RC Auto bonus protetto: come funziona

di | 07-02-2021 | Assicurazioni RC Auto

Come ogni assicurato sa, quando si resta coinvolti in un incidente stradale, il rischio è quello di vedersi aumentare il costo del premio assicurativo. Grazie alle RC Auto con bonus protetto però, oggi è possibile evitare l’aumento del costo della polizza auto in caso di sinistro. Vediamo cos’è, come funziona e quando conviene stipulare una RCA con bonus protetto.

Le assicurazioni auto in Italia funzionano secondo il sistema del bonus malus. Il meccanismo del bonus malus prevede la suddivisione degli assicurati in base a una serie di classi di merito. L’importo del premio assicurativo dipende dalla classe di merito a cui si appartiene e varia di anno in anno. Si paga di meno se si è virtuosi e non si resta coinvolti in incidenti stradali oppure di più se invece provochiamo sinistri. Si può evitare l’aumento del costo della polizza auto stipulando la garanzia accessoria del bonus protetto. Vediamo insieme, nella guida che segue, cos’è, come funziona e quando conviene stipulare una RC Auto con bonus protetto.

Sommario

RC Auto con bonus protetto: cos’è

Le RC Auto con bonus protetto nascono principalmente con l’obiettivo di fidelizzare gli assicurati più virtuosi. Il bonus protetto, infatti, non è altro che una garanzia accessoria che consente, in caso di incidente con colpa, di mantenere la propria classe di merito. Quando si resta coinvolti in un sinistro, in sostanza, il sistema bonus malus non si attiva e il premio dell’assicurazione auto resta invariato. Trattandosi di una garanzia accessoria, il bonus protetto si attiva solo dopo il pagamento di una cifra aggiuntiva al premio assicurativo. Ma, a fronte di una spesa generalmente molto contenuta, il risparmio economico sull’importo del premio assicurativo, in caso di incidente con colpa, può essere molto interessante. L’attivazione di questa garanzia accessoria è però soggetta ad alcune limitazioni. Vediamo come funzionano le polizze auto con il bonus protetto.

Come funziona il bonus protetto nelle RC Auto

La prima cosa da sapere a proposito del bonus protetto, è che la garanzia vale solo se si rimane all’interno della stessa compagnia di assicurazione. L’assicurato, infatti, in caso di incidente con colpa, manterrà la stessa classe di merito solo internamente alla compagnia di assicurazione con cui ha stipulato il contratto. La classe universale invece – ossia la classe riportata sull’attestato di rischio – riporterà l’avvenuto sinistro. Di conseguenza, in caso di passaggio ad un’altra assicurazione, il premio da pagare verrà aumentato in base al meccanismo di bonus malus. Un’altra cosa importante da sapere è che il bonus protetto non è attivabile da chiunque. I requisiti richiesti all’assicurato variano in base alla compagnia di assicurazione scelta. Tra questi ricordiamo ad esempio l’assenza di incidenti stradali nei due anni precedenti e l’appartenenza alla classe 4 o inferiore.

Il bonus doppiamente protetto

Oltre alle RC Auto con bonus protetto esistono anche quelle con bonus doppiamente protetto conosciuto anche come bonus garantito. A differenza del primo, il bonus doppiamente protetto è una garanzia accessoria che permette di mantenere invariato l’importo del premio assicurativo anche successivamente al verificarsi di due incidenti con colpa. Grazie a questo tipo di polizza, in sostanza, il meccanismo di bonus malus con conseguente aumento del premio assicurativo scatta solo a partire dal terzo incidente stradale. Il bonus doppiamente protetto è attivabile solo dagli assicurati che appartengono alla prima classe di merito che abbiano compiuto i 31 anni.

A chi conviene l’RC Auto con bonus protetto

Come abbiamo visto, sia il bonus protetto che quello doppiamente protetto, sono attivabili soltanto da quegli automobilisti che risultano virtuosi. Visto questo prerequisito, perché mai un assicurato che non è mai rimasto coinvolto in un sinistro stradale dovrebbe pagare una somma aggiuntiva al premio assicurativo quando sa che la probabilità di causare un incidente è molto bassa? In sostanza, quali sono i vantaggi di una garanzia accessoria di questo tipo? A chi conviene il bonus protetto? La clausola del bonus protetto – nonostante in alcuni casi possa comportare un leggero aumento del premio assicurativo – molto spesso viene utilizzata dalle compagnie di assicurazione per fidelizzare i clienti più virtuosi e con un basso profilo di rischio includendola nella polizza auto base. Dunque, molte compagnie di assicurazione non fanno pagare nessun aumento per l’attivazione dei bonus protetto e doppiamente protetto, proprio con l’obiettivo di non perdere i clienti più virtuosi.

Gli svantaggi

Dopo i vantaggi del bonus protetto, vediamo ora quali possono essere invece gli svantaggi. Come abbiamo detto, la garanzia bonus protetto vale solo se si sceglie di restare con la propria compagnia di assicurazione. Se si decide di cambiare, nel caso in cui l’assicurato abbia causato un incidente stradale, si troverà costretto a pagare un premio assicurativo più alto. Gli incidenti causati, infatti, non vengono rimossi ma restano sull’attestato di rischio, il documento in cui viene descritta la storia assicurativa di ogni automobilista. Il nostro consiglio, quindi, è quello di attivare il bonus protetto solo ed esclusivamente se si è soddisfatti della propria compagnia di assicurazione. Meglio non rischiare di restare legati a una RCA che non ci soddisfa al 100%.

Come funziona il meccanismo bonus malus

Le assicurazioni auto in Italia si basano sul sistema bonus malus, un meccanismo che suddivide gli assicurati in differenti classi di merito. Ad ogni classe di merito corrisponde un determinato profilo di rischio ed è per questo motivo che la classe di merito determina anche il costo del premio assicurativo. Complessivamente esistono sono 18 classi, di cui l’ultima è quella più cara con un premio più costoso, mentre la prima è la migliore e la più economica. Per ogni anno senza incidenti stradali l’assicurato guadagna una classe, ad esempio passando dalla tredicesima alla dodicesima. Al contrario, per ogni incidente causato si perdono invece due classi di merito. In alcuni casi particolari, quando si verifica ad esempio un incidente con concorso di colpa, il sinistro viene segnalato nell’attestato di rischio, ma non comporta la perdita della classe di merito. Il sistema bonus malus, insomma, permette di premiare gli automobilisti virtuosi offrendo ogni anno condizioni economiche più vantaggiose. Ed è su questo meccanismo che si basa la logica delle RC Auto con bonus protetto o doppiamente protetto.

Stai cercando una Rc Auto con bonus protetto conveniente nel prezzo e completa nella copertura offerta? Vuoi sapere quali sono le compagnie assicurative che offrono gratuitamente questo tipo di garanzia? Chiedi un preventivo online su Comparasemplice.it. Bastano davvero pochi istanti. Inserisci i tuoi dati qui sotto e in soli 10 minuti avrai la possibilità di mettere a confronto decine di preventivi e di scegliere in tutta tranquillità l’offerta migliore per le tue esigenze e soprattutto per il tuo portafogli.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.