Disdetta Sky: tutte le informazioni su come procedere

Disdetta Sky: tutte le informazioni su come procedere
4.5 (90%) 2 votes
di | 13-04-2018 | SKY

Chi decide di sottoscrivere un abbonamento a Sky solitamente lo fa per soddisfare una passione particolare, come ad esempio lo sport o il cinema, e poter usufruire di una programmazione più ricca e varia. Può capitare, però, magari per esigenze di famiglia, di dover essere costretti a presentare disdetta alla piattaforma satellitare. Ecco quindi tutte le indicazioni da seguire quando ci si ritrova in questa situazione.

Sommario

Disdetta Sky: quando è possibile recedere il contratto

Sottoscrivere un contratto per usufruire di un servizio è spesso davvero semplice e richiede solo pochi minuti, ma spesso temiamo che recedere possa essere complesso o richiedere spese decisamente incisive. I contratti Sky, utilizzati da milioni di utenti che decidono di usufruire di una programmazione più ricca e personalizzata, non fanno eccezione.

Chi non ha più la possibilità di sostenere i costi richiesti dalla piattaforma satellitare o si è semplicemente stancato può stare tranquillo: il rapporto può essere interrotto senza grossi traumi.

La disdetta può avvenire in ogni momento, ma è comunque richiesto un periodo di preavviso di 30 giorni. Questo è indicato nelle condizioni generali del contratto sottoscritto al momento dell’adesione: “Il presente Contratto avrà durata di un anno decorrente dalla data di attivazione del Servizio e si intenderà tacitamente rinnovato di anno in anno salva la facoltà per l’Abbonato di recedere in qualsiasi momento con un preavviso di almeno 30 (trenta) giorni mediante comunicazione da inviarsi a Sky a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento“.

Uno specifico modulo da compilare

Non è comunque sufficiente comunicare attraverso una telefonata la volontà di recedere dal contratto di Sky. La Tv di Murdoch deve infatti essere prontamente informata in via scritta.

Una volta entrati nell’Area Cliente personale, ogni utente può scaricare sul sito ufficiale della piattaforma satellitare l’apposito modulo di disdetta. Qui devono essere inseriti tutti i dati personali dell’intestatario, oltre al codice cliente. Siglati i documenti, è necessario spedirli con raccomandata con ricevuta di ritorno all’indirizzo: SKY Italia
Servizio Clienti SKY Casella Postale 13057 20137 Milano. È consigliabile comunque precedere l’invio con un fax al numero 02-7610107. Il tutto deve essere corredato da una fotocopia della carta d’identità.

L’utente ha inoltre 30 giorni di tempo per restituire, presso uno dei centri Sky abilitati, l’apparecchiatura ricevuta per la visione dei contenuti, quindi decoder, smart card e telecomando. È fondamentale conservare la ricevuta ottenuta nel momento in cui il materiale è stato restituito per dimostrare di avere compiuto l’operazione regolarmente.

Ormai da tempo, ogni cliente Sky ha la possibilità di scegliere di pagare con la modalità che ritiene più opportuna alle proprie esigenze. In caso di disdetta, i moduli da compilare sono quindi differenti. Chi paga con addebito su conto corrente bancario, oltre a informare la Tv di Murdoch dovrà dare opportuna comunicazione anche alla propria banca che provvederà così a saldare l’ultima fattura dovuta.

Costi richiesti per la disdetta

E ora veniamo all’aspetto più temuto da chi ha ormai deciso di recedere dal contratto sottoscritto con Sky: i costi da sostenere. In questo caso la situazione può essere diversa sulla base di quando si decide di presentare la richiesta.

Se il recesso avviene dopo la scadenza naturale del servizio non sono previste spese a carico dell’utente. È comunque necessario inviare apposita comunicazione di disdetta con raccomandata A/R. Il servizio viene effettivamente interrotto una volta trascorsi i 30 giorni dal momento in cui Sky ha ricevuto la comunicazione.

L’utente è comunque libero di interrompere il rapporto anche in maniera anticipata rispetto alla scadenza prevista. Quando ci si trova in questa situazione il cliente è chiamato a sostenere una spesa, seppur minima, pari a 11,53 euro. Nel caso in cui si sia usufruito nel corso degli anni di una serie di promozioni particolari può essere richiesto di versare una somma a titolo di conguaglio. Facciamo un esempio per essere più chiari: chi decide di aderire alla Tv di Murdoch usufruendo di un prezzo ridotto per 12 mesi e dovesse decidere di disdire il contratto dopo soli sei mesi sarà obbligato a versare una somma pari all’importo dello sconto o al valore della promozione di cui ha beneficiato.

Recesso per aumento dell’abbonamento

Può capitare che la piattaforma satellitare decida di aumentare i costi richiesti per le singole opzioni rispetto a quanto richiesto al momento della sottoscrizione dell’abbonamento. Questo può essere certamente un motivo che può spingere il cliente a richiedere la rescissione del contratto.

In una situazione simile sono previste condizioni differenti per l’utente. La trasparenza comunque non manca: la Tv di Murdoch provvede infatti a informare dell’icremento con una specifica comunicazione inviata presso l’abitazione. Dalla data di ricezione della lettera ci sono 30 giorni di tempo per presentare domanda di disdetta nel caso in cui il canone sia cresciuto del 10%. In caso di insoddisfazione è necessario far sapere della volontà di rescissione del contratto attraverso una raccomandata A/R da inviare Casella Postale 13057 – 20130 Milano. In alternativa, la visione dei contenuti può proseguire con i nuovi costi introdotti dall’emittente.

Disdetta per i clienti Sky e Fastweb e TIM Sky

Ormai da qualche tempo Sky offre la possibilità di aderire al servizio con un’offerta combinata.

Una delle proposte più apprezzate è Sky e Fastweb, grazie alla quale gli utenti, oltre ad accedere ai contenuti della piattaforma satellitare, possono navigare in internet grazie alla società di tlc. La raccomandata per comunicare la volontà di recedere il contratto deve essere inviata entro 60 gg dalla data di fine annualità. Per chi vuole disdire la Tv di Fastweb è richiesta la cifra di 21 euro una tantum.

Sono numerose le adesioni anche all’offerta TIM Sky, pensata per chi vuole accedere alla stessa programmazione di Sky su satellite su linee TIM in fibra ottica o ADSL a 20 Mbit/s. Chi recede entro i primi 14 giorni non va incontro ad alcuna spesa. Sono previsti invece 30 giorni di preavviso per chi interrompe il rapporto a naturale scadenza, ma nessun costo a carico dell’abbonato. Anche in questo caso per chi chiede la disdetta prima della scadenza prevista il costo da sostenere è pari a 11,53 euro, oltre a un possibile rimborso richiesto a chi ha usufruito di particolari promozioni.

0321.085995