Quali auto pagano poco di assicurazione? 3 fattori che abbattono i costi dell’RCA

di | 25-06-2019 | Assicurazioni RC Auto

Ti stai chiedendo quali auto pagano poco di assicurazione? Purtroppo non esiste una risposta univoca a questa domanda. Certo, la nostra vita sarebbe molto più facile se potessimo scorrere una lista di modelli auto che ci consentano di risparmiare sulla polizza auto. Sfortunatamente non è così. Nonostante ciò proveremo, con la guida che segue, a spiegarti come le agenzie di assicurazione calcolano l’importo del premio assicurativo e, in base a questo, capire quali auto pagano poco di assicurazione.

Sommario

Come viene calcolato il premio assicurativo

Una delle voci di spesa più onerose per le famiglie italiane è rappresentata proprio dall’assicurazione auto. Una volta l’anno, o due nel caso della rateizzazione dell’RCA, chiunque sia in possesso di un veicolo a motore è obbligato a sborsare diverse centinaia di euro per poter essere in regola con la legge e circolare liberamente sulle strade. Quando si parla di assicurazione RCA però, non tutti i veicoli pagano lo stesso importo. Il motivo è che le agenzie di assicurazione, al momento di stabilire il prezzo della polizza auto, si basano su diversi fattori che variano a seconda di chi stipulerà il contratto di assicurazione. Tutti questi fattori possono essere suddivisi in tre macro categorie: i dati relativi al conducente; quelli relativi al veicolo da assicurare e, infine, quelli relativi alle caratteristiche dell’assicurazione stessa. Per quanto riguarda il primo aspetto, ossia i dati relativi all’intestatario del veicolo assicurato, i fattori che influiscono sul prezzo finale dell’RCA sono principalmente l’età del contraente (i minori di 26 anni pagano di più rispetto alla fascia di età che va dai 27 ai 60 anni); la data in cui si è perseguita la patente di guida e la residenza. Per quanto riguarda invece l’ambito dell’assicurazione vera e propria, i fattori che faranno alzare il costo del premio assicurativo sono principalmente il numero delle garanzie accessorie che si vogliono aggiungere alla polizza auto di base; la formula di guida scelta – guida esperta o guida libera; l’ammontare dei massimali. Vediamo ora, nel prossimo paragrafo, i fattori legati al veicolo da assicurare per capire in questo modo quali auto pagano poco di assicurazione.

Quali auto pagano poco di assicurazione?

Uno degli aspetti più importanti che influisce sull’importo del premio assicurativo, oltre ai dati relativi al conducente e a quelli sulla tipologia di polizza, riguarda alcuni fattori legati al veicolo da assicurare. Questo farebbe supporre che esistono dei modelli auto che fanno risparmiare ma purtroppo non è così. Le agenzie di assicurazione, nel momento in cui stabiliscono il costo di una polizza, considerano anche la tipologia del veicolo da assicurare. Tuttavia, a differenza di quanto si crede, la marca e il modello costituiscono due elementi marginali nella valutazione del rischio. A fare la differenza e a far abbassare i costi della polizza auto non sono quindi né la marca né il modello ma alcune caratteristiche che, se presenti, rendono il rischio di sinistro stradale meno probabile. Queste caratteristiche sono la presenza o meno della scatola nera; di un sistema ADAS – Advanced Driver Assistance Systems e, infine, il tipo di alimentazione (diesel, benzina o elettricità).

Auto con sistemi ADAS

Secondo uno studio condotto dall’ISTAT pubblicato nel febbraio del 2019, le tre principali cause di incidente stradale sono la  distrazione; il mancato rispetto delle regole di precedenza  o del semaforo e la velocità troppo elevata. Ed è qui che intervengono i sistemi ADAS – acronimo che sta per Advanced Driver Assistance Systems – ossia sistemi avanzati di assistenza e aiuto alla guida. Si tratta di una famiglia di sistemi elettronici da installare all’interno dei veicoli con l’obiettivo di aumentare la sicurezza alla guida. Ognuno di questi sistemi è progettato per risolvere una specifica situazione di pericolo in cui potrebbe venirsi a trovare il conducente. I sistemi ADAS hanno nomi diversi – dal Blind Spot Monitor al Lane Keeping System al Cruise Control Adattivo – e funzioni diverse. Tutti hanno tuttavia l’obiettivo di prevenire i potenziali errori di distrazione di chi è seduto alla guida del veicolo. Avere un sistema ADAS installato sul veicolo da assicurare può in molti casi far abbattere i costi del premio assicurativo dal momento che la loro presenza a bordo riduce il rischio di incidente stradale.

Auto con scatola nera

Negli ultimi tempi si è sentito parlare molto di assicurazioni satellitari auto. Un momento molto promettente è stato quando, nel gennaio del 2019, un emendamento del Decreto Semplificazioni stabiliva l’obbligo, per le agenzie di assicurazione, di offrire uno sconto sul premio assicurativo a chi avesse scelto di installare una scatola nera sul proprio veicolo. L’emendamento è stato subito bocciato dal Senato risolvendo la questione in un nulla di fatto. La conseguenza è stata che, ad oggi, le agenzie di assicurazione non sono più obbligate a offrire uno sconto per l’installazione della black box. Nonostante ciò esistono sul mercato molte compagnie di assicurazioni auto che continuano comunque a offrire incentivi per l’installazione della scatola nera. Qual’è il vantaggio? Installare una scatola nera sui veicoli assicurati significa, per le aziende di assicurazioni, avere un maggior controllo sul comportamento di guida dei conducenti e, di conseguenza, una riduzione massiccia di frodi.

Auto elettriche e ibride

Passiamo quindi al terzo fattore relativo al veicolo che può influire sulla riduzione dei costi della polizza auto. Più che la cilindrata, la marca o il modello ciò che davvero conta per le agenzie di assicurazione è la fonte di alimentazione dell’auto. A parità di cilindrata, l’assicurazione RCA per le auto ibride, elettriche o a benzina costa meno e questo per almeno tre motivi. Le auto a benzina hanno polizze più care rispetto a quelle che si alimentano a diesel perchè quest’ultime, dal momento che possono percorrere un maggior numero di chilometri, presentano un rischio maggiore di sinistro. Perché invece il prezzo dell’assicurazione auto per i veicoli elettrici o ibridi è inferiore rispetto a quello per le auto normali? Prima di tutto perché, statisticamente, chi sceglie un’auto ibrida o elettrica ha in genere un’età compresa tra i 40 e i 60 anni e quindi una buona esperienza di guida. In secondo luogo perché, un’auto ibrida o elettrica, avendo un’autonomia inferiore rispetto a un veicolo normale ha la possibilità di percorrere meno chilometri e, di conseguenza, ha meno probabilità di ritrovarsi coinvolta in un incidente stradale.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.