Quante polizze auto è possibile intestare alla stessa persona?

di | 15-09-2019 | Assicurazioni RC Auto
Quante polizze auto è possibile intestare alla stessa persona?

Dal momento che viviamo in un sistema economico basato sul libero mercato e dal momento che non ci sono limiti al numero di vetture che una persona può acquistare, allo stesso modo il numero di polizze auto che è possibile intestare a una stessa persona è pressoché infinito. L’unico limite è dato dalle disponibilità economiche del soggetto intestatario delle polizze auto e, ovviamente, dalla coerenza tra il numero di polizze intestate e il reddito dichiarato. Ma vediamo, nella guida che segue, uno dei casi più diffusi. È possibile intestare due polizze auto alla stessa persona? E, in tal caso, è possibile usufruire della legge Bersani ereditando per il secondo veicolo la stessa classe di merito del primo? Esiste un limite al numero di volte in cui è è possibile servirsi della legge Bersani? Scopriamolo insieme in questa guida.

Sommario

Quante polizze auto è possibile intestare alla stessa persona?

Così come è possibile che contraente e assicurato di una polizza auto siano persone diverse; così come è possibile assicurare un’auto non di proprietà e, così come contraente, assicurato e beneficiario in un contratto assicurativo possono essere rappresentati da soggetti diversi, allo stesso modo, se ti stai chiedendo quante polizze auto è possibile intestare alla stessa persona, la risposta è che non esiste nessun limite. Come funziona in questi casi? E’ possibile e, soprattutto, è conveniente usufruire della legge Bersani trasferendo la classe di merito del primo veicolo su tutte le altre vetture assicurate? Vediamolo insieme nei prossimi paragrafi dove scopriremo, prima di tutto, come funziona la legge Bersani e poi mostrando uno dei casi più diffusi, ossia l’intestazione di due polizze auto alla stessa persona.

Come funziona la legge Bersani?

Prima dell’entrata in vigore della legge Bersani, ogni nuova vettura acquistata dalla stessa persona o all’interno dello stesso nucleo familiare, doveva essere assicurata con la classe di merito più costosa, quella di partenza CU 14. La conseguenza di questo fatto era che ogni nuova polizza auto comportava un considerevole aggravio dei costi sul bilancio delle famiglie italiane. Tutto cambia nel 2007 quando entra in vigore appunto la legge Bersani che consente il trasferimento della classe di merito del primo veicolo su tutti gli altri mezzi posseduti all’interno dello stesso nucleo familiare. Quali sono i requisiti per servirsi di questa opzione? Innanzi tutto la polizza auto del primo veicolo deve essere in corso di validità e, in secondo luogo le vetture assicurate devono essere della stessa tipologia, ossia auto-auto oppure moto-moto. Inoltre il secondo o terzo mezzo su cui si vuole trasferire la classe di merito del primo deve essere stato immatricolato negli ultimi 12 mesi; deve essere intestato a una persona fisica oppure a una ditta individuale; deve essere di proprietà dello stesso intestatario della prima polizza, del suo coniuge in regime di comunione dei beni oppure di un familiare stabilmente convivente; non deve essere mai stato assicurato dal nuovo proprietario né da un componente del suo nucleo familiare. Infine, ricordiamo che la seconda assicurazione auto può essere stipulata anche con una compagnia assicuratrice diversa dalla prima. Per usufruire della legge Bersani sarà quindi sufficiente consegnare all’agenzia di assicurazione con cui si vuole stipulare il contratto i seguenti documenti: la carta di identità dell’intestatario della polizza di cui si vuole ereditare la classe di merito; una copia dello stato di famiglia; l’attestato di rischio; il libretto di circolazione della vettura.

Come intestare due polizze auto alla stessa persona con la legge Bersani

L’intestazione di due polizze auto alla stessa persona è una pratica molto più diffusa di quanto si creda. Soprattutto nei nuclei familiari in cui ci sono figli a carico e due vetture che servono a entrambi i genitori o al figlio/figlia più grande. In questi casi, come comportarsi col secondo veicolo? Quale assicurazione scegliere? Dal punto di vista assicurativo, una delle pratiche più diffuse per risparmiare sul premio assicurativo, è servirsi proprio della legge Bersani che permette di trasferire sulla seconda vettura la stessa classe di merito della prima. Se infatti si acquista un secondo veicolo e lo si intesta alla stessa persona, ad esempio al capofamiglia che magari è l’unica persona dotata di reddito, il secondo mezzo potrà essere assicurato con la stessa classe di merito del primo. È evidente il risparmio. Se si possiede una vettura da diversi anni con cui non si sono mai verificati incidenti e si dispone di una classe di merito vantaggiosa con un premio assicurativo non eccessivamente elevato, grazie alla legge Bersani si potrà trasferire quella stessa classe di merito anche sul secondo e terzo veicolo, senza dover ripartire ogni volta dall’ultima classe di merito che ha costi molto più elevati.

Legge Bersani: conviene sempre?

Se stai valutando l’idea di intestarti una seconda o una terza polizza auto usufruendo della legge Bersani, per capire se davvero ti conviene occorre fare qualche calcolo in più. E’ chiaro che una classe di merito ereditata molto bassa è sempre più vantaggiosa rispetto alla classe di merito di partenza CU 14. Tuttavia, se la differenza tra la classe di merito del primo veicolo e la quattordicesima classe standard non è molto ampia, non è detto che usufruire della legge Bersani sia poi così conveniente. Considerando anche il fatto che molte compagnie di assicurazione offrono forti sconti a chi assicura più di un veicolo, è evidente che non esiste una regola fissa uguale per tutti. L’unico modo per valutare la convenienza o meno della legge Bersani è confrontare tra loro diversi preventivi. Clicca sul nostro comparatore di tariffe che trovi qui in basso e scegli la polizza auto più adatta alle tue esigenze.

Comparasemplice.it confronta i preventivi per le polizze RC Auto delle compagnie di assicurazione partner. Compila il form online di comparazione dei preventivi RCA e, in pochi click, otterrai una lista delle migliori offerte RCA basate sulle tue esigenze. Basta inserire i tuoi dati anagrafici, quelli del veicolo, le garanzie accessorie di cui hai bisogno.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.