Sky presto operatore mobile e fisso in Italia: tra rischi e opportunità

Sky presto operatore mobile e fisso in Italia: tra rischi e opportunità
5 (100%) 1 vote
di | 10-01-2019 | Cellulari, Internet ADSL e Fibra, SKY

La notizia e le indiscrezioni circolano già dalla fine dello scorso anno: Sky si prepara per esordire sul mercato della telefonia fissa e mobile, come ha già fatto nel Regno Unito. L’iscrizione nel registro pubblico degli operatori di Comunicazione dell’AGCOM e l’accordo con Open Fiber sono la prova che il noto network televisivo sia più che interessato a questi servizi e starebbe ideando delle soluzioni convergenti che uniscano TV, Internet fisso ad alta velocità (in particolare su base fibra FTTH) e tariffe per smartphone.

Sommario

Operatore virtuale dalla primavera, fisso in estate

Secondo i rumors più accreditati, Sky Mobile dovrebbe arrivare sul mercato a partire dalla primavera, attraverso una rete di servizi che potrà essere garantita su tutto il territorio nazionale grazie ad accordi strategici con due importanti operatori, Telecom Italia Mobile e Vodafone. Per quanto riguarda la rete fissa, invece, c’è chi ipotizza l’estate come periodo di lancio, ma anche su questo punto non si hanno delle certezze.

Una fetta consistente della stampa di settore vede un esordio di Sky Mobile in Italia straripante, una vera e propria “minaccia” commerciale per le compagnie telefoniche, tenendo conto degli ottimi numeri raggiunti dal gruppo nel Regno Unito in pochi mesi: ma sarà davvero così?

Sky operatore in Italia: le difficoltà del mercato

In realtà l’Italia, soprattutto con gli scossoni dello scorso anno registrati con l’arrivo di Kena Mobile, Iliad e ho. mobile, non è un mercato paragonabile a quello britannico: attualmente le offerte smartphone di Sky Mobile in Gran Bretagna partono da circa 6 sterline per avere chiamate e sms illimitati, più 2 GB di Internet. Allo stesso prezzo, nel nostro paese, si possono avere oggi 30-50 GB con diversi operatori. Per non parlare poi delle altre soluzioni proposte da Sky Mobile UK, che arrivano addirittura a superare i 20 euro al mese.

Insomma, Sky in Italia dovrà fare i conti con un ambiente tutt’altro che semplice e in cui molti operatori virtuali faticano a ottenere risultati convincenti, a parte qualche eccezione e tranne le compagnie legate a doppio filo con le compagnie tradizionali (come Kena e ho.).

Sky Q e modem libero

Un altro punto da tenere in considerazione, in questo caso su fisso, è rappresentato dal cosiddetto modem libero: in Italia l’AGCOM ha deciso che, da dicembre 2018, il cliente che sottoscrive una tariffa Internet casa può scegliere il dispositivo che preferisce per poter utilizzare i servizi Internet del fisso.  L’operatore, quindi, non dovrà in alcun modo obbligare i clienti ad acquistare il proprio.

Sky Mobile, però, dovrebbe basarsi proprio sul decoder Sky Q per permettere all’azienda di lanciare offerte convergenti e dovrà provare in qualche modo che il suo utilizzo sia necessario e cruciale per accedere ai servizi esclusivi. Immaginiamo, però, che i provider concorrenti saranno pronti a dare battaglia qualora vi fossero delle aperture verso Sky in tal senso.

Per poter attirare l’attenzione della clientela italiana e per potersi districare nel settore della telefonia (sia fissa che mobile) del nostro Paese, quindi, Sky dovrà fare molto di più rispetto a quanto si è visto finora nel Regno Unito. C’è chi pone l’accento sul raggiungimento di oltre 500 mila clienti in poco tempo, con oltre 100 mila utenti nei primi tre mesi: numeri molto interessanti sul mercato britannico, ma che in Italia dovranno scontrarsi con le “new entry” dello scorso anno già citate in precedenza, ancora in fase di crescita (pensiamo solo agli oltre due milioni e mezzo di clienti di Iliad guadagnati in circa 4 mesi).

Convergenza e abbonati Sky: le opportunità maggiori di Sky

La possibilità di offrire servizi in convergenza di qualità è senza dubbio un asso nella manica per Sky che, se giocato bene, potrebbe davvero consentire all’azienda di ritagliarsi una fetta di mercato di rilievo. Se si tiene anche conto del bacino di quasi 5 milioni di già abbonati Sky (dati diffusi a marzo 2018), ecco che la partita si fa ancora più interessante, immaginando soprattutto sconti e promozioni speciali per chi ha già un contratto con il network e non solo per i nuovi clienti.

Attendiamo di saperne di più nelle prossime settimane e nei mesi a seguire: se vi saranno delle novità interessanti vi terremo aggiornati sulle pagine di ComparaSemplice.it.

Chi siamo

Più letti

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTVMutui e Prestiti
0321.085995

Newsletter - Informativa sulla privacy

La Newsletter di comparasemplice.it è pubblicata sul sito Internet istituzionale distribuita via e-mail – in automatico e gratuitamente – a quanti fanno richiesta di riceverla compilando il form presente in questa pagina.

I dati forniti saranno utilizzati con strumenti informatici e telematici al solo fine di fornire il servizio richiesto e, per tale ragione, saranno conservati esclusivamente per il periodo in cui lo stesso sarà attivo.

La base giuridica di tale trattamento è da rinvenirsi nella possibilità da parte degli utenti interessati di ricevere di comunicazioni promozionali relative a prodotti e/o servizi di Cloud Care srl. o di terzi mediante impiego del telefono con operatore e/o anche mediante sistemi automatizzati (es. email, sms, fax mms, autorisponditori) e/o posta cartacea.

Il titolare del trattamento è CLOUD CARE SRL , con sede in Via Righi 27, Novara; PEC: cloudcare@legalmail.it.

I dati saranno trattati esclusivamente secondo le finalità di cui al punto 3 e punto 6 dell’informativa generale di Cloud Care srl presente sul sito www.comparasemplice.it.

Gli interessati hanno il diritto di ottenere da Cloud Care srl, nei casi previsti, l’accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che li riguarda o di opporsi al trattamento (artt. 15 e ss. del Regolamento) inviando una email all’indirizzo cloudcare@legalmail.it.

CANCELLAZIONE DEL SERVIZIO
Si può richiedere in qualsiasi momento la cancellazione dal nostro database scrivendo all’indirizzo di posta elettronica: info@comparasemplice.it.