% in più rispetto alle imposte non pagate.

Per risparmiare sulla vostra polizza auto è necessario individuare una formula in linea con le vostre esigenze e abitudini. Per farlo potete effettuare un confronto tra le migliori offerte dedicate alle assicurazioni auto cliccando sul comparatore di Comparasemplice.it qui sotto che vi aiuterà a selezionare le tariffe RC auto più convenienti. Potrete valutare in modo completamente gratuito e senza impegno le promozioni delle migliori compagnie assicuratrici: Prima.it, Linear, Quixa, Zurich Connect. Per trovare la migliore polizza auto online, inserite nel nostro comparatore di tariffe qui sotto i vostri dati demografici e quelli del veicolo da assicurare, cliccate su “avanti” e procedete con la richiesta online.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.