Batterie al litio, con l’ossigeno durano di più

Batterie al litio, con l’ossigeno durano di più
Il post ti è stato utile?
di | 05-02-2016 | Cellulari, Telefonia

Una nuova “perversione” scatena le pretese dei giganti dell’hi-tech di tutto il mondo, stiamo parlando della rincorsa micidiale che sta avvenendo per assicurarsi la massima longevità delle batterie al litio dello smartphone . Se in passato al fine di incrementare l’autonomia, Samsung ha usato il grafene, Hitachi Maxell il silicio e Sony lo zolfo, gli scienziati della Argonne National Laboratory hanno invece scelto l’ossigeno per aumentare l’intensità d’energia delle batterie al litio.

Un obiettivo che ora può prendere il nome di ossigeno, l’ingrediente necessario secondo gli esperti per recare alla batteria la fatidica longevità. In passato diversi esperimenti di questo tipo non furono esaltanti a causa della formazione del perossido di litio (Li2O2) il quale provoca l’occlusione dei pori degli elettrodi durante il processo di scarica.

Questa volta gli studiosi sono riusciti ad utilizzare il superossido di litio al posto del perossido che si scompone in litio e ossigeno offrendo ancora di più efficienza e autonomia fino a creare una batteria litio-aria che ci permette una  maggiore autonomia per quanto riguarda i consumi e una riduzione potenziale dei costi.

Come far durare di più le batterie al litio

Del resto esistono anche piccoli trucchi assolutamente pratici: un classico aneddoto e decisamente conclamato dagli utenti del web è quello connesso al fatto che una batteria al litio dura molto di più se la si continua a caricare e non e la si lascia scaricare del tutto

Caratteristiche tecniche e tecnologiche delle batterie al litio

  • maggiore capacità di corrente in rapporto alle dimensioni, non esiste l’effetto memoria,
  • autoscarica trascurabile
  • delicati nelle sovraccariche
  • ogni singolo elemento o cella possiede una tensione pari a 3,6 volt

Batterie al litio: moto, auto, smartphone

La batteria al litio rappresenta da sempre un punto di riferimento assoluto per quanto riguarda la ricarica di tantissimi oggetti ormai fondamentali per la nostra vita quotidiana. La batteria al litio in diversi casi è peraltro la stessa che carica una moto oppure un’automobile. Riuscire a dare una svolta in questo senso e dunque recare più longevità alle batterie al litio non solo cambierebbe il futuro degli smartphone ma sarebbe di grandissima importanza per tanti settori dell’industria.

Il litio è anche un materiale “abbastanza pericoloso”, nel senso, deve stare sigillato in un apposito contenitore, non a caso il litio a contatto con l’acqua è un materiale altamente infiammabile, insomma sempre e comunque prudenza e cautela!

Approfondimenti sulle batterie al litio: manutenzione e ricarica ottimale

Ricordiamo che dopo una ricarica, per quanto riguarda le batterie al litio, non è opportuno lasciare una carica di mantenimento. Per il fatto che non ci sarebbe alcuna utilità, questo genere di batterie si scaricano di circa l’1% al mese, ed è anche pericoloso agire in questi termini, quindi non fatelo!

Quando vengono ricaricate delle batterie al litio ION o polimeri è determinante conoscere la composizione delle stesse, proprio perché la piastra negativa, la quale può presentare diversissime composizioni chimiche, è costituita il più delle volte da litio metallico mescolato a carbonio e dunque la resistenza interna è molto bassa. Per questo motivo la produzione di calore è molto ridotta, anche se qualsiasi tipo di processo di ricarica risulta comunque molto efficiente dal punto di vista energetico.

In pratica questo materiale, soffrendo molto per la sovraccarica, soprattutto per quanto concerne la ricarica di più elementi dovremmo fare in modo che non vi siano differenze (anche minime) di tensione per ogni singolo elemento, sarebbe infatti ideale usare o costruire un caricatore per ogni singolo elemento!

Risparmia con ComparaSemplice.it, compara le tue tariffe energia e gas con tutte le nostre convenientissime proposte! Con noi non solo puoi risparmiare ma puoi anche votare il tuo fornitore!

Articoli Correlati

Chi siamo

Rimani sempre aggiornato!

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere guide e consigli per il risparmio

Naviga tra le news

EnergiaADSLAssicurazionePayTV