Restituzione modem Sky: come si fa

di | 25-12-2021 | Internet Casa, SKY

Il gruppo Sky ha lanciato dal 2020 le prime offerte in fibra ottica, diventando un vero e proprio provider di servizi Internet. Le soluzioni Internet e telefono della compagnia non prevedono vincoli di permanenza e comprendono sia l’installazione che il router gratis. Il modem, tuttavia, è in comodato d’uso e dovrà essere restituito in caso di disdetta o migrazione.

Restituzione modem Sky: come si fa
Confronta

Il nome del dispositivo fornito in comodato d’uso da Sky con le offerte Internet casa è Sky Wifi Hub, modem avanzato e smart che permette al cliente di sfruttare appieno le prestazioni e tutte le funzionalità proposte. Il piano base include solo il router, mentre le versioni Ultra e Plus di Sky Wifi associano due Wifi Pod, degli extender Wireless in grado di amplificare e portare il segnale anche nelle aree della casa non raggiunte o scarsamente coperte.

Se siete insoddisfatti del servizio dell’operatore e state pensando di dismetterlo o di cambiare compagnia internet, sappiate che non è prevista alcuna penale: si pagherà soltanto un costo di disattivazione pari a 29,90 euro una tantum in caso di cessazione oppure 11,53 euro una tantum per la migrazione. Con l’offerta Sky Wifi fi + Sky TV il costo di disattivazione viene addirittura azzerato per i primi 18 mesi.

In ogni caso, però, è prevista la restituzione del modem Sky e di eventuali accessori abbinati (come gli Sky Pod): vediamo, quindi, come procedere.

Sommario

Restituzione modem Sky: come fare

Per effettuare la restituzione del modem Sky è sufficiente recarsi presso un negozio Sky entro 60 giorni dall’avvenuta chiusura del contratto. È possibile trovare il centro più vicino sulla pagina “Restituisci Materiali” presente sul sito ufficiale di Sky: è sufficiente digitare il nome della propria città o cliccare su “Localizzami” per avere l’elenco dei rivenditori autorizzati al ritiro degli apparati, l’indirizzo in cui si trovano, i contatti e gli orari di apertura/chiusura.

Che cosa restituire dopo la disdetta Sky Wifi

Oltre al modem Sky Wifi Hub, bisognerà restituire tutti gli accessori presenti nella confezione:

  • cavo Ethernet;
  • cavo di alimentazione;
  • cavo fibra (solo per chi ha una connessione fibra FTTH).

Chi aveva sottoscritto un’offerta Sky con gli extender inclusi, dovrà riconsegnare anche gli Sky Pod.

 

Mancata restituzione modem Sky: quali sono le penali

Sky segnala sul sito che “in caso di ritardo, mancata restituzione, smarrimento, furto, danneggiamento o distruzione dei materiali concessi in comodato d’uso, si potrà applicare una penale, il cui valore varia in base al materiale”.

Il provider indica degli importi massimi richiesti per la mancata restituzione del modem e degli Sky Pod:

  • per il modem Sky Wifi Hub la penale è pari a 45 euro;
  • per gli extender Sky Wifi Pod la penale è di 20 euro.

Restituzione modem Sky se si utilizza un apparato alternativo

Al momento della richiesta di attivazione del servizio Sky Wifi l’operatore consente all’utente di scegliere di utilizzare un modem alternativo. Tuttavia, trattandosi di un apparato in comodato d’uso gratuito, il dispositivo potrebbe comunque essere consegnato. In questo caso il cliente può restituire modem e accessori

  • recandosi presso un negozio Sky;
  • telefonando al numero 170 per organizzare un ritiro direttamente presso la propria abitazione, con costi a carico dell’operatore.

Ecco, quindi, tutto quello che dovete sapere sulle modalità di restituzione del modem Sky, degli accessori abbinati e sulle penali previste qualora non si proceda alla riconsegna a seguito di una disdetta.

Se avete ancora problemi o dubbi sull’argomento, potreste contattare il servizio clienti Sky attraverso il numero gratuito 170 (attivo 7 giorni su 7, dalle ore 8 alle 22.30). Se la vostra linea non permette le telefonate a questo contatto, è disponibile anche il numero verde gratuito 800 918 918.

Per chi si trova all’estero, invece, il numero da chiamare da rete fissa o mobile è lo 0282720170.

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.