The Generi: 4 curiosità sulla serie Tv in onda su Sky

The Generi: 4 curiosità sulla serie Tv in onda su Sky
Il post ti è stato utile?
di | 11-07-2018 | SKY

Il mese di luglio 2018 si è aperto con una delle serie Tv più attese su Sky, “The Generi”, scritta e interpretata da Maccio Capatonda. Gli otto episodi sono in onda ogni lunedì alle 22.15 su Sky Atlantic (subito dopo “Patrick Melrose”, altra novità destinata ad accontentare gli amanti delle storie dark). Le risate, come da tradizione per l’artista abruzzese, non mancano, ma sono allo stesso tempo un’occasione per riflettere su quanto i luoghi comuni e le abitudini a cui spesso siamo costretti nella società attuale finiscano per condizionare i comportamenti.

L’offerta della piattaforma satellitare per gli amanti del genere è sempre ampissima in ogni periodo dell’anno e anche in questi giorni le proposte interessanti non mancano (clicca qui per sapere le serie Tv più attese in questi giorni)

Sommario

The Generi – Stop a stereotipi e luoghi comuni

Marcello Macchia, alias Maccio Capatonda, è un artista versatile che non ama affidarsi troppo alle convenzioni che psesso finiscono per condizionare, almeno involontariamente, la quotidianità di molti di noi. È un po’ questo l’obiettivo che ha deciso di prefiggersi l’attore e regista con la sua nuova serie “The Generi”, in onda ogni lunedì in seconda serata su Sky Atlantic (disponibile anche su Now Tv e Sky On Demand). Sarcasmo e ironia non mancano di certo.

Tra le caratteristiche tipiche che abbiamo imparato a conoscere in questi anni con Capatonda, e che non manca nemmeno in questa nuova storia a puntate, ci sono anche i giochi di parole. Nel corso degli episodi (otto in tutto) il pubblico avrà così la possibilità di conoscere termini finora sconosciuti quali “Gasteropode, botta, Castel Volturno”.

Progettare la serie è stato comunque davvero impegnativo per Capatonda e i suoi collaboratori. Ogni puntata è infatti dedicata ai vari generi cinematografici, trattati secondo gli stereotipi che li caratterizzano. Ce n’è davvero per tutti i gusti, dall’horror al western, dai fumetti alla commedia. Un modo inusuale per fare un salto nella storia del cinema e non perdere mai il sorriso. Anche in questa occasione l’artista abruzzese, come già accaduto qualche anno fa con il suo film “Italiano medio” cerca di sdrammatizzare su preconcetti e abitudini presenti nella mente di tutti no.

The Generi – Un protagonista annoiato ma divertente

Le vicende raccontate nei vari episodi di “The Generi” vedono al centro della storia Gianfelice Spganagatti. Il protagonista è un uomo di 40 anni (interpretato proprio da Maccio Capatonda) che è ormai sempre più travolto dalla sua pigrizia. Anche la sua mancanza di ambizioni non lo aiuta a migliorare e a uscire dall’ondata di noia che sta ormai condizionato gran parte delle sue giornate.

Il personaggio svolge un lavoro davvero inusuale: deve infatti occuparsi di recensire film e serie Tv senza la necessità di spostarsi da casa. Questo compito sembra soddisfarlo, soprattutto per uno come lui abituato ad accontentarsi di quello che la vita sembra offrirgli. Improvvisamente, però, sarà chiamato a uscire dalla “comfort zone” che si è lui stesso costruito non appena dovrà affrontare una serie di imprevisti che mai avrebbe pensato (né augurato) di poter trovare sul suo cammino.

Emblematico ad esempio quanto accadrà nel quinto episodio. Gianfelice sembra avere la possibilità di realizzare uno dei suoi sogni, recitare in un film di supereroi. Ben presto si troverà però di fronte a un’amara realtà non appena dovrà prendere coscienza di essere dotato di ben pochi poteri. Il malcapitato dovrà quindi impegnarsi nella ricerca di altri ipoeroi, ma riuscire nell’obiettivo non sarà semplice.

Spagnagatti, che sembrava quasi felice di non dover prendere alcuna decisione, dovrà impegnarsi in prima persona per costruire la sua realtà.

The Generi – Le guest star non mancano

Maccio Capatonda è attore e sceneggiatore di “The Generi”. Tra gli aspetti che rendono interessanti gli pisodi ci sono anche le numerose guest star. Tra queste, possiamo segnalare Nino Frassica, Alvaro Vitali (lo vedremo in una puntata dedicata alle commedie sexy degli anni ’70), Antonia Truppo, Fabrizio Biggio, Antonello Fassari e Fabio Rovazzi.

Non mancheranno nemmeno gli amici più cari dell’artista come Herbert Ballerina (Luigi Luciano), Ektor Baboden (Luca Confortini) e Rupert Sciamenna (Franco Mari).

Oltre a Macchia, a curare la sceneggiatura sono anche Luigi Di Capua dei The Pills (entrambi autori del soggetto originale), Luigi Luciano (alias Herbert Ballerina), Giovanni Maggi e Clemente Meucci.

The Generi – Per gli amanti della satira

Capatonda con questo lavoro ha avuto la possibilità di dimostrare ancora una volta la sua poliedricità. L’artista non ha mai nascosto di avere sofferto tantissimo per la perdita dei capelli avvenuta quando era solo un ragazzino. Una volta metabolizzato tutto, è stato lui stesso a decidere di provare a giocare con questa sua caratteristica. Proprio la sua calvizie gli permette di indossare parrucche di ogni genere e di interpretare ogni tipo di personaggio.

I fan più fedeli di Maccio noteranno però qualche differenza rispetto ai suoi lavori precedenti: “Qui il protagonista non è il mio solito italiano medio, analfabeta e ignorante – sono le sue parole riportate dal Corriere della Sera -. In questo caso è una persona che ha sempre vissuto una vita da comparsa, ha abbandonato le sue aspirazioni, ha paura del conflitto e del confronto“.

L’aggancio con la realtà attuale vissuta da molti di noi non è difficile da cogliere: “In questo mi sento un perfetto uomo medio, simbolo della mia generazione: grazie al progresso l’uomo è diventato immobile e trae soddisfazioni solo nel guardare sport, film e serie in tv. Sembriamo indifferenti nella vita, ma appassionati nel mondo virtuale. Siamo inariditi nei sentimenti con le persone, ma emozionati di fronte alla finzione. Mi sembra che stiamo perdendo la capacità di vivere e quello del protagonista in fondo è un po’ un viaggio spirituale”. Finzione e sarcasmo faranno così da filo cnduttore.

 

0321.085995